Frasi e aforismi sulle elezioni, gli elettori e il voto

Frasi e aforismi sulle elezioni, gli elettori e il voto, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sui partiti politici, Frasi e aforismi sulla politica, Frasi e aforismi sulla democrazia e Frasi e aforismi sul potere.

**

Frasi e aforismi sulle elezioni, gli elettori e il voto

Gli imbecilli sono talmente tanti che qualsiasi politico, nei suoi programmi elettorali, si rivolge prima a loro.
(Fabrizio Caramagna)

A volte si va al voto, a volte si va al vuoto.
(Fabrizio Caramagna)

Il voto: un naufragio universale scambiato per suffragio.
(Fabrizio Caramagna)

Urne funerarie ed elettorali: ambedue contengono le ceneri di un’illusione.
(Fabrizio Caramagna)

Populismo.
Patologia che affligge circa un votante su due
I sintomi sono manifestazione di paura, egoismo e cattiveria e l’incredibile capacità di credere a tutto.
È curabile con ampie letture dei classici, analisi dei principi base dell’economia e una conoscenza empatica di ciò che è diverso.
(Fabrizio Caramagna)

Come in politica i candidati e i partiti che votiamo una volta eletti tradiscono il mandato, a volte stringendo alleanze con partiti che non avremmo mai votato, così fanno le persone nella vita quotidiana. In ogni momento tradiscono discorsi, promesse, idee comportandosi in modo esattamente contrario.
Il tradimento e l’incoerenza sono diventati una abitudine del nostro termpo.
(Fabrizio Caramagna)

Verrà il giorno in cui un politico finalmente dirà: “Votereste per me? Volete sapere qual è il mio programma? Piacervi. Convincervi. Ammaliarvi. Entrare dentro il vostro cervello per manipolarlo meglio”.
(Fabrizio Caramagna)

Metto sempre una croce sulla scheda elettorale. Per ricordarmi di stare alla larga da chi farnetica.
(Fabrizio Caramagna)

Gesù si stropiccia gli occhi e guarda incredulo: “Ma è possibile, continuano a votare Barabba come duemila anni fa!”
(Fabrizio Caramagna)

Oggi si vota per il candidato che ci delude di meno.
(Fabrizio Caramagna)

Raccattare è una parola che non amo.
E’ tutto un raccattare consensi, persone, voti.
(Fabrizio Caramagna)

Le elezioni sono il salvagente che i politici gettano agli elettori dopo averli scaraventati per 4 anni nella tempesta del malgoverno.
(Fabrizio Caramagna)

Gli scrittori e i politici vogliono lettori ed elettori. Mostrandogli una copertina colorata e un titolo accattivante che nasconde la povertà dei contenuti.
(Fabrizio Caramagna)

Secondo un sondaggio fatto nel 2020 il 38% degli americani non avrebbe per nessuna ragione la birra “Corona” a causa del coronavirus.
E noi siamo ancora qui a parlare di suffragio universale.
(Fabrizio Caramagna)

Quando lo spoglio dei voti è quasi completato. E tu inizi a provare brividi di freddo.
(Fabrizio Caramagna)

Le mucche e i cavalli non portano voti. Le capre e le pecore, sì.
(Fabrizio Caramagna)

Promesse elettorali di cambiamento
Bisogna riconoscere che il suo profilo social l’ha però rinnovato.
(Fabrizio Caramagna)

Se gli haters e i diffusori di fake news, sotto la protezione dell’anonimato, si muovono nella rete con insulti e notizie fuorvianti, pensate che cosa possono fare, non visti, in una cabina elettorale.
(Fabrizio Caramagna)

Io voto per il gelsomino, il vento di maestrale, l’albatros, la saggezza della quercia.
Anche loro possono governare il mondo.
(Fabrizio Caramagna)

**

Le mie 9 frasi preferite sulle elezioni, gli elettori e il voto di autori e politici celebri e famosi

Un politico pensa alle prossime elezioni, un uomo di stato alle prossime generazioni.
(James Freeman Clarke)

Il popolo non elegge chi lo cura, ma chi lo droga.
(Nicolás Gómez Dávila)

− Dice che, dopo il voto, taglia le tasse.
− Digli che lo votiamo, dopo le elezioni.
(Altan)

C’è un’azione peggiore che quella di togliere il diritto di voto al cittadino, e consiste nel togliergli la voglia di votare.
(Robert Sabatier)

Anni fa le fiabe iniziavano con “C’era una volta…”.
Oggi sappiamo che iniziano tutte con “Se sarò eletto…”
(Carlyn Warner)

La cosa migliore di questo gruppo di candidati è che solo uno di loro può vincere.
(Will Rogers)

Ogni cinque anni gli elettori fanno la loro croce; e dopo la devono portare.
(Birgit Berg-Khoshnavaz)

Elettore. Colui che gode del sacro privilegio di votare per l’uomo scelto da un altro uomo.
(Ambrose Bierce)

Se i partiti non rappresentano più gli elettori, cambiamoli questi benedetti elettori.
(Corrado Guzzanti)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.