Frasi e aforismi sulla crescita

Frasi e aforismi sulla crescita e il crescere, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati si veda Frasi e aforismi sulla nascita e il nascere, Frasi e aforismi sulla maturità, Frasi e aforismi sulla vita e Frasi e aforismi sul tempo.

**

Frasi e aforismi sulla crescita e il crescere

Il corpo cresce lentamente e costantemente fino all’età di diciott’anni.
L’anima, invece, può arrivare alla sua piena statura nel giro di un’ora (basta un pomeriggio di vento, di sogni e di letture) oppure può restare piccola per anni e anni senza mai svilupparsi.
Molti muoiono con un’anima che non è mai cresciuta.
(Fabrizio Caramagna)

Piegati, spezzati, crolla. Ma torna a crescere.
Esercita il tuo diritto di rifiorire.
(Fabrizio Caramagna)

Siamo papaveri selvaggi, quelli che restano ai margini e crescono nei posti più impensati.
Quelli che non fanno numero, che non vanno nei giardini curati e ordinati, che amano le erbacce e le loro storie complicate.
(Fabrizio Caramagna)

Con l’età, il corpo si consuma, ma crescono le ali.
(Fabrizio Caramagna)

Dalle radici puoi vedere che albero crescerà, questo non significa tu possa prevedere quanti frutti saprà donare o quanto in alto potrà spingersi. Non possiamo controllare tutto.
(Fabrizio Caramagna)

Sono figlio di genitori modesti: sono cresciuto con quel “guadagnatelo” nelle orecchie per tutto quello che andasse oltre il necessario.
(Fabrizio Caramagna)

Cresci quando impari a fare selezione.
Non compri più perché è in sconto.
E neppure se è gratis.
Scegli tu.
Noncurante se il prezzo è alto.
(Fabrizio Caramagna)

Il tuo cuore è un giardino. Alcuni ti hanno rubato i fiori più belli, altri hanno seminato erbacce. Non cercare ciò che hai smarrito. I fiori colorati possono crescere in qualsiasi momento. Continua a seminare la luce. Tutto ciò di cui ha bisogno sta crescendo dentro di te.
(Fabrizio Caramagna)

Viaggi interiori da cui torni senza avere compreso nulla, in cui non riesci a riconoscerti, perdendo così un’occasione di crescita.
(Fabrizio Caramagna)

Ostentare maschere che non ci appartengono nuoce gravemente alla nostra crescita.
(Fabrizio Caramagna)

Crescere dentro ed evolversi,
è un modo diverso di contare gli anni.
Senza saperlo,
festeggiamo compleanni invisibili.
(Fabrizio Caramagna)

Il buon senso e la prudenza sono un po’ come il papà e la mamma: ci proteggono e ci indicano la retta via, ma tendono a non farci crescere.
(Fabrizio Caramagna)

Crescere un figlio
è avanzare verso il futuro e tornare indietro nel passato.
E’ fare progetti e provare ricordi,
è essere adulto e bambino,
come un cavallo a dondolo
che ondeggia nella stanza del tempo.
(Fabrizio Caramagna)

I giovani cresciuti tra mille agi, con i genitori pronti a colmare mancanze e privazioni con ogni genere di rimedi e sostituti, poi non sono capaci a reggere una frustrazione.
(Fabrizio Caramagna)

Come ti sei fatto grande, disincanto.
Eri accanto a me e non ti ho visto crescere.
Hai gli occhi di chi ha visto troppe cose
e la pelle è piena di rughe e cicatrici.
(Fabrizio Caramagna)

Il paradosso del desiderio: meno lo nutri e più cresce.
(Fabrizio Caramagna)

Il cuore non è come la mente.
Il cuore non cresce, non migliora, non impara dagli errori, ecco perché a volte ci sentiamo ridicoli a parlare di esperienza.
(Fabrizio Caramagna)

Gli altri pensino ai soldi e al successo.
Noi bambini mai cresciuti lottiamo per cose serie, tipo chi sale per primo sull’altalena.
(Fabrizio Caramagna)

Io non volevo crescere.
Volevo solo raggiungere i biscotti che stavano in alto.
E vedere che colore avevano i fiori oltre il muro del mio vicino.
(Fabrizio Caramagna)

Ricordo il mangiacassette,
la luce che si spegneva all’improvviso
e il ballare stretti stretti a un corpo.
Da qualche parte dell’universo
la mia ombra balla ancora
e si chiede perché io abbia voluto crescere
e proseguire nella direzione del tempo.
(Fabrizio Caramagna)

Mi sento come le piante che per crescere si spostano verso la luce.
Per questo appena posso vado al mare.
(Fabrizio Caramagna)

Per me crescere è aggiungere nuova infanzia alla vita adulta.
(Fabrizio Caramagna)

I “Non adesso”, poi crescono e diventano “Mai”.
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.