Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sulla bicicletta

Frasi e aforismi sulla bicicletta, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sulla strada.

Questo bel tempo improvviso che ti agita il corpo, ti mette l’orizzonte negli occhi ed è subito voglio di andare in bici.
(Fabrizio Caramagna)

Andare in bicicletta mette in equilibrio il mondo.
(Fabrizio Caramagna)

Un cielo che illumina la strada e sembra che ci sia l’orizzonte più bello di sempre.
Tu che vai in bici e guardi le nuvole con gli occhi e io che respiro i tuoi battiti.
(Fabrizio Caramagna)

L’estate nel sorriso di due innamorati in bici. Le spighe, come tante statue contro il cielo. Il vento che si beffa dei capelli. E altre storie da raccontarsi.
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sul neonato e il bebè

Frasi e aforismi sul neonato e il bebè. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sulla gravidanza e il parto, Frasi e aforismi sulla nascita e il nascere e Frasi e aforismi sui bambini.

Un bambino appena nato. Un batuffolo di luce lanciato dalle stelle più lontane. E dentro ci sono già le leggi della vita, le formule segrete della meraviglia e le prime chiavi per aprire le forme del mondo.
(Fabrizio Caramagna)

Appena nati, i bambini tengono l’aldilà ancora stretto nelle loro manine rinchiuse
(Fabrizio Caramagna)

Dentro la lingua del neonato le sillabe sono ancora canto e suoni inarticolati
Poi anche per lui viene il tempo di prendere la farina delle parole e fare il suo primo pane.
(Fabrizio Caramagna)

Nel blu degli occhi del neonato c’è ancora il riflesso del blu del mare uterino.
(Fabrizio Caramagna)

L’ombelico: il post-scriptum dell’ostetrica.
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sulla gravidanza e il parto

Frasi e aforismi sulla gravidanza e il parto, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sul neonato e il bebè, Frasi e aforismi sulla donna e Frasi e aforismi sulla nascita e il nascere.

E all’improvviso la sensazione di diventare madre le si attaccò al corpo come neve caduta abbondante e silenziosa durante la notte.
(Fabrizio Caramagna)

Aveva occhi che sembrava che nessuno avesse mai scritto una canzone per lei.
Fu così che l’universo quella notte gliene scrisse una
e alla sua pancia regalò un bambino.
(Fabrizio Caramagna)

Una donna incinta ha il viso più luminoso e sorride sempre. Come se il bambino le facesse il solletico nel ventre.
(Fabrizio Caramagna)

Ogni volta che nasce un bambino,
sboccia un fiore
sulla mano del tempo.
(Fabrizio Caramagna)

Un bambino appena nato. Un batuffolo di luce lanciato dalle stelle più lontane. E dentro ci sono già le leggi della vita, le formule segrete della meraviglia e le prime chiavi per aprire le forme del mondo.
(Fabrizio Caramagna)

Appena nati, i bambini tengono l’aldilà ancora stretto nelle loro manine rinchiuse
(Fabrizio Caramagna)

Nel blu degli occhi del neonato c’è ancora il riflesso del blu del mare uterino.
(Fabrizio Caramagna

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sull’acqua

Frasi e aforismi sull’acqua, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sul mare, Frasi e aforismi sul fiume e Frasi e aforismi sulla fontana.

Ci sono insenature dove l’acqua pare una cosa da bere con gli occhi, come una luce mai vista.
(Fabrizio Caramagna)

Dalla mano del destino ho bevuto dell’acqua ed era di nuovo chiara come le mattine in cui stavo con te ed ero felice
(Fabrizio Caramagna)

Abbiamo parlato di libri e costellazioni e corse nei prati; e poi abbiamo preso l’acqua dalla fontana e l’abbiamo bevuta insieme, come due anime assetate di purezza
(Fabrizio Caramagna)

L’acqua che scorre impetuosa nel torrente si riposa per un attimo nelle mie mani prima di tornare nel caos del mondo.
(Fabrizio Caramagna)

