Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sul mare

Frasi e aforismi sul mare, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sulle onde.

Il mare è l’unico essere infinito che si pone umilmente ai nostri piedi, senza mai perdere una briciolo della sua grandezza.
(Fabrizio Caramagna)

La vita non la misurai in anni, ma in strade, ponti, montagne, chilometri che mi separavano ogni volta dal mare
(Fabrizio Caramagna)

D’estate le mani del vento muovono invisibili fili nell’aria, che uniscono le onde, i capelli, i pensieri.
(Fabrizio Caramagna)

Che, poi, io il mare lo ascolterei all’infinito. A tutto volume. Con gli occhi piantati sul soffitto del cielo. A immaginarmi la vita.
(Fabrizio Caramagna)

Quando sono al mare, la mia vita è finalmente vuota e leggera.
Non devo dimostrare più niente a nessuno.
Quando entro in acqua il mare conosce tutte le mie debolezze e non le giudica.
Io racconto, lui ascolta. Io lo guardo, lui si fa guardare.
Mentre sono dentro l’acqua e nuoto verso l’orizzonte,
sento che il tempo per un attimo ha lasciato la sua presa,
sento che l’universo mi lascia fare e non mi chiede nulla,
sento che tutte le anime che sono stato mi vengono a trovare
e mi portano al largo, dove l’acqua è più luminosa
e il mondo è ancora buono.
(Fabrizio Caramagna)

Al mare sei nella luce più grande che si possa avere.
Apri la mano e chiudila.
Sentirai la vibrazione di mille possibilità
e il cielo che ride della tua gioia
(Fabrizio Caramagna)

Quella felicità che sopraggiunge dopo essere usciti dall’acqua del mare.
Una sospensione del tempo.
Un attimo ingrandito e riscaldato dal sole.
Il moto del cielo che si ferma e l’universo che ci guarda con stupore.
(Fabrizio Caramagna)

Nessuna casa dovrebbe essere senza vista sul mare. Ogni casa dovrebbe appartenere al vento e alle onde. Il mare e la casa dovrebbero vivere insieme per sempre, come due fanciulli che si siedono uno di fronte all’altro e si confidano i loro segreti.
(Fabrizio Caramagna)

Lo senti il rumore del mare,
quella voce riconoscibile che si infrange sulla riva.
Te la spiega in un attimo, la vita.
(Fabrizio Caramagna)

Potremmo fermarci qui, ad aspettare il tramonto da questa terrazza sul mare. La brezza leggera. I pensieri che si intrecciano tra le dita e i tuoi capelli mossi. Il collo scoperto e io che sorrido.
(Fabrizio Caramagna)

E’ arrivata l’estate.
La luce si è fatta incredibilmente forte.
E milioni di strade, a un tratto, hanno chiesto dov’è il mare.
(Fabrizio Caramagna)

Ho passato la giornata a medicarmi le ferite con i raggi del sole.
Ho passato il pomeriggio a cancellare la mia infelicità con l’acqua salata.
Ho passato la sera a togliere le paure dalla mente, mettendovi dentro stelle e canzoni.
Se qualcuno mi chiede come ho passato la mia giornata al mare, io rispondo: “A guarire”.
Perché nient’altro al mondo mi guarisce come il mare.
(Fabrizio Caramagna)

Guardare il mare di notte come si guarda una madre che dorme. Avere cura di ogni suo respiro. Imparare a udire quel suo fiato che sembra dire “Apriti alle cose e sogna”.
(Fabrizio Caramagna)

Il mare mi prepara una culla di azzurro con merletti di cielo e io mi immergo e so che ogni volta rinasco.
(Fabrizio Caramagna)

Mi domando che cosa manca alla vita quando in una notte d’estate l’alito delle stelle apre le finestre e vi butta dentro il profumo del mare.
(Fabrizio Caramagna)

