Frasi e aforismi sulla morale e l’etica

Frasi e aforismi sulla morale e l’etica, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sulla conoscenza e il sapere, Frasi e aforismi sull’educazione, Frasi e aforismi sulla filosofia e Frasi e aforismi sul valore.

**

Frasi e aforismi sulla morale e l’etica

Oggi la nostra morale decide ciò che è giusto e sbagliato.
Domani la storia deciderà quale morale è giusta o sbagliata.
(Fabrizio Caramagna)

Che bello se si potesse fare un elenco di valori civici e morali e imporli alla società. Si potrebbero stampare come la moneta che all’interno di uno Stato ha un corso legale che tutti devono accettare.
(Fabrizio Caramagna)

Quando un popolo – dimentico dei valori civili e morali – è perduto nella fatuità, nell’arrivismo, nella furbizia e nel servilismo, il castigo si manifesta con l’arrivo di qualche cialtrone che trasforma tutto in farsa.
(Fabrizio Caramagna)

Il vero senso etico non giudica gli altri, ma semmai pretende giudizi sulla propria condotta,
al fine di svelare trasparenza e onestà.
(Fabrizio Caramagna)

E’ evidente che dentro di noi siamo peggio che fuori, altrimenti non esisterebbero i dieci comandamenti, il galateo e i trattati di etica.
(Fabrizio Caramagna)

Il cammino dell’etica e della morale è stato tutto un tentativo di distinguere con precisione il bene dal male. Ma spesso l’unico risultato è stato quello di spostare il bene dove c’era il male e viceversa.
(Fabrizio Caramagna)

Quelle che dici le tue scelte morali. Per gli altri sono soltanto manovre, spesso indecenti, assurde, inaccettabili.
(Fabrizio Caramagna)

Non solo Dio non ci parla più ma neanche l’etica.
(Fabrizio Caramagna)

In un’epoca dove non esistono più un’etica e una morale assoluta, la coscienza è l’ultima istanza a cui rivolgerci.
(Fabrizio Caramagna)

Senza principi si comincia male.
(Fabrizio Caramagna)

I principi morali sono saltati tutti, non ne sta in piedi neppure uno. Li hanno distrutti la ricerca del consenso e della visibilità, il narcisismo e l’arrivismo.
(Fabrizio Caramagna)

I miei peccati sono così candidi che sembrano fiori che crescono nel giardino della morale.
(Fabrizio Caramagna)

Per la fisica e la geometria la terra è una sfera. Per la società è una piramide che tutti tentano di scalare. Per la morale è un circolo vizioso.
(Fabrizio Caramagna)

Fare la morale è la via più breve per inventarsi degli alibi.
(Fabrizio Caramagna)

Ci si scandalizza più per le parole che per i fatti. La morale ha molto a che fare con la formalità e l’ipocrisia.
(Fabrizio Caramagna)

Morale del commerciante.
“La bontà? E’ ciò che fa fallire i concorrenti”.
(Fabrizio Caramagna)

Per essere felici è richiesta una certa dose di cecità e talora anche un briciolo di sordità morale.
(Fabrizio Caramagna)

Si tratta di vivere bene e di pensare bene, tra il comfort e la morale. Sfortunatamente scambiamo per morale il nostro comfort.
(Fabrizio Caramagna)

Orecchiare e poi spettegolare: vizio che protratto negli anni porta sordità morale.
(Fabrizio Caramagna)

La legge morale dentro di me,
la fotocamera per fare un selfie sopra di me.
(Fabrizio Caramagna)

Buonismo: caricatura dell’etica.
(Fabrizio Caramagna)

Nel Vangelo si sente alitare un meraviglioso vento di libertà e di carità, mentre con San Paolo comincia a instaurarsi una idea di costrizione, di repressione, di moralismo. “Nelle riunioni le donne deve starsene zitte” dice San Paolo. Quanto è lontano il profumo misterioso di Maddalena.
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.