Il mio corpo è fatto al 70% di acqua. Le molecole d’acqua che costituiscono il mio corpo esistono da miliardi di anni. Chissà se prima di me hanno abbeverato un dinosauro assetato. Chissà a chi leveranno la sete tra milioni di anni.
(Fabrizio Caramagna)

La felicità non si può trattenere, ci sfugge, è come acqua che scorre altrove dopo averci luminosamente rispecchiato per un istante.
(Fabrizio Caramagna)

Oh passato,
raccontami di quando bambino
facevo castelli di sabbia,
e il secchiello pieno d’acqua e di sole
rideva.
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sulla cura e il prendersi cura

Frasi e aforismi sulla cura e il prendersi cura, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati si veda Frasi e aforismi sull’abbraccio e l’abbracciare.

Nessuna poesia né canzone si può paragonare al giorno in cui hai pronunciato queste semplici parole: “Ho conosciuto la parte peggiore di te e ho deciso di prendermene cura”.
(Fabrizio Caramagna)

La cura è nel vedersi, nel chiedersi cosa hai fatto oggi, nell’annusare il cielo insieme e sorridere, nel prendere per mano le paure e farci quattro risate.
Il prendersi cura è fatto di piccole cose.
(Fabrizio Caramagna)

Non so spiegarti l’amore. So che dentro c’è molto perdono, tanta cura, colori vastissimi, un po’ di chimica, un po’ di incastro e un po’ di destino, brividi, capricci e risate e la voglia di avventurarsi insieme nelle spire incantate del tempo.
(Fabrizio Caramagna)

Mi piace come ti prendi cura di me.
Qualunque sia la cosa che sto per dirti tu la illumini, scegli l’abito giusto, la proteggi.
(Fabrizio Caramagna)

Le stelle sono ancora più belle di inverno quando restano nel cielo nonostante il freddo e il buio denso.
Si prendono cura di noi, senza dircelo.
(Fabrizio Caramagna)

Il mal di sorridere si cura con un cielo blu e un maglione che ti copre i brividi.
(Fabrizio Caramagna)

Come si chiama la malattia di chi è abituato a curare gli altri e non ricorda più come curare se stesso?
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sulla fontana

Frasi e aforismi sulla fontana, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sul fiume.

Abbiamo parlato di libri e costellazioni e corse nei prati; e poi abbiamo preso l’acqua alla fontana e l’abbiamo bevuta insieme, come due anime assetate di purezza.
(Fabrizio Caramagna)

So che sei esausta di cercare di essere tutte le persone che gli altri si aspettano che tu sia, vieni con me, andiamo in un prato a raccogliere fiori selvaggi e poi beviamo alla fontana e lasciamo che l’acqua ci scorra sulla mani e porti via tutto ciò che abbiamo creduto di essere.
(Fabrizio Caramagna)

Il vecchio rideva come un bambino. Il suo modo di ridere era fresco e giovane come l’acqua che esce da una fontana. La fontana può essere vecchia e rovinata, ma l’acqua che esce da essa è sempre chiara e luminosa.
(Fabrizio Caramagna)

I matrimoni sono come le fontane. Danno acqua o non ne danno. Se il tempo passa e i coniugi continuano ad andare a bere a quella fontana, il matrimonio è ancora vivo. Ma se i coniugi non vanno più, quel matrimonio è morto.
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sugli angeli

Frasi e aforismi sugli angeli, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sul cielo.

Chi è che ogni notte rimette a posto i sorrisi degli uomini, dopo che si sono addormentati? Chi è che riordina le linee e i bordi e gli angoli della bocca che durante il giorno si sono deformati per la tristezza o la stanchezza? Forse è un angelo che fa tutto questo.
(Fabrizio Caramagna)

Se potessi aprire le nuvole come si apre un cassetto, chissà cosa troverei dentro: lettere d’amore scritte dagli angeli o alfabeti segreti o forse i sogni del vento.
(Fabrizio Caramagna)

Quando un gatto fissa immobile un punto, forse sta creando una poesia. O sta scoprendo un varco nell’universo. O sta aspettando la venuta di un angelo.
(Fabrizio Caramagna)

