Frasi e aforismi sullo scrivere e la scrittura

Frasi sullo scrivere e la scrittura, di Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sul libro e la lettura.

La scrittura – anche quella più delicata – è il cuore messo a nudo, è oltraggio al pudore, è brivido.
La scrittura finta e mascherata la riconosci subito. E vuota e scontata e non mette in pericolo nessuna parte di noi.
(Fabrizio Caramagna)

La vita è un caos incoerente che sta in piedi solo grazie alla sintassi della scrittura.
(Fabrizio Caramagna)

Così si riconosce uno scrittore: i margini della vita in cui vive sono per lui una pagina piena.
(Fabrizio Caramagna)

Lo scrittore crede nella metempsicosi, nella trasmigrazione delle anime… lui vuole diventare il suo libro, reincarnarsi in lui, vivere una nuova vita meno fallace e transitoria…
(Fabrizio Caramagna)

Cose belle: le mani sporche di inchiostro dello scrittore, le mani sporche di gesso delle maestre, le mani sporche di cielo dei bambini.
(Fabrizio Caramagna)

Per la maggior parte degli scrittori il romanzo è la forma finale del loro lavoro, ciò a cui tendono tutte le loro energie. Per me invece il romanzo è un oggetto da sgretolare in tanti piccoli frammenti, un tutto a cui togliere forza per donarla alle sue singole parti.
(Fabrizio Caramagna)

Credersi scrittori è una malattia che si cura leggendo.
(Fabrizio Caramagna)

Lo scrittore mediocre smise di scrivere. E tutte le pagine bianche diedero una festa, ringraziando di essere state risparmiate
(Fabrizio Caramagna)

Senza traversine e bulloni nel binario, deraglia il treno.
Senza tecnica e buone letture, deraglia la scrittura.
(Fabrizio Caramagna)

La posterità, avendo selezionato solo i buoni scrittori, non ci ha mostrato quali forme di mediocrità letteraria imperversavano in passato.
Dobbiamo pertanto contentarci della mediocrità contemporanea, che comunque è davvero vasta per chi voglia studiarla da vicino.
(Fabrizio Caramagna)

La cosa più difficile dello scrivere non è aggiungere, ma sottrarre, togliere, eliminare. Tutti sono capaci ad aggiungere personaggi, storie, capitoli, pochi sanno eliminare.
(Fabrizio Caramagna)

Bisogna aver vissuto per scrivere, come pretendono alcuni? Io non lo penso. Credo invece che si debbe essere sempre sul punto di morire per scrivere le cose migliori.
(Fabrizio Caramagna)

Conosco un poeta
che non sa scrivere
ma quando guarda un fiore
questo si mette a cantare.
(Fabrizio Caramagna)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.