Al mare la felicità è piena di spazio. Il cielo si muove in continuazione. Le onde filano il tempo.
Respirare aria e salsedine è una occupazione a tempo pieno.
(Fabrizio Caramagna)

D’estate, al risveglio, invece di leggere le informazioni su una smartphone, leggerle su un altro schermo piatto: il mare.
(Fabrizio Caramagna)

Ogni volta davanti al mare mi apro ai regali dell’aria, e i colori e le forme e le vibrazioni mi entrano ed escono dal petto con la stessa facilità con cui attraversano una finestra.
(Fabrizio Caramagna)

Poche persone sono capaci di venirti a cercare dove sei veramente. Per questo amo il suono delle onde. Loro sanno sempre dove sei.
(Fabrizio Caramagna)

E’ sempre il mare a lavare le strisce di tutti i miei dubbi, le orme inutili lasciate dal mio camminare, i fili sottili delle abitudini che mi invischiano. Ogni volta mi dona energia e la chiave per riaprire le forme del mondo.
(Fabrizio Caramagna)

Del mare amo la vastità, quel suo seminare e liberare nell’aria respiri e richiami di libertà.
E ogni volta so che l’ormeggio dal mondo si scioglie appena entro nelle sue acque, che il viaggiare a bracciate verso l’orizzonte è l’inizio di qualcosa di nuovo.
(Fabrizio Caramagna)

Io voglio perdermi
tra i tuoi pensieri
nel modo in cui ascolti il mare
mentre ti addormenti.
(Fabrizio Caramagna)

Vieni, ti porto al largo dove non si tocca.
Dove solo il cielo e la meraviglia ti toccano.
(Fabrizio Caramagna)

Al mare si va per visitare il cielo o per guardare sott’acqua. Ci si toglie gli abiti della città e ci si veste di aria e acqua e vento. Si cambia il respiro e si entra felici nelle ore senza saltarne neppure una.
(Fabrizio Caramagna)

Il mare è per me un libro dove imparo che sono vivo.
Hai presente un quaderno di fogli azzurri, paragrafi di vento e note di aria pura?
Ecco, io leggo attentamente questo quaderno e la precisione con cui mi insegna a vivere,
quasi mi abbaglia.
(Fabrizio Caramagna)

Mi chiedo chi conforta il mare quando è in burrasca
e le sirene cercano un rifugio in qualche faro abbandonato.
(Fabrizio Caramagna)

Che spettacolo il mare mosso. Prima sono onde grandi e tutte diverse, e qualcuna sembra una creatura mostruosa tanto è alta. Poi le onde diventano meno grandi, perdono la schiuma per strada, si abbassano quasi a misurare il fondo. Poi sono ancora onde, ma sono stanche, esauste, e la schiuma è solo un soffio. Poi hanno quasi paura di arrivare a riva, diventano onde buone, gentili, educate.
(Fabrizio Caramagna)

Quante volte ho nuotato dentro gli occhi del mare e ho visto i suoi sogni. Una volta un’onda ha attaccato un carro a una nuvola e si è fatta portare oltre l’universo. Quando torno a riva, so di aver lasciato qualcosa di indicibile.
(Fabrizio Caramagna)

Vedere le onde e avere la certezza che sono state offerte da qualcosa di eterno che tende la mano fino a noi per dirci: “Ho bucato il muro del nulla per venire fino da te”.
(Fabrizio Caramagna)

Sdraiarsi sulla sabbia del mare d’inverno, aprire le mani al sole e lasciare evaporare l’identità.
(Fabrizio Caramagna)

Un amore nato in una giornata di vento e mare, e perciò destinato a essere irrazionale, pieno di passione e leggerezza, possesso e abbandono, oltre che di incoscienza e profumo di peccato e una luce sempre sul punto di svanire.
(Fabrizio Caramagna)

Quando lasciamo il mare non lo lasciamo mai del tutto. La sua luce resta impigliata nei capelli, nelle sfumature della voce, nella morbidezza della pelle. Devono passare alcuni giorni prima di perderlo per sempre.
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sull’autunno

Frasi e aforismi sull’autunno scritti da Fabrizio Caramagna.