All’ora del tramonto mi piace pensare che ci sia un angelo che provveda alla distribuzione dei ricordi per ognuno di noi.
(Fabrizio Caramagna)

Ci amavamo come si amano gli sbagli e le cose imperfette.
I miei angeli interagivano poco con i tuoi.
Ma i miei demoni si comprendevano perfettamente con i tuoi demoni.
(Fabrizio Caramagna)

Trascorreva il tempo a chiedersi perché.
Perché alcune cose accadevano e altre no.
Perché lui e non altri.
Perché certi giorni sembravano opera di angelo,
altri di un vento folle e imprevedibile.
(Fabrizio Caramagna)

C’è un’ora della notte,
un’ora buia e enigmatica,
in cui persino gli angeli vanno a dormire
e ogni minuto può essere un inferno.
(Fabrizio Caramagna)

Quando si guarda la finestra non si mai che cosa potrebbe esserci là fuori nella notte. Forse lo sfolgorio delle stelle, forse un drago, forse un urlo d’amore, forse la grazia di un angelo, forse un assassino che scappa nel buio. E’ tutto là fuori, per chi vuole guardare.
(Fabrizio Caramagna)

Non credo in un Dio onnipotente. Credo in una democrazia di angeli e diavoli (e forse anche di fate). Le loro figure formano parlamenti, commissioni, emicicli e in seduta continua presenziano e votano continuamente per approvare o modificare il destino di ognuno di noi.
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sull’alfabeto

Frasi e aforismi sull’alfabeto, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sulle parole.

Notti in cui tutte le lettere dell’alfabeto tornano nelle loro tane. Non c’è che il silenzio.
(Fabrizio Caramagna)

Che strana macchina è l’uomo. Gli metti dentro lettere dell’alfabeto, formule matematiche, leggi, e doveri ed escono favole, risate e sogni.
(Fabrizio Caramagna)

Quali parti di me non vuoi amare?
Sono fatto di tante lettere dell’alfabeto. Amale tutte.
La D di dolore, la P di paura, la V di vergogna, la L di luce, la F di follia, la S di sorriso.
(Fabrizio Caramagna)

Sto sistemando la libreria non più in ordine alfabetico o di editore, ma avvicinando tra loro i libri che secondo me si amano segretamente.
(Fabrizio Caramagna)

**

Lettere dell’alfabeto

La A è la lettera H che che unisce le mani per pregare.
(Fabrizio Caramagna)

La lettera A è come il bianco e il nero, sta bene con tutto.
(Fabrizio Caramagna)

La B di bacio è sempre differente.
(Fabrizio Caramagna)

La C è una I che si lancia sul traguardo al fotofinish
(Fabrizio Caramagna)

La D è una vela spiegata che prende tutto il vento.
(Fabrizio Caramagna)

L’invenzione della lettera “F” cambiò molte cose ma cambiò soprattutto la vita di tutti coloro che si chiamavano rancesco, abio, ederico, ranco, abrizio
(Fabrizio Caramagna)

La G è una C che si copre lo sbadiglio con una mano.
(Fabrizio Caramagna)

La I è una O vista di profilo.
(Fabrizio Caramagna)

Nessuna lettera saluta bene come la i: ì í ì í ì í
(Fabrizio Caramagna)

La j è una i che sta premendo l’acceleratore.
(Fabrizio Caramagna)

La K è una lettera che spera in un abbraccio ma è troppo spigolosa per riceverlo.
(Fabrizio Caramagna)

La O tutti la scrivono al rovescio, ma nessuno se ne accorge
(Fabrizio Caramagna)

La O è la palla con cui il resto delle lettere gioca a calcio.
(Fabrizio Caramagna)

La R è una P che vorrebbe fare lo sgambetto a tutte le lettere dell’alfabeto.
(Fabrizio Caramagna)

La S è una I dopo molti drink.
(Fabrizio Caramagna)

La W sono le montagne riflesse nell’acqua.
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sul mandorlo

Frasi e aforismi sul mandorlo, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sui fiori di pesco e Frasi e aforismi sulla primavera.

Sotto un mandorlo nell’azzurro della sera a riprendere il respiro. Nel cielo invernale c’è già uno strano tepore come se una primavera invisibile ne lambisse i confini.
(Fabrizio Caramagna)

I mandorli in fiore.
La birra ghiacciata.
Quello che resta negli occhi dopo un tramonto.
Lo stupore denso della sera.
Io che ti carezzo e tu che apri le labbra.
E il mondo che ci guarda di nascosto.
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sugli sconosciuti

Frasi e aforismi sugli sconosciuti, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sugli incontri e l’incontrarsi.

Quella roba bellissima che sono gli sconosciuti, quando da sconosciuti diventano qualcuno e poi una presenza e poi occhi che parlano e carezze, mani e istanti che vibrano.
(Fabrizio Caramagna)

Per strada occhi che si incontrano, si fanno cenni, mentre le parole e le voci e le vite si devono ancora presentare le une alle altre
(Fabrizio Caramagna)

Inizia sempre tutto così, con uno sconosciuto che ti scrive cose bellissime e occhi che sanno guardarti e tu che non ti scansi. Anche se si è lontani, arrivarsi è un attimo.
(Fabrizio Caramagna)

Tutti abbiamo incontrato per strada lo sguardo di qualcuno e sentito una specie di riconoscimento… è questione di un instante, quello in cui tutto può cambiare, ma poi il semaforo diventa verde, il tempo torna a correre di nuovo, l’abitudine prende il posto del destino e ti dice di andare avanti lungo i binari delle cose che sono lì ad attenderti stancamente ogni giorno… e non sapremo mai
(Fabrizio Caramagna)

Le persone sono formate da diversi strati di segreti, simili alle trame misteriose di un bosco. Con delicatezza o forza sollevi le foglie, sposti i rami, apri i sentieri e credi di conoscere e capire, ma le vere motivazioni delle persone ti saranno sempre nascoste, sepolte sotto qualche foglia o ramo che ti è sfuggito. E non le conoscerai mai, anche se a volte girerai in quel bosco per anni e anni
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sulle sardine

Frasi e aforismi sulle sardine, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sui pesci e Frasi e aforismi sul mare.

Le sardine scorrono nel mare. Passano come un fiume di luce nell’azzurro. Sembrano argento, ma un argento che brilla come se vi battesse sopra il sole, come brilla il mare quando è più luminoso.
(Fabrizio Caramagna)

Le sardine: hanno l’argento della luna e degli ulivi.
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sulla terra

Frasi e aforismi sulla terra, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sulla luna e Frasi e aforismi sul mare.

Il mondo: una foglia appesa all’albero dell’universo.
(Fabrizio Caramagna)

Ogni filo d’erba sembra contenere una biblioteca dedicata alla meraviglia, al silenzio e alla bontà.
(Fabrizio Caramagna)

Una zolla di terra è un grande santo, che guarisce e ripara e resuscita ogni cosa. Dentro di lei le cose malate diventano sane, la vecchiaia si trasforma in gioventù, la morte diventa vita. Eppure al giorno d’oggi le persone sono occupate a uccidere le zolle di terra. E’ una occupazione a tempo pieno.
(Fabrizio Caramagna)

Se ci si fermasse ad ascoltare il lavoro delle radici, chi riuscirebbe a dormire?
(Fabrizio Caramagna)

L’uomo è sulla terra da più di 500.000 anni, ma quella che chiamano civiltà è iniziata soltanto 10.000 anni fa, cioè ieri. Prima l’uomo faceva il pesce, la scimmia, il selvaggio. E’ stato un tirocinio piuttosto lungo quello di diventare uomo. Ed è ancora ben lontano dal finire.
(Fabrizio Caramagna)

Da una relazione di un alieno sul pianeta terra.
“Qui la persone provano continuamente a mandare avanti e indietro le lancette degli orologi e per qualche strana ragione non riescono a vivere il momento presente.
Indossano tutti delle maschere con un sorriso che sembra finto. Dicono di essere felici, ma guardano sempre un display luminoso. E si sono dimenticati delle stelle”.
(Fabrizio Caramagna)