Frasi e aforismi sulla teologia

Frasi e aforismi sulla teologia e i teologi, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi su Dio, Frasi e aforismi su Gesù Cristo, Frasi e aforismi sui Vangeli e Frasi e aforismi sull’aldilà.

**

Frasi e aforismi sulla teologia

Qualsiasi dimostrazione dell’esistenza di Dio non attesta altro che l’esistenza dei teologi.
(Fabrizio Caramagna)

La storia della religione è la storia di buone domande. La storia della teologia è la storia di cattive risposte.
(Fabrizio Caramagna)

Teologia è tutto ciò che non si vede, non si tocca, non si sente e non può essere confutato.
(Fabrizio Caramagna)

In teologia contano le idee intelligenti. Basta che non abbiano nulla a che fare con la realtà.
(Fabrizio Caramagna)

La teologia è aristocratica: pensa di aver capito cose che non ha capito nessuno, neanche Dio.
(Fabrizio Caramagna)

Il progresso ha creato più problemi di quanti ne abbia risolti. Come la teologia.
(Fabrizio Caramagna)

La teologia ha sepolto Dio nei suoi libri.
(Fabrizio Caramagna)

Le idee della teologia sono frutto di fantasia come quelle dei poeti, ma sono meno belle e orecchiabili.
(Fabrizio Caramagna)

I corsi di teologia non dovrebbero essere corsi a distanza?
(Fabrizio Caramagna)

Trovo l’idea di Dio troppo interessante per contentarmi di ciò che dicono i Teologi, i Grandi Inquisitori e i Filosofi.
Il merlo che cammina nella luce del giardino e il gelsomino hanno da dirmi di più.
(Fabrizio Caramagna)

Nei testi della teologia si possono trovare centinaia di passi che potrebbero essere annoverati nella letteratura dell’assurdo o nei dossier di qualche manicomio.
Secondo Sant’Agostino un bambino morto senza battesimo cade immediatamente nel buio dell’inferno al pari di Nerone e dei più sanguinari uomini della storia.
(Fabrizio Caramagna)

I teologi hanno fatto più male a Dio di quanto abbiano fatto gli atei: alla fine, a forza di teologie positive, poi negative, se Dio non è morto, di sicuro non sta molto bene.
(Fabrizio Caramagna)

Gli intellettuali come categoria ormai sono difficilmente distinguibili. Intellettuali lo sono più o meno tutti, così come tutti sono, alla bisogna, economisti, virologi, ingegneri, persino teologi.
(Fabrizio Caramagna)

Quando si va in montagna si diventa teologi del vento, delle foglie, del cielo.
In ogni pietra si riconosce la stessa venatura di luce di cui è fatto l’universo.
(Fabrizio Caramagna)

I teologi non hanno mai preso in esame le prove ontologiche dell’esistenza di Afrodite. Eppure, guardando la bellezza di certe donne, c’è più di un’evidenza.
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.