AutunnoT1

Tra tutte le foglie dell’autunno so riconoscere l’unica che, invece di cadere, ha provato a volare.
E so anche innamorarmene.
(Fabrizio Caramagna)

Tornerà l’autunno, quello vero. La tazza di tè fumante, l’odore di castagne, le foglie stanche della stanchezza giusta, i compiti dei figli da finire, le malinconie che tornano da chissà dove e io che infilo un cappotto e vado a chiedere al cielo come sta.
(Fabrizio Caramagna)

Davanti a una vigna matura che te ne fai di una forma e di un nome. Lascia fuori l’ingombro dei pensieri. Entra dentro, scavalca con pochi passi gli ultimi frammenti d’estate, segui i filari e apriti ai colori rubicondi dell’autunno, come se fossi una sola cosa con loro
(Fabrizio Caramagna)

Al mare, verso fine settembre capita che arrivi una folata di vento più fredda.
Il cielo impallidisce un attimo e poi tutto si riaccende.
Quasi nessuno lo nota.
Bisogna essere malati di mare e di luce per accorgersene.
Chi vede questo, sa che la stoffa dell’estate si è bucata irrimediabilmente
e l’autunno sta per arrivare.
(Fabrizio Caramagna)

Che l’autunno si avvicina lo sento dal turbamento delle foglie, dal modo incerto in cui scende la luna, dal freddo che al mattino corre sulle mani. Se l’autunno mi chiedesse la strada per arrivare fin qui, gli darei una falsa indicazione.
(Fabrizio Caramagna)

Siediti qui, vicino alle mie paure di perdere tutto,
aspettiamo che sia l’autunno a fare la prima mossa.
(Fabrizio Caramagna)

I cieli d’estate sono ampi e luminosi
e non vogliono finire mai,
però poi finiscono,
e il buio si allunga sulla terra
e a me viene una nostalgia che mi apre il cuore,
e ottobre se ne sta in disparte e guarda
e non dice mai niente.
Mai una volta che dica:
“Va bene, per quest’anno vi lascio l’estate”.
(Fabrizio Caramagna)

Le finestra restò tutta la notte aperta. Alcune onde entrarono e scivolarono sul muro, una stella si appese alle tende e una musica lontana si adagiò sulle lenzuola. Poi all’alba entrò un’aria più fredda e si portò via l’estate…
(Fabrizio Caramagna)

Io non c’ero quando è arrivato l’autunno e se c’ero stavo provando a sparire dentro un campo di girasoli.
(Fabrizio Caramagna)

La memoria dell’albero: se la porta con sé l’ultimo uccello che vola via in autunno.
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi su Roma

Frasi e aforismi su Roma, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi su Napoli e Frasi e aforismi su Venezia.

Roma è un capolavoro, un museo vivente, l’ottava meraviglia, una città esclamativa, una città da respirare, da svenire, un riassunto di storia dell’arte.
(Fabrizio Caramagna)

Roma è uno dei pochi luoghi capaci di riportare il cuore fino alla sorgente dei sogni.
(Fabrizio Caramagna)

Roma è quello stato d’animo indescrivibile che si ripete ogni volta che pensi a qualcosa di bello, invincibile ed eterno.
(Fabrizio Caramagna)

Il tempo non ha forma, ma in certi monumenti come il Colosseo puoi percepirne l’essenza, la luce, persino il volto.
(Fabrizio Caramagna)

Tutto passa. Eccetto l’eternità, i sogni e Roma.
(Fabrizio Caramagna)

Che ve ne fate degli occhi se poi non andate in giro le strade di Roma, scoprendo meraviglie?
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sulla stanchezza

Frasi e aforismi sulla stanchezza, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sul sonno e il dormire.

