Frasi e aforismi sull’oscillare

Frasi e aforismi sull’oscillare e l’oscillazione, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sull’equilibrio, Frasi e aforismi sul bivio e l’incrocio, Frasi e aforismi sul dondolare e Frasi e aforismi sull’indecisione.

**

Frasi e aforismi sull’oscillare e l’oscillazione

E’ di fronte alla tentazione, oscillanti tra la dignità e la debolezza, che si scopre chi siamo.
(Fabrizio Caramagna)

Tremare, inteso anche come oscillare tra dimensioni sconosciute.
(Fabrizio Caramagna)

La vita è un pendolo che oscilla tra la noia e “il primo e poi lo faccio”.
(Fabrizio Caramagna)

Oggi ho l’umore oscillante, tra un astronauta perso nello spazio e una bolla di sapone pronta a scoppiare in qualsiasi momento.
(Fabrizio Caramagna)

Il fatto è che oscilliamo tutti tra ostinazione e rinuncia.
La perseveranza è una rarità.
(Fabrizio Caramagna)

Siamo tutti così, in perenne bilico
tra la paura di lasciarsi guardare
e la delusione di non essere visti.
(Fabrizio Caramagna)

Sui social oscilliamo tra il desiderio di trasformare l’altro in realtà, e la paura di perdere la magia.
(Fabrizio Caramagna)

Ogni attimo vissuto oscilla tra desiderio e nostalgia.
(Fabrizio Caramagna)

In spiaggia adoro stare in bilico tra le mie infinite possibilità.
E poi nuotare, e poi prendere il sole, e poi sognare, e poi no, poi forse sì, ma non ancora.
(Fabrizio Caramagna)

Le serate sono sempre belle quando puoi stare in bilico fra un sogno e un bicchiere pieno da dividere con qualcuno.
(Fabrizio Caramagna)

Un tempo bloccato tra un’ora e l’altra, e un desiderio che, in bilico, non sa se provarci o mollare la presa.
(Fabrizio Caramagna)

La giustizia, oscillando tra la spietatezza e la tolleranza, cerca continuamente di essere giusta.
(Fabrizio Caramagna)

Questa società oscilla tra il disturbare in continuazione e il menefreghismo.
(Fabrizio Caramagna)

La vita sussurra il suo ennesimo enigma, e tu la osservi mentre oscilla tra il mistero e l’apertura luminosa.
(Fabrizio Caramagna)

Siamo tutti appesi a un unico muro mediante un identico chiodo. Solo varia l’oscillare del quadro nel suo pendere più da una parte che dall’altra. Secondo i capricci del caso e la mutevolezza della nostra natura.
(Fabrizio Caramagna)

Basta poco perché una parola diventi musica, nota oscillante tra il detto e il sussurrato.
(Fabrizio Caramagna)

Quando sei innamorato, anche la tua ombra ha delle oscillazioni improvvise e non riesce ad aderire alle cose. Vorrebbe volare.
(Fabrizio Caramagna)

La carezza degna di questo nome ha bisogno del suo tempo. Né rapida né svogliata, essa oscilla tra il tocco che incanta e lo sguardo che si illumina.
(Fabrizio Caramagna)

Ragazze con i tacchi altissimi
che oscillano come un pendolo:
segnano l’ora esatta della bellezza.
(Fabrizio Caramagna)

L’amore mette la coppia in equilibrio. Un solo filo lega due bordi indefiniti al di sopra del vuoto. Ciascuno dei due bordi si bilancia in una continua oscillazione per stare sullo stesso piano.
(Fabrizio Caramagna)

In amore non esistono dei modelli ideali o delle regole fisse. L’amore è sempre in bilico, l’amore deve sempre inventare se stesso.
(Fabrizio Caramagna)

Chi oscilla su una indecisione va fuori tempo.
(Fabrizio Caramagna)

La mia incompatibilità al gruppo (che rischia sempre di diventare un gregge) sta tutta nell’improvviso interesse per un bombo che fa oscillare il petalo di un fiore.
(Fabrizio Caramagna)

Sono in bilico sul cornicione della vita. Coi pensieri a penzoloni. Il capo che tocca le stelle. E i desideri che oscillano nel vento.
(Fabrizio Caramagna)

Come un acrobata vorrei saltare dentro i due cerchi d’oro che oscillano lievi sulle tue orecchie e cadere nella rete dei tuoi baci.
(Fabrizio Caramagna)

Il fenicottero sta ritto su un piede,
mentre l’altra zampa, prodigio della statica,
oscilla distesa nell’aria,
contrappeso misterioso della natura
per bilanciare la realtà con la magia.
(Fabrizio Caramagna)

La mongolfiera si solleva e veleggiando oscilla
mossa dalle brezze. Chiamati dalle sue altezze,
tutti i sogni si dirigono in cielo
e dall’alto mandano notizie di stupore.
(Fabrizio Caramagna)

Utopie, farfalle, altalene e altre cose su cui mi piacerebbe salire e oscillare nel vento.
(Fabrizio Caramagna)

Trovarono il filosofo impiccato alla fine della domanda, il corpo oscillante sotto il punto interrogativo.
(Fabrizio Caramagna)

Com’è e come sarà.
L’ansia corre da un estremo all’altro, oscillando inquieta tra queste due dimensioni.
(Fabrizio Caramagna)

Quelle cose che ci vengono in mente alle tre del mattino, e che oscillano tra il genio e la stupidità.
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.