Frasi e aforismi sull’avidità

Frasi e aforismi sull’avidità, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sull’avarizia, Frasi e aforismi sul desiderio, Frasi e aforismi sull’ambizione, Frasi e aforismi sui ricchi e la ricchezza e Frasi e aforismi sui soldi e il denaro.

**

Frasi e aforismi sull’avidità

L’avaro vuole conservare, l’avido vuole accumulare.
(Fabrizio Caramagna)

Il bisogno vuole lo stretto necessario. L’avidità il superfluo e l’inutile.
(Fabrizio Caramagna)

Nel desiderio, c’è forza. Nell’avidità, prepotenza
(Fabrizio Caramagna)

L’avidità soffoca. La generosità libera.
(Fabrizio Caramagna)

Il supplizio dell’avidità è di dover scegliere, quindi escludere.
(Fabrizio Caramagna)

Nel capitalismo sotto il mantello della libertà si nasconde la cinturà dell’avidità
(Fabrizio Caramagna)

Spesso la nostra generosità verso gli altri stuzzica il mostro dell’avidità che hanno dentro.
(Fabrizio Caramagna)

L’avidità moderna (appena acquistata una cosa pur tanto desiderata, si pensa già alla prossima da acquistare) è in realtà una specie di voracità che mette l’uomo sullo stesso piano di quei predatori insaziabili che divorano ogni cosa.
(Fabrizio Caramagna)

Gli occhi degli arroganti. Occhi di chi vuole qualcosa dalla vita, e la vuole subito. Sono occhi impazienti di avere, occhi urgenti e avidi.
E poi ci sono gli occhi dei sensibili. Sono diversi, non solo per la quantità di luce che c’è dentro. In quegli occhi c’è rispetto, gentilezza, paura e incanto e per quanto uno cerchi di arrivare al fondo, quella profondità non ha mai fine.
(Fabrizio Caramagna)

Le meschinità che compiono certi ricchi per non pagare troppo caro giustifica tutte le avidità dei poveri.
(Fabrizio Caramagna)

Chissà che mondo sarebbe se l’evoluzione fosse stata diversa.
Se invece che nella tecnologia l’uomo avesse investito nella poesia,
se avesse sviluppato il colonialismo del dare anziché quello del prendere.
se avesse cercato la bellezza di una parola anziché quella di un conto corrente.
(Fabrizio Caramagna)

Un campo di girasoli. Una straripante moltitudine di fiori gialli. E pare di sentire un rumore di bocche grandi che bevono avidamente. Sono le bocche dei girasoli che bevono il sole, l’aria, il vento.
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.