 

La stanchezza sa essere spietata e dura, ma a volte ha una dolcezza che ti lascia senza difese e ti dice chi sei.
(Fabrizio Caramagna)

La stanchezza è una bambina che ancora mi dorme addosso con i pugni chiusi e il respiro denso.
(Fabrizio Caramagna)

Quando i vizi e le passioni si stancano subentrano le virtù, ma fanno la figura di essere passate lì per caso.
(Fabrizio Caramagna)

Una conclusione a volte è semplicemente una forma in cui ti sei stancato di pensare.
(Fabrizio Caramagna)

So che sei esausta di cercare di essere tutte le persone che gli altri si aspettano che tu sia, vieni con me, andiamo in un prato a raccogliere fiori selvaggi e poi beviamo alla fontana e lasciamo che l’acqua ci scorra sulla mani e porti via tutto ciò che abbiamo creduto di essere.
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sulla mongolfiera

Frasi e aforismi sulla mongolfiera, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sul cielo e Frasi e aforismi sugli aquiloni.

Le mongolfiere, con il loro vagare nel cielo, portano più a un destino che a una destinazione.
(Fabrizio Caramagna)

La bellezza delle mongolfiere, un po’ perse oltre la linea del possibile e del reale, vagamente misteriose in attesa che qualcuno le riporti a terra.
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sul vino

Frasi e aforismi sul vino, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sul caffè e Frasi e aforismi sul colore rosso.


Il mio respiro te lo racconto dopo, su una terrazza aperta e un bicchiere di vino.
(Fabrizio Caramagna)

Amiamo le donne giovani, beviamo i vini invecchiati.
(Fabrizio Caramagna)

Quei momenti da vino rosso, tempo che rallenta, parole improbabili, occhi tanti e poi ridere.
(Fabrizio Caramagna)

Di certe sere non so niente. Ma ho un bicchiere di vino e un volto da guardare. E ci respiro felice.
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sull’attenzione

Frasi e aforismi sull’attenzione, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sulla cura e il prendersi cura.

Quella semplice attenzione di chi si preoccupa per te, anche se sa di non poter dire altro che parole.
Vale una mano che ti sfiora e ti aiuta a rialzarti.
(Fabrizio Caramagna)

La cura è nel chiedere “cosa hai fatto oggi”, nel “fai attenzione”, nell’esserci e ascoltare in silenzio, nel prendere per mano le tue paure e farci quattro risate.
Il prendersi cura è fatto di piccole cose.
(Fabrizio Caramagna)

Una delle qualità dei bambini è l’attenzione: i bambini sono sempre attenti a quello che fai.
(Fabrizio Caramagna)

Attenzione per il prossimo, giustizia, gratitudine e rispetto.
Questi sono semi che trasformano la tua vita in un giardino di gentilezza.
(Fabrizio Caramagna)

Mi piace leggere le storie che nessuno legge mai.
Quelle che sono scritte sul cuore, tra una cicatrice e l’altra.
Quelle che per fretta o disattenzione o egoismo il mondo trascura.
(Fabrizio Caramagna)

Passo a trovarti tutti i giorni senza attirare la tua attenzione. Oggi però c’era il vento giusto e ti ho mandato un sorriso diverso dal solito e forse te ne sei accorta.
(Fabrizio Caramagna)

Lei è una fiamma di egoismo e vanità
e quando provi a smorzare il suo fuoco
con gesti di attenzione e presenza,
diventi solo ulteriore carburante
per il suo incendio.
(Fabrizio Caramagna)

I sorrisi finti, i ciao infiniti, i “ti trovo davvero in forma” e baci e abbracci e in realtà non sanno chi sei, non sanno quante volte si è rotto il tuo cuore, non sanno in che galassia vuoi fuggire di notte.
Ma come fanno a parlarti con quelle parole dette senza anima e lasciate senza attenzione, come fanno a scivolare sulla superficie di ogni cosa? Io non ci riuscirei.
(Fabrizio Caramagna)

