Frasi e aforismi sui ricchi e la ricchezza

Frasi e aforismi sui ricchi e la ricchezza, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sui soldi e il denaro e Frasi e aforismi sulla povertà.

**

Frasi e aforismi sui ricchi e la ricchezza

La ricchezza non migliora le qualità di nessuno, ma è molto abile a coprirne i difetti.
(Fabrizio Caramagna)

Quando i poveri inventarono la somma, i ricchi inventarono la moltiplicazione.
(Fabrizio Caramagna)

Mi ha sempre colpito un proverbio che dice che se i ricchi potessero pagare i poveri per morire al loro posto, i poveri sarebbero tentati di farlo. Ma purtroppo è quello che già avviene in molte parti del mondo.
(Fabrizio Caramagna)

Se l’uomo mettesse tanta energia per allungare la sua speranza di vita quanta ne mette per fare soldi, sarebbe immortale.
(Fabrizio Caramagna)

I ricchi parlano, anche più dei poveri, di tutto il denaro che non hanno.
(Fabrizio Caramagna)

Le meschinità che compiono certi ricchi per non pagare troppo caro giustifica tutte le avidità dei poveri.
(Fabrizio Caramagna)

Il ricco in cammino raggiunge le estremità di tutto. Crede di trovare la sua grandezza. Non tocca che la sua superficie.
(Fabrizio Caramagna)

C’è un’angoscia del vuoto, ben conosciuta. Ma c’è un’angoscia del pieno, diffusa soprattutto tra i ricchi, l’angoscia del viaggio da fare, dell’auto di lusso da comprare, del caviale da mangiare, l’angoscia di avere tutti quei soldi e non sapere come spenderli e sentirsi quasi soffocato.
(Fabrizio Caramagna)

Nella casa della ricca signora ci sono mobili antichi, lampadari a gocce e collezioni di orologi di lusso, ma manca il necessario: un grande squarcio di cielo azzurro nell’anima. La signora abita già la sua tomba, dandole un altro nome.
(Fabrizio Caramagna)

Non conosco niente di più osceno della felicità di un ricco su uno yacht di 50 metri.
(Fabrizio Caramagna)

Ricchi al mare.
Non sanno ancora che il loro yacht è la barca di Caronte.
(Fabrizio Caramagna)

“Si sono sceso al Millionaire”.
E lo dice con degnazione come se abitualmente dimorasse sulle stelle.
(Fabrizio Caramagna)

Si chiamava B. e parlava solo di lavoro, macchine, case e proprietà. Se gli rispondevamo, ogni nostra parola era un salvadanaio che lui scuoteva per capire se c’erano dei soldi dentro. Quasi sempre i nostri salvadanai risuonavano vuoti, e lui rideva soddisfatto.
(Fabrizio Caramagna)

L’oro dell’arricchito non è separabile dal tintinnio della sua insolenza.
(Fabrizio Caramagna)

Tutto questo patrimonio intristisce.
Così tante residenze e un proprietario così assente.
(Fabrizio Caramagna)

I ricchi, a differenza dei poveri, non chiedono. Prendono. In silenzio e senza farsi notare.
(Fabrizio Caramagna)

Legge fondamentale del capitalismo moderno.
Nelle congiunture positive guadagnano i ricchi, durante le crisi pagano i poveri.
(Fabrizio Caramagna)

Aumenta il divario tra ricchi e poveri. Più o meno è la distanza tra le isole Cayman e il resto del mondo.
(Fabrizio Caramagna)

L’umiltà dei ricchi. “Sappiamo di valere poco, ma accettateci in grazia dei nostri abiti firmati, dei nostri orologi d’oro, delle nostre auto di lusso, dei nostri yacht di 20 metri”.
(Fabrizio Caramagna)

Il maggiordomo di un castello mi ha detto che i ricchi non hanno il tempo di possedere tutto ciò che hanno.
(Fabrizio Caramagna)

Se fossi ricco finanzierei una guerra civile tra i venti dell’ovest e i venti dell’est: per vedere in cielo le nuvole più strane.
(Fabrizio Caramagna)

Avere è il verbo che tutti inseguono. Ma quanto è più vasto il verbo “essere”! Essere una rosa, una stella marina, uno smeraldo, un tramonto, una nuvola, un’onda. Essere un uomo e poi essere una donna e poi un bambino e poi un drago.
Nessun miliardario potrebbe permettersi questo.
(Fabrizio Caramagna)

Ricchi e poveri hanno in comune di avere delle preoccupazioni per il denaro, ma non sono le stesse.
(Fabrizio Caramagna)

Ci sono piaceri che solo i poveri possono concedersi e che i ricchi invidiano
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.