Frasi e aforismi sul peccato

Frasi e aforismi sul peccato e il peccare, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sul piacere, Frasi e aforismi sulla virtù e Frasi e aforismi sul vizio.

**

Frasi e aforismi sul peccato

Lei ha un profumo diverso, di quelli che ti salgono dal naso alla mente, e poi dalla mente ti portano nel mondo della luna, delle ombre e del peccato.
(Fabrizio Caramagna)

L’amore è una virtù che trova la sua forza nel peccato.
(Fabrizio Caramagna)

Per i nostri peccati dovremmo chiedere la soluzione, non l’assoluzione.
(Fabrizio Caramagna)

L’affascinante ambiguità del peccato.
Nello stesso tempo disobbedienza e obbedienza a se stessi.
(Fabrizio Caramagna)

I peccati sono paure che ce l’hanno fatta.
(Fabrizio Caramagna)

Il peccato è quell’atto che sarebbe davvero un peccato non compiere.
(Fabrizio Caramagna)

Il peccato ama perdere la battaglia contro i propri vizi.
(Fabrizio Caramagna)

Non dovevamo andare oltre. Non era previsto e non era neanche permesso.
Ma era come se un vento misterioso ci avesse chiesto di salire sulla sua schiena e ci avesse dato un passaggio verso il proibito.
(Fabrizio Caramagna)

Ci vediamo stasera?
Tu porta il peccato, io ci metto la colpa.
(Fabrizio Caramagna)

E può essere il peccato più mortale di tutti, l’ora più proibita o il luogo più maledetto, ma è la parte di te che finalmente vive.
(Fabrizio Caramagna)

Pecchiamoci più tardi.
(Fabrizio Caramagna)

I sette peccati capitali:
Superbia: Tik Tok
Gola: Instagram
Avarizia: Ebay
Ira: Twitter
Lussuria: Tinder
Accidia: Netflix
Invidia: Facebook
(Fabrizio Caramagna)

Limitare i peccati capitali al numero di sette è indice di scarsa comprensione delle perversioni umane.
(Fabrizio Caramagna)

La rinuncia è uno dei peccati capitali del consumismo.
(Fabrizio Caramagna)

Eppure devono esserci creature che hanno commesso peccati più originali di Adamo ed Eva e hanno ottenuto di restare nel giardino dell’Eden.
(Fabrizio Caramagna)

Resistere al peccato solo in attesa di uno ancora più grande.
(Fabrizio Caramagna)

Fare di necessità virtù. Ma più spesso fare di necessità peccato.
(Fabrizio Caramagna)

Del peccato amo l’odore della tua pelle prima che s’impregni della mia. E tutte le sue conseguenze.
(Fabrizio Caramagna)

La tua pelle sa di miele e cannella e colline carezzate dal sole.
Ma se mi avvicino al tuo collo sento un profumo particolare. Sa di strade nascoste, foreste selvagge e oscuri peccati.
(Fabrizio Caramagna)

Provare a resistere al peccato e altri modi di perdere tempo inutilmente.
(Fabrizio Caramagna)

A volte la virtù non governa il vizio, diventa solo suo complice nel peccato, rendendolo più raffinato.
(Fabrizio Caramagna)

Il piacere e il peccato, quando si guardano negli occhi, si riconoscono e si abbracciano.
(Fabrizio Caramagna)

Nell’esame di coscienza che ci facciamo ogni notte, ci confessiamo molte più idiozie che peccati.
(Fabrizio Caramagna)

A volte i miei peccati sono così candidi che sembrano fiori che crescono nel giardino della morale.
(Fabrizio Caramagna)

Si prova brivido nel peccare. E uno maggiore nel pentirsi.
(Fabrizio Caramagna)

Il colpevole che sconta la sua pena merita il nostro rispetto.
Perché nessun fallimento e nessun peccato ci sono davvero estranei.
(Fabrizio Caramagna)

Quelli che inventano dei peccati al confessionale per rendersi interessanti sono gli stessi che simulano i loro scandali in pubblico per attirare l’attenzione su di sé.
(Fabrizio Caramagna)

Il più grande peccato?
Rispedire la gentilezza al mittente, tra spifferi freddi di indifferenza.
(Fabrizio Caramagna)

Un peccato davvero imperdonabile è rinunciare all’intelligenza.
(Fabrizio Caramagna)

Ci sono bigotti che passano così tanto tempo a confessare i loro peccati che ci si domanda dove trovino il tempo per commetterli.
(Fabrizio Caramagna)

Il vero peccato originale dell’Eden, un peccato d’amore, è che Adamo ed Eva non si sono scelti.
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.