A volte non capisco.
Lanciano appassionati appelli sull’accoglienza, sull’ospitalità, ma poi non ti salutano per strada, non ringraziano, non ti guardano negli occhi.
Come se l’attenzione verso l’altro non cominciasse dal molto piccolo, dal molto vicino.
(Fabrizio Caramagna)

Certe attenzioni assomigliano a quei mazzi di fiori bellissimi destinati a morire. Strappati da terra, per illuminare un volto che non se ne cura.
(Fabrizio Caramagna)

Questa poesia ci dichiara colpevoli
di non aver visto l’alba di oggi
e il processo andrebbe esteso
a tutti quelli che l’hanno vista
e hanno fatto finta di niente,
immersi nei loro loro lavori,
nelle loro preoccupazioni,
nelle loro ambizioni.
La pena inflitta
è una condanna all’attenzione,
alla meraviglia,
all’empatia.
Da scontare per le prossime
365 albe.
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sui leggins

Frasi e aforismi sui leggins, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sulla bellezza.

Un paio di leggins aderenti di pelle nera: fuori controllo anche per gli specialisti del controllo.
(Fabrizio Caramagna)

I leggins in pelle ci spogliano di un’identità e ce ne regalano un’altra, più rock, più sensuale, più luminosa.
(Fabrizio Caramagna)

I leggins. In terra sono un mucchio inanimato. Ma se messi sopra il corpo di una donna prendono vita e ne sanno più di Dio.
(Fabrizio Caramagna)

Il carisma e i leggins di pelle non sono per tutti.
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sul profumo

Frasi e aforismi sul profumo, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sul respiro.

Se c’è una cosa che è intima e non va condivisa con chiunque è il profumo. Il profumo è l’invisibile, un frammento d’anima, solo chi ti ama può sentirselo addosso.
(Fabrizio Caramagna)

Mi piacciono i profumi che hanno una storia da raccontare.
La storia di un corpo, ma anche la storia delle tempeste e dei sogni che hanno visitato quel corpo.
(Fabrizio Caramagna)

E a un tratto incrociare nella sera un profumo selvaggio di fiori e muschio, che se ne va per le vie tutte solo, senza nessuna donna dentro
(Fabrizio Caramagna)

Io me lo ricordo il profumo del gelsomino. E le maniche corte. E la pelle arrossata dal sole. E i sorrisi. Quelli grandi. Quelli sporchi di futuro.
(Fabrizio Caramagna)

Al buio, il profumo del gelsomino è una seconda pelle.
(Fabriio Caramagna)

Oggi è un giorno tiepido di primavera, di quelli che il sole si diverte a stendere fiori sul prato, mischiando colori, profumi e scie di luce.
(Fabrizio Caramagna)

Ha un modo di pronunciare la parola “felicità”,
che ogni volta sembra riempirla del suo colore e del suo profumo.
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sulla Sicilia

Frasi e aforismi sulla Sicilia, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sulla Calabria e Frasi e aforismi sulla Sardegna.

In Sicilia i colori non si limitano a finire negli occhi, ti entrano dentro le vene e le ossa.
(Fabrizio Caramagna)

La Sicilia è un’isola complessa ma puoi percepirne il segreto tutte le volte che ti meravigli, che ti accorgi di un dettaglio, che impari una parola nuova, che guardi una piazza, che fai entrare la luce negli occhi guardando il mare.
(Fabrizio Caramagna)

La Sicilia ha il richiamo del mare, il fascino dei miti antichi, il profumo dei sogni, le forme dell’accoglienza, la bellezza delle persone.
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sulla Calabria

Frasi e aforismi sulla Calabria, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sulla Sicilia e Frasi e aforismi sulla Sardegna.

