Frasi e aforismi sulla fatica

Frasi e aforismi sulla fatica e il faticare, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sulla stanchezza, Frasi e aforismi sul lavoro e Frasi e aforismi sulla pigrizia.

**

Frasi e aforismi sulla fatica

La misura di certi giorni sono le scale che sali faticosamente, lo sguardo basso e la chiave che non gira nel modo giusto nella porta.
(Fabrizio Caramagna)

Le cose che stancano e affaticano di più, sono le cose mai avvenute.
(Fabrizio Caramagna)

Nessun libro o trattato può spiegare la fatica. E’ come l’amore. Sono cose che bisogna averle fatte.
(Fabrizio Caramagna)

Quella fatica così generosa, che ci permette di condurre la nostra vita in un terreno finalmente seminato.
(Fabrizio Caramagna)

Credo solo a chi chi ha appena conosciuto la fatica. È l’unica emozione davvero sincera.
(Fabrizio Caramagna)

La facilità della fortuna brucia il bello della fatica. Ma non dura.
(Fabrizio Caramagna)

Di notte gli adulti pensano ancora alle fatiche del giorno. Solo i bambini si addormentano stremati di mistero.
(Fabrizio Caramagna)

Mi piacciono le mani,
Dentro c’è sempre la fatica, il desiderio, la meraviglia, il calore, il mondo.
(Fabrizio Caramagna)

Uno dei più grossi problemi della società contemporanea è quello di volere raggiungere l’obiettivo senza passare attraverso la fatica, l’esperienza e il sacrificio.
(Fabrizio Caramagna)

Oggi l’idea del sacrificio è stata rimossa: tutto è dovuto, non deve esserci fatica e impegno. E, anzi, bisogna vergognarsene. Come se la vera vergogna non fosse quella di chiedere agli altri ciò che dovremmo chiedere prima di tutto a noi stessi.
(Fabrizio Caramagna)

Mi piace riposare, non fare nulla; ma non è possibile goderselo se prima non si è fatto qualcosa di faticoso. La pigrizia deve essere un premio.
(Fabrizio Caramagna)

In un quadro un colore costruisce ponti, scale e passaggi segreti per congiungersi con altri colori. Noi vediamo solo il disegno finale e non immaginiamo la fatica di questo cercarsi.
(Fabrizio Caramagna)

Il gioco della maratona è così:
c’e una città da sogno, due gambe, un cuore, una cascata di sudore e una fatica bestiale ma bellissima.
(Fabrizio Caramagna)

La rabbia è la più faticosa delle emozioni, perché richiede un certo dispendio fisico e, solitamente, nessun piacere di ritorno.
(Fabrizio Caramagna)

Ti stimola e ti scorta, ti rimette in fila i desideri,
invisibile e infaticabile, la passione ti difende.
(Fabrizio Caramagna)

La dolcezza del tramonto. Quando il silenzio risale dalle cose affaticate dal giorno e si spande nel cielo.
(Fabrizio Caramagna)

Da una forma leggera e felice di fatica si riceve talvolta un modo di pensare più intenso.
(Fabrizio Caramagna)

L’evidenza racchiude in sé qualcosa di definitivo, è una verità che non conosce sforzo o fatica.
(Fabrizio Caramagna)

Delle vele amo la capacità di invertire la rotta in pochi secondi.
Non hanno la nostra lentezza e fatica nel cambiare le cose.
(Fabrizio Caramagna)

Enorme è la fatica di dire qualcosa di sensato in una chat,
in questo cantiere dove il senso viene continuamente ucciso.
(Fabrizio Caramagna)

Nuotare controcorrente è faticoso. Però che tristezza questi tronchi molli e fatiscenti che si lasciano andare fino al mare.
(Fabrizio Caramagna)

Mentire talvolta riposa, ma mentire a se stessi è una fatica immensa.
(Fabrizio Caramagna)

E’ meno faticosa la piattezza continua della mediocrità che il fuoco dello spirito.
(Fabrizio Caramagna)

Non affaticava il cervello: lo metteva già a dura prova durante le partite di calcio e davanti alla playstation.
(Fabrizio Caramagna)

Venerdì è il battito d’ali di una colomba che saluta il torpore e la fatica della settimana.
(Fabrizio Caramagna)

Facciamo sempre fatica a credere che Dio abbia creato a sua somiglianza persone che non sono fatte a nostra somiglianza.
(Fabrizio Caramagna)

Qualche volta faccio meno fatica a credere ciò che ignoro che a tenere per vero ciò che so.
(Fabrizio Caramagna)

L’insegnante può essere due cose: un burocrate che ogni giorno ripete la routine e la fatica dell’insegnare.
Oppure un esploratore che ogni giorno studia, cerca, immagina nuovi modi e nuove strade di insegnamento.
(Fabrizio Caramagna)

Attraverso la lotteria lo Stato perde autorità e si mette sullo stesso piano di un ciarlatano: con l’illusione di una vincita, statisticamente quasi impossibile, spilla un sacco di soldi ai cittadini. Inoltre insinua in loro l’idea che si possano fare i soldi senza nessuna fatica.
(Fabrizio Caramagna)

Le fatiche e le rabbie,
gli amori e le passioni,
ci guardano dalle lapidi dei cimiteri.
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.