Frasi e aforismi sull’uccidere

Frasi e aforismi sull’uccidere e l’ammazzare, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sulla morte, Frasi e aforismi sulla distruzione e Frasi e aforismi sulla violenza.

**

Frasi e aforismi sull’uccidere e l’ammazzare

In guerra si passa dal comandamento “Non uccidere” a “Uccidi più nemici che puoi”. E si sa che è più facile disobbedire a Dio che ai generali.
(Fabrizio Caramagna)

La differenza tra l’animale e l’uomo? L’animale non uccide per un capriccio.
(Fabrizio Caramagna)

Non date una seconda opportunità a chi vi ha ucciso alla prima
(Fabrizio Caramagna)

Il tempo uccide ogni istante. Mi ha ucciso un po’ di più mentre scrivevo questo. E un po’ di più ancora, mentre lo stavo rileggendo.
(Fabrizio Caramagna)

Il tempo ogni giorno compie la sua opera. Uccide il tempo.
(Fabrizio Caramagna)

Tutti siamo dei criminali senza saperlo. Quello che abbiamo fatto nella vita, o anche quello che non abbiamo fatto, potendo farlo, forse, anche se in in una maniera indiretta, sta uccidendo qualcuno.
(Fabrizio Caramagna)

Le coppie moderne
si uccidono così,
a colpi di litigi e tradimenti disperati e discreti,
eppure si amano (almeno così dicono)
(Fabrizio Caramagna)

Non posso stare con te perché mi uccidi,
né senza di te perché muoio.
(Fabrizio Caramagna)

Ho ucciso troppe versioni di me stesso
per accettare ancora di trasformarmi in quello
che il mondo vuole che io sia.
(Fabrizio Caramagna)

Sono arrivato più vicino al vuoto
quando stavo con una persona
che mi parlava solo di progetti ambiziosi
e case da arredare e feste da organizzare
e superfluo da esibire.
La nostra vita era come una tomba.
Ci uccidevamo restando aggrappati
al nulla che eravamo diventati.
(Fabrizio Caramagna)

Nella depressione è l’anima che – non più a suo agio, estranea, sofferente come un destino mancato – tenta di uccidere il corpo.
(Fabrizio Caramagna)

La depressione ammazza a voce bassa.
(Fabrizio Caramagna)

Vorrei trovare il punto debole delle mie ansie e ucciderle in un grande duello.
(Fabrizio Caramagna)

Per fortuna il ridicolo non uccide: che cosa ce ne faremmo di tutte queste montagne di cadaveri!
(Fabrizio Caramagna)

Siamo troppo indulgenti con la banalità, un male silenzioso che uccide ogni giorno linguaggio e pensiero.
(Fabrizio Caramagna)

La democrazia non è esente da traumi e malattie.
Ma la dittatura è un medico che uccide il malato.
(Fabrizio Caramagna)

Lo strano destino della bellezza: di essere cercata, ammirata,
ma anche negata, svilita, talvolta violentata e uccisa.
(Fabrizio Caramagna)

I violenti non possono nulla contro i non-violenti perché l’unica possibilità che hanno è di ucciderli.
(Fabrizio Caramagna)

A settembre ci sono ombre assassine che vanno in giro a cercare di uccidere le luci dell’estate.
(Fabrizio Caramagna)

La iena è un animale politico, mentre ti uccide si contorce dalle risate.
(Fabrizio Caramagna)

Il ragno, peloso e nero, che mi crede buddhista perché non lo uccido. Quando invece sono solo superstizioso.
(Fabrizio Caramagna)

Lo sguardo di un pesce è uno sguardo d’acqua. Non ci guarda, non lo sentiamo posarsi su di noi. E’ acqua e vetro.
Forse per quello lo sentiamo così distante da noi e lo uccidiamo senza rimorsi.
Eppure un pesce ha un’anima, e anche lui una volta si è innamorato al chiarore della luna e ha sognato dentro le profondità del mare.
(Fabrizio Caramagna)

L’abitudine aiuta la rassegnazione a uccidere la speranza.
(Fabrizio Caramagna)

Il tragico paradosso è che anche i criminali adorano i loro cani, accarezzano i loro figli, fanno del bene ai loro cari. Chi rapina, stupra, uccide, può anche aver costruito qualcosa di buono in qualche parte della sua vita infernale.
(Fabrizio Caramagna)

In realtà Abele si suicidò e Caino, per non addolorare il padre e farlo sentire un fallito, gli raccontò una storia più movimentata dove alla fine era stato costretto a ucciderlo.
(Fabrizio Caramagna)

Uccisero Dio per potersi suicidare tranquillamente al posto suo.
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.