Frasi e aforismi sulla salvezza

Frasi e aforismi sulla salvezza e il salvarsi, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sull’aiuto e l’aiutare, Frasi e aforismi sull’altruismo e il volontariato e Frasi e aforismi sul mondo.

**

Frasi e aforismi sulla salvezza

Che forza gli invisibili, quelli capaci di rimanere in un angolo e stare in silenzio mentre tutti dicono la loro.
Quelli che quando c’è bisogno, si rimboccano le mani e salvano il mondo.
(Fabrizio Caramagna)

Imparare a salvare senza chiedere nulla. Ogni nido in bilico ti invita a farlo.
(Fabrizio Caramagna)

Il medico salva le vite, l’insegnante salva le menti.
(Fabrizio Caramagna)

Sono i baci sotto la pioggia quelli che salvano il mondo.
(Fabrizio Caramagna)

Quelle notti in cui c’è un cielo pieno di stelle e l’universo sembra infinito,
ma tu sei solo e non riesci a essere felice,
e l’unica cosa che vorresti fare è lanciare un razzo di segnalazione
e sperare che qualcuno venga a salvarti.
(Fabrizio Caramagna)

E se ci salveremo, sarà solo per un sorriso. Sotto un cielo pieno di luce.
(Fabrizio Caramagna)

Un tuo messaggio, il testo che dice “stasera arrivo prima”, un po’ di vento e finalmente qualcosa che mi salva dal giorno.
(Fabrizio Caramagna)

Come la prima volta che mi hai guardato.
“Ciao, sono S.”, dicesti.
E non lo sapevo, ma mi stavi già salvando.
(Fabrizio Caramagna)

Della giornata di oggi salvo le risate di una scolaresca all’uscita di scuola, i colori del cielo, il mio io invisibile che sono giorni che fa la valigia per il mare e non mi dice niente.
(Fabrizio Caramagna)

Nei giorni di rumore e di caos, cerco ancor di più le linee essenziali del silenzio. Lascio che mi circondino e che mi salvino.
(Fabrizio Caramagna)

Vogliamo far capire ai ragazzi che non è la celebrità a salvarti nella vita ma la cultura?
(Fabrizio Caramagna)

Ho provato a salvarti perché mi sembrava più facile che salvare me.
(Fabrizio Caramagna)

Il naufrago può ancora credere che sarà salvato da colui che l’ha abbandonato. Come l’innamorato che è stato lasciato.
(Fabrizio Caramagna)

Lì, solo, seduto sul pavimento della mia stanza, intento a stilare una lista di persone che dovrebbero venire a salvarmi quando sono in pericolo, non mi è neppure passato per la testa che l’unica persona che avrebbe dovuto venire a salvarmi ero io.
(Fabrizio Caramagna)

Dio salvami da quelli che ci tengono a far sapere quanto sono bravi e belli e intelligenti e di successo e lasciami essere fragile in pace.
(Fabrizio Caramagna)

“Cicatrice”, sembra il nome di uno strano fiore. La desideriamo perché significa guarire. La temiamo perché significa non dimenticare. La sua presenza dice che c’è una nuova linfa nel solco della ferite. E’ la prova che ci si è salvati.
(Fabrizio Caramagna)

Finché ci sarà qualcuno che saprà custodire le nostre cose anche quando saremo morti, saremo in salvo.
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.