Frasi e aforismi su ambiente e ecologia

Frasi e aforismi sull’ambiente e l’ecologia, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sulla natura, Frasi e aforismi sulla terra, Frasi e aforismi sugli animali e Frasi e aforismi sui cambiamenti climatici e il global warming.

**

Frasi e aforismi su ambiente e ecologia

Se ci si fermasse ad ascoltare il lavoro delle radici, chi riuscirebbe a dormire?
(Fabrizio Caramagna)

La bellezza della natura dipende dagli occhi con cui la guardiamo ma anche dalla cura che ce ne prendiamo.
(Fabreizio Caramagna)

Pensa solo a dove saremmo adesso, se la natura se ne andasse e ci lasciasse da soli con i nostri giocattoli tecnologici.
(Fabrizio Caramagna)

Un lago dalle acque calme? L’uomo non può fare a meno di lanciare una pietra.
Una grotta piena di mistero e di silenzio? L’uomo non può fare a meno di gridare.
Una stella marina sul fondo del mare? L’uomo non può fare a meno di portarla in superficie.
La natura deve essere davvero stanca dell’uomo.
(Fabrizio Caramagna)

Ogni filo d’erba sembra contenere una biblioteca dedicata alla meraviglia, al silenzio e alla bontà.
(Fabrizio Caramagna)

Davanti a un prato apriti alla chiarezza, abbraccia la semplicità, cancella l’egoismo. Vedi tutto come se fosse il seme di qualcosa.
(Fabrizio Caramagna)

Cambiamenti climatici: dominano l’aria e il fuoco, e sempre meno la Terra.
(Fabrizio Caramagna)

I fiumi sono tutti in secca per l’aridità. E io sono al minimo storico di comprensione del mondo.
(Fabrizio Caramagna)

L’uomo di oggi pensa di essere un gigante sulle spalle di una terra che ha ridotto a nano.
Ma il nano si sta ribellando a colpi di virus, terremoti, tempeste e cambiamenti climatici.
(Fabrizio Caramagna)

Grazie alla sua capacità distruttiva l’uomo è riuscito a inquinare i tre elementi: l’aria, l’acqua, la terra. Quanto al quarto, il fuoco, mai come adesso è diventato così puro e pronto a distruggere l’uomo.
(Fabrizio Caramagna)

Riscaldamento climatico, fusione dei ghiacciai, innalzamento delle acque. “Dopo di me il diluvio” lo disse Luigi XV ma potrebbe dirlo anche l’orso polare che già sente arrivare la sua fine.
Lui un giorno si sarà estinto, noi invece saremo sommersi dalle acque degli oceani.
(Fabrizio Caramagna)

Anche l’animale è diventato un migrante, cacciato dai suoi luoghi naturali, obbligato a fuggire dalle foreste come il pipistrello, a cercare il suo pasto in città come l’orso e il cinghiale, a espandersi in terre lontane come la zanzara della febbre gialla.
Li mandiamo via dai loro luoghi e poi li accusiamo di portarci malattie, virus, furti e razzie.
(Fabrizio Caramagna)

Il problema è che ci sono migliaia di libri sugli animali scritti dagli zoologi e neanche un libro sugli animali scritto da un animale (un libro sugli uomini scritto da un animale sarebbe il libro dei libri!)
(Fabrizio Caramagna)

Cambiamenti climatici, pandemie, guerre e genocidi: il futuro comincia a scarseggiare. Ce n’è sempre di meno.
(Fabrizio Caramagna)

In pescheria: “Buongiorno, mi dà anche un sacchetto di plastica?”
“Guardi qui, dovrebbe essere nello stomaco di questo tonno”.
(Fabrizio Caramagna)

I nostri contemporanei si mobilitano più facilmente per il futuro della loro pensione che per quello del pianeta, quando il pianeta è già entrato nella fase della pensione e si appresta – scossa dal global warning e dalle pandemie – a perdere tutti i suoi beni faticosamente accumulati nel corso dei millenni.
(Fabrizio Caramagna)

Quando sei nella natura, senti il bisogno di impegnarti in qualcosa di assoluto – la vita, la bellezza o l’invisibile – senti che sopra di te c’è una legge misteriosa, al posto delle leggi assurde e incomprensibili create dall’uomo.
(Fabrizio Caramagna)

Ho vissuto senza natura. Poi con la natura. Poi, nella natura. Adesso non vivo più che per la natura.
(Fabrizio Caramagna)

La terra: una foglia appesa all’albero dell’universo.
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.