Frasi e aforismi sul libro e la lettura

Frasi e aforismi sul libro e la lettura, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sulla poesia, Frasi e aforismi sullo scrivere e la scrittura e Frasi e aforismi sulla biblioteca.

**

Frasi e aforismi sul libro e la lettura

Leggere un libro non è uscire dal mondo, ma entrare nel mondo attraverso un altro ingresso.
(Fabrizio Caramagna)

Quando finisci un libro e lo chiudi, dentro c’è una pagina in più. La tua.
(Fabrizio Caramagna)

Dopo le stelle e i bambini, ciò che c’è di più bello al mondo, è un libro.
(Fabrizio Caramagna)

Ogni libro è un viaggio, e l’unico bagaglio che portiamo con noi è l’immaginazione.
(Fabrizio Caramagna)

Una libreria non è solo un negozio, è un richiamo per i silenziosi e i sognatori, un luogo segreto e incantato nel quale possiamo sparire e tornare in un altro secolo e raggiungere un’altra dimensione.
(Fabrizio Caramagna)

Amo la solitudine della lettura, il poter entrare in un altro mondo, il delizioso profumo dell’ultima pagina.
(Fabrizio Caramagna)

Propongo il termine di “biblioalgia” per quella tristezza che si ha quando si finisce di leggere un bel libro e si ha difficoltà a a cominciarne un altro.
(Fabrizio Caramagna)

Leggo perché una vita non basta per tutti i destini che ho dentro di me.
(Fabrizio Caramagna)

Dopo aver letto un un libro le parole non sono più le stesse, si alzano in alto, in un ossigeno rarefatto, dove sembrano respirare meglio che sulla terra.
(Fabrizio Caramagna)

In libro ci sono cose che un ebook non ci saranno mai. Risa scritte a matita, fiori secchi tra le pagine, biglietti del treno dimenticati, orecchiette sui bordi consumati, righe inumidite dalle lacrime, odore di tempo e di carta, e quei quei solchi spessi sotto certe parole, che a guardarli bene non sono sottolineature, ma graffi della nostra anima.
(Fabrizio Caramagna)

Come fanno certi libri a restare così tranquilli, dopo aver rapito l’anima del lettore.
(Fabrizio Caramagna)

Il libro. Quando l’apriamo è una mappa del tesoro, quando lo chiudiamo è un forziere pieno di luce.
(Fabrizio Caramagna)

Ci sono ancora strade segrete che conducono a luoghi magici.
Alcune sono chiamate libri, altre persone.
(Fabrizio Caramagna)

Mi piaci perché hai un sapore di libri, torta di mele e batticuore.
(Fabrizio Caramagna)

La mia unica forma di vendetta è leggere più libri dei miei nemici.
(Fabrizio Caramagna)

I libri migliori sono quelli di cui si non si vuole girare le pagine per paura che finiscano
(Fabrizio Caramagna)

Ciao, piccolo stupore luminoso che ti aggiri silenzioso tra le mie dita.
Oggi mi fai compagnia insieme a un buon libro.
(Fabrizio Caramagna)

Sebbene si legga un libro con gli occhi, la vibrazione più intensa è tra le scapole. Quel piccolo brivido dietro la schiena, dove un tempo erano le nostre ali, è la più alta forma di emozione che si possa provare durante la lettura.
(Fabrizio Caramagna)

La mia città ideale dovrebbe avere una sola lunga strada principale, e in fondo gelsomini e colorate bancarelle di libri.
(Fabrizio Caramagna)

Adeguandosi al passaggio del libro cartaceo all’ebook e alla sua progressiva dematerializzazione, anche i lettori si sono dematerializzati.
(Fabrizio Caramagna)

Leggendo un libro, un uomo trovò tra le pagine un vecchio biglietto d’amore e un numero di telefono di una sua fiamma che aveva dimenticato. Quella sera la chiamò e uscì insieme.
Se avesse letto l’ebook, sarebbe ancora single!
(Fabrizio Caramagna)

Se vuoi avere la possibilità di vivere una seconda vita, comincia a leggere un libro.
(Fabrizio Caramagna)

In libreria.
Chi è attratto dalla copertina del libro.
Chi dal prezzo.
E chi dagli occhi che sfogliano le pagine, lentamente, con l’indice leggero…
(Fabrizio Caramagna)

Un libro non è altro che un noioso dizionario scosso dall’autore con una tale destrezza che le parole ricombinandosi danno luogo a qualcosa di magico.
(Fabrizio Caramagna)

Lo scaffale della libreria ha un buco nascosto attraverso il quale, ogni notte, i personaggi dei romanzi scappano e vanno a vivere storie mai vissute. Così può succedere che Anna Karenina si innamori di Florentino Ariza e D’Artagnan sfidi a duello Scrooge. Al mattino ciascuno torna nella sua pagina e nessuno si accorge di nulla.
(Fabrizio Caramagna)

Quella notte, mentre gli uomini dormivano, tutti i libri si aprirono per un istante alla stessa pagina – una pagina che nessun lettore aveva mai letto – e mostrarono la vera storia di Dio e dell’Universo. Ma la vide solo un gatto e se ne andò senza dir nulla.
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *