Frasi e aforismi sul disastro

Frasi e aforismi sul disastro, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sulla catrastrofe, Frasi e aforismi sul terremoto e Frasi e aforismi sul caso.

**

Frasi e aforismi sul disastro

I pensieri diventano incubi, i venti soffiano maledizioni, stai per scoprire l’imminenza del disastro.
(Fabrizio Caramagna)

E quando ti allontani posso sentire come il cuscino si faccia pietra, come il silenzio si ingarbugli, come il disastro prenda forma nel buio.
(Fabrizio Caramagna)

Ogni pericolo scampato, ogni disastro sfiorato rende più forti: ma anche più cinici e diffidenti.
(Fabrizio Caramagna)

Disastro
dal latino [dis] che è il contrario di [aster] stella. Nel disastro sparisce la luce. Ci sono solo buchi neri e vortici di distruzione che ti risucchiano.
(Fabrizio Caramagna)

Iscrizione al disastro completato. Inserisci il tuo codice utente.
(Fabrizio Caramagna)

Di solito il futuro gode di miglior fama che il passato.
Solo nella nostra epoca, tra global warming, pandemie, crisi economiche, disastri e guerre, il futuro è nerissimo.
(Fabrizio Caramagna)

“Buongiorno miei posteri, ho devastato ecosistemi, inquinato il cielo, moltiplicato i deserti, creato guerre, fame, immigrazione, odio, sottratto il futuro ai miei figli, aumentato il debito pubblico, ma non ricordo nulla. Non so perché sia successo. Forse sono stato drogato. Deve essere stato il signor Avidità o il signor Menefreghismo. O forse il signor Social. Non ricordo proprio. Chiedo perdono”.
(Fabrizio Caramagna)

L’irresistibile tentazione di correre verso il disastro.
(Fabrizio Caramagna)

Oggi mi trovate in compagnia del Nulla a ricapitolare i disastri del passato.
(Fabrizio Caramagna)

Non esiste miglior calamita per i disastri del quando si inizia a pensare: “capitano tutte a me”.
(Fabrizio Caramagna)

Certe giornate rivendicano il loro diritto di andare storte. Allora non ci resta che tirare a sorte, sperando che il caso ci riservi qualcosa di poco disastroso.
(Fabrizio Caramagna)

Accumulare metodicamente sbagli su sbagli, fino al disastro finale.
(Fabrizio Caramagna)

Sono sempre in cerca di disastri che ti somiglino.
(Fabrizio Caramagna)

Sei uno di quei disastri che sarebbe un disastro se non accadesse.
(Fabrizio Caramagna)

Tu e i tuoi buoni motivi. Io e la mia paura e i miei brividi. Noi e i nostri irrepetibili disastri. E tutto intorno l’amore.
(Fabrizio Caramagna)

Restare lì, in equilibrio tra l’incomprensione, il disastro imminente e la voglia di un bacio prodigioso.
(Fabrizio Caramagna)

In fondo, se ci pensi, sono il più divertente dei disastri che potevano capitarti.
(Fabrizio Caramagna)

L’irresistibile attrazione dell’errore consapevole.
La sapiente preparazione.
Il brivido di guardare negli occhi il disastro mentre si avvicina.
(Fabrizio Caramagna)

Perché si parli del pessimo stato delle infrastrutture in Italia occorre sempre un disastro.
(Fabrizio Caramagna)

Dopo un disastro anche i progetti e i disegni meglio elaborati sembrano assurdi. Quando il vento della tempesta li travolge, la sagoma allungata di un albero e la corolla leggera di un fiore sembrano mostrarci la loro forma illogica e ci guardano con aria sgomenta, come se chiedessero aiuto per uscire da quel disegno.
(Fabrizio Caramagna)

Gli eventi disastrosi hanno la capacità di far ripartire il tempo, dopo averlo scioccato.
(Fabrizio Caramagna)

Anche il male è composto da mille pezzi colorati che, combinandosi insieme, creano i peggiori disastri.
(Fabrizio Caramagna)

L’Europa è quella cosa che è un disastro se cerchi di uscire, un disastro se stai dentro, e un disastro se resti a metà.
(Fabrizio Caramagna)

**

Le mie 5 frasi preferite sul disastro di autori celebri e famosi

Il disastro, al microscopio, risulta formato da una catena di errori apparentemente senza conseguenze.
(Dino Basili)

Il disastro è organizzato, i soccorsi no.
(Marcello Marchesi)

A volte ci vuole un disastro naturale per rivelare un disastro sociale.
(Jim Wallis)

Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai delinquenti, ma per l’inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare.
(Albert Einstein)

La commedia è stata un grande successo, ma il pubblico era un disastro.
(Oscar Wilde)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.