Frasi e aforismi sull’astratto e l’astrazione

Frasi e aforismi sull’astratto e l’astrazione, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sulla concretezza e il concreto, Frasi e aforismi sulla fantasia e l’immaginazione e Frasi e aforismi sull’arte.

**

Frasi e aforismi sull’astratto

C’è in quello che immagino qualcosa che non riesco a vedere. Che fa la magia di quello che immagino.
(Fabrizio Caramagna)

La fantasia e l’astrazione. Viaggiare per ore in compagnia di cavalli alati, trapezisti del circo, elefanti rosa e amanti di Magritte. Tutti a piedi scalzi sulle nuvole.
(Fabrizio Caramagna)

Quando astraggo, parto dalla lettera A e arrivo su Alpha Centauri in un attimo.
(Fabrizio Caramagna)

L’astrazione ama inseguire ciò che la concretezza ha perso.
(Fabrizio Caramagna)

L’astrazione ha una visione nitidissima dell’irrealtà dei fatti.
(Fabrizio Caramagna)

La pittura astratta è la presenza di ciò che non si vede senza essere l’assenza di ciò che si vede.
(Fabrizio Caramagna)

Si dice che l’arte figurativa lasci intatta la realtà e che l’arte astratta evada da essa per cercare altre realtà.
Ma non esiste arte che lasci intatta la realtà. Tutte la trasformano.
(Fabrizio Caramagna)

Dietro ogni idea, anche la più astratta, c’è un’esperienza emotiva che l’ha in qualche modo coltivata.
(Fabrizio Caramagna)

Per me un caffè e un quadro astratto tra quelle due nuvole.
(Fabrizio Caramagna)

La musica è una astrazione che fa vibrare ogni parte del nostro corpo.
(Fabrizio Caramagna)

Vieni con me? C’è un’astronave pronta, scendiamo alla prossima astrazione.
(Fabrizio Caramagna)

Il pensiero è astratto, ma quanto pesa sulla testa.
(Fabrizio Caramagna)

Siamo un insieme di segni, rughe e cicatrici, linee aggrovigliate di un quadro astratto in cui ognuno ci vede quel che vuole.
(Fabrizio Caramagna)

Il rosa è più etereo, astratto, immateriale dei colori. Sfugge continuamente alla vivacità e si mostra nella sua delicatezza.
(Fabrizio Caramagna)

In primavera le nuvole sono nella loro fase più creativa: tratteggiano disegni astratti, grovigli, ghirigori e arabeschi, e lasciano noi leggerne forma e contenuto.
(Fabrizio Caramagna)

Che belli quei pensieri che non hanno uno scopo pratico, ma sono un’occupazione segreta, una fantasia un po’ indecente e priva di appigli.
(Fabrizio Caramagna)

I forzati della concretezza. Quelli che non sentono mai il tocco dell’astratto e dell’immaginazione.
(Fabrizio Caramagna)

Gentilezza: femm. sing., concetto astratto, tutti ne parlano, pochi la vedono.
(Fabrizio Caramagna)

I sogni sono astratti, ma un sogno che fallisce è una cosa terribilmente concreta.
(Fabrizio Caramagna)

Il presente è la cornice concreta di un quadro astratto: il futuro.
(Fabrizio Caramagna)

Non ci sono concetti più astratti e sfuggenti di “bellezza”, “amore” e “fantasia”, ma è di questo che noi viviamo.
(Fabrizio Caramagna)

L’astrazione prevede necessariamente il concreto; quest’ultimo, invece, non garantisce in alcun modo di giungere al primo.
(Fabrizio Caramagna)

Nell’amore platonico c’è una forte astrazione fisica.
(Fabrizio Caramagna)

Finché c’è troppo astratto nell’amore, non si ama abbastanza.
(Fabrizio Caramagna)

Desidererei meno astrazione in certi desideri.
(Fabrizio Caramagna)

I miei desideri erano astratti, ma lei li rendeva a ogni frase più concreti.
(Fabrizio Caramagna)

Troppa astrazione nella società finisce per trasformare una persona in un numero.
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.