In certi paesi della Calabria si respira l’odore delle cose antiche, del rispetto, dell’accoglienza, della scoperta, della meraviglia.
(Fabrizio Caramagna)

Fame di cibo, di mare, di colori, di paesaggi, di bellezza: in Calabria non ci si sazia mai.
(Fabrizio Caramagna)

“Calabria” e “grigiore” non possono convivere nella stessa frase.
Dovunque ti giri, scopri colori, cieli e orizzonti.
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sulla nave e la barca

Frasi e aforismi sulla nave e la barca, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sul mare, Frasi e aforismi sulla vela e Frasi e aforismi sul porto.

Adoro le navi lontane che spezzano l’orizzonte, come una virgola la frase.
(Fabrizio Caramagna)

E’ bella una barca che corre a forte andatura, e la prua spacca il mare come un ascia di legno, e sembra che faccia scintille, e dietro ci sono solo scie di bianca schiuma. E’ qualcosa che può far battere il cuore.
(Fabrizio Caramagna)

Ci sono barche che sono cariche di anni. E tutti i soli, tutte le lune, tutta l’acqua di mare, tutte le tempeste, tutti i venti ci sono passati sopra.
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sulla scuola

Frasi e aforismi sulla scuola, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sui bambini.

A un pessimista. Se solo vedesse i bambini, la mattina, in classe, i loro occhi spalancati, le loro mani aperte verso la luce.
(Fabrizio Caramagna)

La vista di una scuola elementare mi riempie di gioia e di slancio verso il futuro. E’ come guardare un campo di grano. E il grano è ancora erba, e poi diventerà spiga, e poi farina, e poi pane.
(Fabrizio Caramagna)

Quest’anno per la maestra c’è una classe nuova e un cambio di creature e vocali, e sarà una festa anche per i banchi che aspettano i bambini come rami aperti che attendono tante farfalle colorate.
(Fabrizio Caramagna)

Ogni tanto a scuola ci vorrebbe una lezione al contrario: consegnare ai ragazzi la risposta e chiedere loro di trovare la domanda.
(Fabrizio Caramagna)

Una volta a scuola si insegnava la calligrafia nello scrivere.
Adesso bisognerebbe fare esercizi di calligrafia nel pensare.
Troppe volte i pensieri sono aggrovigliati o imitano lo stile del compagno di banco
(Fabrizio Caramagna)

La tua risata, come il suono di uno scontro di stelle, come il fruscio di una scolaresca di bambini all’uscita di scuola
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sulla noia

Frasi e aforismi sulla noia, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sul tempo.

La noia è un rumore sordo di secondi che non si incontrano mai, di ore che i minuti non riescono a riempire, di calendari che lanciano in aria giorni grigi e senza mai un colore
(Fabrizio Caramagna)

La noia respinge ogni patto con la meraviglia e l’imprevedibile, il primo a rimetterci è il desiderio.
(Fabrizio Caramagna)

Ed è così la noia. Ci sono ore che zittiscono le altre. E tu aspetti di nuovo il tempo che pulsa e non sai quando le lancette te lo riporteranno.
(Fabrizio Caramagna)

Sul web.
Ci si incontra, ci si riconosce, ci si apre, ci si intreccia, ci si mescola e si dilaga l’uno nel cuore dell’altro.
A volte bastano pochi minuti. Poche email.
Poi arriva il vuoto, la noia, l’incapacità di impegnarsi che inghiotte e polverizza tutto.
E si ricomincia daccapo, con qualcun altro.
(Fabrizio Caramagna)

Se ti cerca solo di sera, chiediti che cosa fa durante il giorno.
Forse è un lupo a te devoto che ha bisogno di spazi e libertà,
o forse è semplicemente un gatto annoiato
che quando la luna mostra i suoi riflessi più luminosi
ha bisogno di un giochino con cui passare il tempo.
(Fabrizio Caramagna)