Frasi e aforismi sul lungomare

Frasi e aforismi sul lungomare e la passeggiata sul mare, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sul mare, Frasi e aforismi sul pontile e il molo, Frasi e aforismi sul porto e Frasi e aforismi sui vicoli.

**

Frasi e aforismi sul lungomare

Il mio paese sembra più leggero la sera,
quando la gente lascia le spiagge
e il bagnino chiude gli ombrelloni,
quando i colori appaiono più veri
nell’aria fresca del lungomare
e il campanile segna un’ora
che esiste solo d’estate.
(Fabrizio Caramagna)

Vieni con me?
Ci inventeremo un binario, una valigia, uno sguardo complice e una passeggiata sul lungomare.
(Fabrizio Caramagna)

Sono da sempre alla ricerca di un posto nel mondo, possibilmente defilato e con vista sul mare.
(Fabrizio Caramagna)

In un pontile sul mare, al tramonto, ci sono sempre cose speciali.
(Fabrizio Caramagna)

Amo il mare. Per ogni bracciata che mi fa sentire libero, per i moli dritti e luminosi, dove incontro di nuovo il vento.
(Fabrizio Caramagna)

Potremmo fermarci qui, ad aspettare il tramonto da questa terrazza sul mare. La brezza leggera. I pensieri che si intrecciano tra le dita e i tuoi capelli mossi. Il collo scoperto e io che sorrido.
(Fabrizio Caramagna)

Un concerto sul lungomare, il vento che ti attraversa i capelli, mentre sulla pelle vibra, insieme alla musica, l’incanto.
(Fabrizio Caramagna)

Voglia di lungomare, scogliere e anfratti da cui guardare il mondo e baci interminabili.
(Fabrizio Caramagna)

Una di queste sere portami al mare, ho voglia di quel jazz estivo vicino al solito muretto del lungomare, del mojito sulla sabbia, di camminare a piedi scalzi per andare a vedere com’è bello l’inaspettato.
(Fabrizio Caramagna)

Vicoli, piazzette, slarghi, lungomare.
Io non sono uno da autostrade.
(Fabrizio Caramagna)

Non c’è posto migliore di un muretto sul lungomare e una persona da abbracciare.
(Fabrizio Caramagna)

Chi abita vicino al mare, sente crescere il corallo di notte, impara il linguaggio delle onde e della luna, conosce i segreti di ogni conchiglia.
(Fabrizio Caramagna)

Quando torno al mio paese, potrei camminare a occhi bendati e indicare i metri esatti in cui finisce la piazzetta e inizia il lungomare.
Potrei riconoscere le nuvole e le stelle solo dal soffio della brezza
I luoghi che amiamo sono come le persone, identificabili da un un nonnulla. Da quel profumo del cielo, da quella rotondità del marciapiede, da quel suono degli alberi.
(Fabrizio Caramagna)

Quando non riesco a vedere il futuro è nel mio paese che ritrovo l’azzurro e il vento sul lungomare e un nuovo slancio verso il possibile.
(Fabrizio Caramagna)

Gli ultimi fuochi di artificio segnano la fine dell’estate, anche le chiome degli alberi sono gonfie di aspettative disattese, sul lungomare di sera c’è ancora il suono del piano bar, ma le canzoni hanno un ritmo meno convinto.
(Fabrizio Caramagna)

In autunno il lungomare deserto racconta alle palme le storie degli amori estivi.
(Fabrizio Caramagna)

Le piaceva costeggiare diverse volte l’alba sul lungomare, in bicicletta, riempiendo il cielo con la sua presenza (e i capelli lunghissimi, sparsi alla prima brezza)
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.