Frasi e aforismi sui progetti

Presento una raccolta di frasi e aforismi sui progetti, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sul futuro, Frasi e aforismi sull’ambizione, Frasi e aforismi sul successo e Frasi e aforismi sull’invenzione e gli inventori.

**

Frasi e aforismi sui progetti

Come fate a dormire la notte se di giorno non avete inseguito un’illusione, un sogno, un frammento di impossibile, se non avete progettato un viaggio fino agli anelli di Saturno, se non avete salvato una principessa e combattuto un drago, se non vi siete emozionati davanti a un tramonto, se non avete divorato un libro. Ma come fate a vivere?
(Fabrizio Caramagna)

Sei tu l’azionista di maggioranza nel progetto di investimento sulla tua vita.
Non delegare a nessun altro questo controllo.
(Fabrizio Caramagna)

I sogni smettono di chiamarsi sogni quando iniziano a chiamarsi progetti.
(Fabrizio Caramagna)

Comunismo: un progetto bellissimo applicato malissimo.
Capitalismo: un progetto terribile realizzato alla perfezione.
(Fabrizio Caramagna)

Ottobre è un mese perfetto per fare progetti.
C’è quella temperatura che matura ogni cosa: le vigne, i colori e i pensieri.
(Fabrizio Caramagna)

L’inventore del cuscino aveva tanti altri progetti. Ma dopo la sua prima invenzione, divenne così pigro che non fece più nulla.
(Fabrizio Caramagna)

Accumulare piccoli progetti non è sufficiente per edificarne uno grande.
(Fabrizio Caramagna)

Il cammino di molti progetti è lastricato di modifiche inutili.
(Fabrizio Caramagna)

Un progetto che viene a lungo coltivato senza mai essere portato a termine è la maturazione prolungata di un frutto che non sarà mai colto perché ha in sé la speranza di una perfezione impossibile.
(Fabrizio Caramagna)

Se progetti qualcosa che può essere utilizzato anche da un idiota, probabilmente verrà utilizzato in modo idiota.
(Fabrizio Caramagna)

E’ a colpi di piccole concessioni che si distruggono la basi dei grandi progetti.
(Fabrizio Caramagna)

La rinuncia a un progetto sbagliato è già un traguardo.
(Fabrizio Caramagna)

La cultura. Memoria del passato, osservazione del presente, progettazione del futuro.
(Fabrizio Caramagna)

Viene un momento in cui una donna
non chiede solo emozioni e sogni e affinità,
ma chiede un progetto,
un passo verso la stabilità,
quel genere di impegno che fa sentire a una donna
come un uomo possa amarla.
E allora in quei momenti l’uomo serve in tavola
un mucchio di promesse illusorie
e spera che la donna si sazi di quello.
(Fabrizio Caramagna)

Non avvicinarti, se hai grandi sogni e mille progetti. Sono solo una piccola pietra che sta nell’ombra di un cortile, nulla di più.
Tanto tempo fa guardavo il mare e l’orizzonte infinito. Poi qualcuno ha costruito un muro. O forse me lo sono costruito da solo. E’ sempre così difficile capire.
(Fabrizio Caramagna)

Crescere un figlio
è avanzare verso il futuro e tornare indietro nel passato.
E’ fare progetti e provare ricordi,
è essere adulto e bambino,
come un cavallo a dondolo
che ondeggia nella stanza del tempo.
(Fabrizio Caramagna)

Dopo un disastro anche i progetti e i disegni meglio elaborati sembrano assurdi. Quando il vento della tempesta li travolge, la sagoma allungata di un albero e la corolla leggera di un fiore sembrano mostrarci la loro forma illogica e ci guardano con aria sgomenta, come se chiedessero aiuto per uscire da quella forma.
(Fabrizio Caramagna)

Quante forme imprevedibili nel mare (le onde, le nuvole, le barche all’orizzonte). Il mare non sarà mai un luogo di orari troppo precisi o di progetti troppo coordinati.
(Fabrizio Caramagna)

Sei la voglia di scombussolare i miei programmi più grande che abbia mai visto.
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.