Frasi e aforismi sull’influencer

Frasi e aforismi sull’influencer, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sui like, Frasi e aforismi sulla virtualità, Frasi e aforismi sulla manipolazione e Frasi e aforismi sull’apparenza.

**

Frasi e aforismi sull’influencer

Per avere uno Shakespeare servono mille anni di storia. Per avere una influencer mille like.
(Fabrizio Caramagna)

Senza garbo, talento, eloquenza, senza un perché. Sono influencer, tronisti, veline, vincitori di reality. Popolari adesso. Ma in futuro pagine bianche sui libri di storia.
(Fabrizio Caramagna)

Sono diventati tutti maestri, professori, esperti, opinionisti, webstar, influencer.
Siamo in pochi ad essere rimasti orgogliosamente alunni.
(Fabrizio Caramagna)

Gli influncer praticano il culto dell’apparenza e della visibilità, il bollino blu è la loro Chiesa.
(Fabrizio Caramagna)

Prima si cercava la fama. Poi la gloria. Poi la celebrità. Poi la popolarità. Poi la notorietà. Adesso si cercano i like e la visibilità. Non si può certo parlare di progresso in questo campo.
(Fabrizio Caramagna)

Sui social non siamo nessuno. Ma credendoci tutto, riusciamo a sembrare qualcuno.
(Fabrizio Caramagna)

L’Italia possiede influencer e tronisti di prim’ordine e ricercatori universitari di terz’ordine. Il perché è semplice. Il nostro Paese investe in apparenza e non in formazione.
(Fabrizio Caramagna)

Influencer. Si fanno fotografare sullo sfondo dei monumenti per meglio esaltare la simmetria con i loro zigomi rifatti.
(Fabrizio Caramagna)

I follower sono dei bambini che credono a tutto quello che gli dicono gli influencer. E se ne infatuano senza sapere bene perché.
(Fabrizio Caramagna)

I profili in tendenza, virali, troneggianti.
E noi, labili servitori di like.
(Fabrizio Caramagna)

Nelle descrizioni delle influencer il mondo è solo taggato.
(Fabrizio Caramagna)

Leggo i post delle influencer per informarmi su come se la passa il Nulla.
(Fabrizio Caramagna)

Questi piccoli personaggi, alla ribalta dei social, che covano quotidianamente se stessi, godendo di quanto calore sprigioni il vuoto della loro vanità.
(Fabrizio Caramagna)

Oggi tutti vogliono scrivere un libro: sportivi, influencer, presentatori, cantanti, attori, medici, politici, modelle, guru, improvvisatori, blogger. C’è così tanto clamore e così tanta confusione nelle librerie, dove il calciatore compare accanto alla velina, il politico accanto al filosofo, che non si trova più silenzio per poter scegliere con calma e rispetto i veri libri.
In questo assalto allo scrivere, la vera dignità è non scrivere più.
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.