Frasi e aforismi sull’estinzione

Frasi e aforismi sull’estinzione, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sull’Apocalisse, Frasi e aforismi sui cambiamenti climatici e il global warming, Frasi e aforismi sulla natura e Frasi e aforismi sugli animali.

**

Frasi e aforismi sull’estinzione

Quella pietra a cui stai dando un calcio adesso, sopravviverà ancora per secoli, mentre l’uomo sarà estinto e nessuno si ricorderà di Omero e Leonardo da Vinci.
(Fabrizio Caramagna)

Dopo l’estinzione dell’uomo, la balena sarà finalmente felice, arriverà un nuovo uccello a portare la primavera e il Sole continuerà a illuminare le foglie.
(Fabrizio Caramagna)

Estinzioni moderne.
Ogni giorno si vede sparire una specie animale e un valore umano.
(Fabrizio Caramagna)

Non sono solo gli animali a estinguersi, come il rinoceronte o la tigre. Anche il silenzio si sta estinguendo. Ce n’è sempre meno nel mondo.
(Fabrizio Caramagna)

Ci estingueremo, falcidiati da un’epidemia di indifferenza.
(Fabrizio Caramagna)

Quando non si sentirà più un solo canto di uccello, forse sarà troppo tardi per accorgersi che non ci sono più alberi intorno a noi.
(Fabrizio Caramagna)

Per migliaia di anni la maggior parte delle specie animali vissero ignorate dall’uomo. Poi l’uomo, nel corso delle sue incessanti esplorazioni, cominciò a stanare le specie a una a una, accelerando spesso la loro estinzione.
Il Dodo, celebre pennuto delle Isole Mauritius incapace di volare ed estinto dal 1662 a causa dell’arrivo dei portoghesi, è il primo animale di questa lunghissima e sanguinosa serie.
Si potrebbe definire il primo martire degli animali.
(Fabrizio Caramagna)

Quanti animali si stanno estinguendo. Io vorrei cullare un rinoceronte o un panda su una pagina bianca, vorrei scrivere frasi che per loro siano un arca.
(Fabrizio Caramagna)

E’ un animale che pullula dovunque, pur essendo in via di estinzione: si chiama uomo.
(Fabrizio Caramagna)

L’evoluzione non è mica un obbligo: infatti noi esseri umani abbiamo scelto l’involuzione. Scompariremo nel nulla, estinguendoci.
(Fabrizio Caramagna)

Chissà in quale momento della storia si sono estinti “gli uomini di una volta”.
(Fabrizio Caramagna)

Dopo l’estinzione dell’uomo, la prima sera si avvicinarono alla città coppie di volpi curiose, poi lepri agili e tremanti, poi arrivarono altri animali, tra cui dei vecchi lupi solitari che avevano ululato centinaia di volte alla luna. I boschi osservavano da lontano e non capivano. Ma il ciclamino già sentiva la mancanza di una mano pronta a carezzarlo.
(Fabrizio Caramagna)

Siamo arrivati per ultimi sulla Terra: la vita ha dimostrato per milioni di anni che non ha bisogno di noi.
Ma se ci estinguessimo, chi racconterebbe la bellezza del mare e dei tramonti, chi si prenderebbe cura dei giardini fioriti, chi scalerebbe le montagne per toccare la cima?
(Fabrizio Caramagna)

Nel 3100 l’uomo si sarà estinto.
e le pietre parleranno con nostalgia della mano che le lanciava in aria
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.