Frasi e aforismi sui soldi e il denaro

Frasi e aforismi sui soldi e il denaro, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sull’avere e il possesso e Frasi e aforismi sull’arroganza.

**

Frasi e aforismi sui soldi e il denaro

L’ipocrisia, le banconote e la moda sono un’invenzione recente. Ma l’anima, i sogni e il tremolio dell’erba ci sono sempre stati.
(Fabrizio Caramagna)

Il denaro è la sola arma di coloro che l’età ha disarmato
(Fabrizio Caramagna)

Disse l’anima:
“Il denaro governa il mondo, ma non è il re”.
(Fabrizio Caramagna)

Chiedi della serenità a un borghese e ti dirà che è fatta di denaro e possesso.
Chiedi della serenità a un saggio e ti domanderà cosa sei disposto a rinunciare.
(Fabrizio Caramagna)

Troppo denaro ha come conseguenza la noia. Troppo poco la miseria.
L’ideale è averne abbastanza da non averne a sufficienza.
(Fabrizio Caramagna)

Per i regali non spendete soldi, spendete tempo.
(Fabrizio Caramagna)

Gli altri pensino ai soldi e al successo.
Noi bambini mai cresciuti lottiamo per cose serie, tipo chi sale per primo sull’altalena.
(Fabrizio Caramagna)

L’economia è simile a una strana creatura primitiva.
Per vivere deve crescere, crescere ogni anno
(non può permettersi di calare)
e per respirare ha bisogno di circolare
(al modo di certi squali)
nel mare del denaro,
senza fermarsi mai.
(Fabrizio Caramagna)

Hai sorriso all’improvviso e mi hai detto: “guarda, un’aquila laggiù”.
Quella visione mi salvò per un attimo dalla disperazione
dei vicini di tavolo che parlavano di affari e case e auto.
I loro sguardi continuavano ad avere i soldi dentro gli occhi.
Non avevano visto niente dell’aquila che roteava nel cielo.
(Fabrizio Caramagna)

Si chiamava B. e parlava solo di lavoro, macchine, case e proprietà. Se gli rispondevamo, ogni nostra parola era un salvadanaio che lui scuoteva per capire se c’erano dei soldi dentro. Quasi sempre i nostri salvadanai risuonavano vuoti, e lui rideva soddisfatto
(Fabrizio Caramagna)

Nel cuore della notte mi alzo e conto i minuti, conto i miei soldi, conto gli amori finiti, i giorni vissuti, le domande senza risposta e i passi che ho sprecato.
Da bambino mi svegliavo e sapevo solo contare fino a dieci ed era tutto più lieve.
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *