Frasi sui cambiamenti climatici e il global warming

Frasi sui cambiamenti climatici e il Global warming, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sul caldo e Frasi e aforismi sulla terra.

**

Frasi e aforismi sui cambiamenti climatici e il global warming

Il ritorno dell’Anticiclone
e l’area di Bassa pressione,
la siccità e la grandine,
le alluvioni e i nubifragi.
Così, tra i picchi dei massimi e dei minimi,
passiamo la nostra vita
in lotta contro un nemico nuovo:
il Global warming.
(Fabrizio Caramagna)

Cambiamenti climatici: dominano l’aria e il fuoco, e sempre meno la Terra.
(Fabrizio Caramagna)

Grazie alla sua capacità distruttiva l’uomo è riuscito a inquinare i tre elementi: l’aria, l’acqua, la terra. Quanto al quarto, il fuoco, mai come adesso è diventato così puro e pronto a distruggere l’uomo.
(Fabrizio Caramagna)

Con il Global warming, d’estate ci sono temporali e bombe d’acqua, e quando non piove ci sono scrosci di sole bollente sulla testa.
(Fabrizio Caramagna)

Sotto l’albero c’era un’ombra. Ma anch’essa bruciava. Tutto era oppresso dal calore. E io mi muovevo come se facessi sforzi enormi per fendere l’aria spessa, per sciogliermi da qualcosa che mi teneva avvinto con il suo mantello polveroso e rovente. Era il giorno più caldo dell’anno.
(Fabrizio Caramagna)

Le estati stanno diventando tutte così calde
che ci trasformeremo in vampiri condannati ad amare la notte,
a soffrire il chiarore del giorno,
il soffio rovente dell’Alta pressione.
(Fabrizio Caramagna)

Nell’epoca del Global warming e del riscaldamento climatico, le ali di cera di Icaro si sarebbero sciolte subito e Icaro non sarebbe mai morto.
(Fabrizio Caramagna)

Riscaldamento climatico, fusione dei ghiacciai, innalzamento delle acque. “Dopo di me il diluvio” lo disse Luigi XV ma potrebbe dirlo anche l’orso polare che già sente arrivare la sua fine.
Lui un giorno si sarà estinto, noi invece saremo sommersi dalle acque degli oceani.
(Fabrizio Caramagna)

In pescheria: “Buongiorno, mi dà anche un sacchetto di plastica?”
“Guardi qui, dovrebbe essere nello stomaco di questo tonno”.
(Fabrizio Caramagna)

Se nella teoria darwiniana dell’evoluzione esiste davvero un adattamento della specie, le meduse dovrebbero assomigliare sempre di più a un sacchetto di plastica, al fine di non essere mangiate dai delfini e dalle tartarughe.
(Fabrizio Caramagna)

Dopo 2000 anni il re Alessandro Magno tornò da Diogene e questa volta il filosofo disse: “Spostati, che mi stai nascondendo il buco nell’ozono!”.
(Fabrizio Caramagna)

I nostri contemporanei si mobilitano più facilmente per il futuro della loro pensione che per quello del pianeta, quando il pianeta è già entrato nella fase della pensione e si appresta – scossa dal global warning e dalle pandemie – a perdere tutti i suoi beni faticosamente accumulati nel corso dei millenni.
(Fabrizio Caramagna)

La terra: una foglia appesa all’albero dell’universo.
(Fabrizio Caramagna)

Come nei giochi dei bambini le linee di gesso segnano confini invalicabili, superati i quali può succedere ogni cosa, così nella storia ci sono linee immaginarie oltre le quali cambia tutto e inizia un’epoca diversa.
Con le temperature di questi ultimi anni, inizia una nuova epoca meteorologica, fatta non solo di bombe d’acqua, ma anche e soprattutto (e qui conio un termine nuovo) di “bombe d’aria calda”, silenziose, invisibili, ma non meno nefaste per l’uomo e l’ambiente.
Siamo ancora in tempo per evitare la catastrofe, ma occorre che i governi mondiali intervengano subito.
(Fabrizio Caramagna)

Se i ghiacci si sciolgono, se la calotta polare sparisce, dove nascerà il bianco?
(Fabrizio Caramagna)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.