Frasi e aforismi sulla cucina e il cucinare

Frasi e aforismi sulla cucina e il cucinare, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sul cibo e il mangiare, Frasi e aforismi sulla pizza, Frasi e aforismi sul vino e Frasi e aforismi sulla casa.

**

Frasi e aforismi sulla cucina e il cucinare

Sapori che ricordano odori. Che riportano a luoghi.
La magia di certi piatti.
(Fabrizio Caramagna)

Cucinare. Sognare. Fare l’amore. Guardare un film.
E le infinite cose che si fanno.
Senza parlare.
Tuttavia dicendo di noi
come nessun altro.
(Fabrizio Caramagna)

Ci sono certe sere dei “Vieni, ho cucinato per te”
che valgono tutti i quadri del Louvre.
(Fabrizio Caramagna)

La cucina. Quando uno viaggia non dà tanto importanza a questo luogo. Ma quando torna a casa è il primo posto dove va. Anche solo per farsi una tisana. Dà sicurezza.
(Fabrizio Caramagna)

Quando ho un problema grave a cui pensare vado in cucina. Vedi i piatti in ordine, il mio gelato preferito in frigo, il pavimento pulito e penso che nulla è irrisolvibile.
(Fabrizio Caramagna)

Certi piatti, trattenuti nella bocca per un attimo, fanno danzare la lingua, carezzano il palato, schiudono la gola.
(Fabrizio Caramagna)

Ci sono piatti che apprezzi e sai perché.
Poi ci sono piatti che adori e non sai come.
(Fabrizio Caramagna)

Che lo vogliate o no, un buon piatto è anche scoperta, brivido, stupore, sogno, prodigio, affinità, adorazione, qualche volta disappunto e delusione. Se non fosse tutto questo si chiamerebbe solo cibo.
(Fabrizio Caramagna)

La cucina è un’arte. Ci vogliono passione, tempo, sapere e manualità. E qualcuno che sieda a tavola e apprezzi.
(Fabrizio Caramagna)

Dopo aver assaggiato certi piatti, si dovrebbe cambiare nome, dato che non si è più gli stessi.
(Fabrizio Caramagna)

Nella vita, come in cucina, il problema non sono gli ingredienti ma le dosi.
(Fabrizio Caramagna)

L’orto è il luogo magico dove si imparano, senza accorgersene, la geometria, la botanica, la cucina, la pittura, l’ecologia e la gioia di vivere.
(Fabrizio Caramagna)

Dosi, misure, ingredienti hanno trasformato la cucina.
La ricetta della nonna è stata combinata e ricombinata migliaia di volte
e la fame cieca ha ceduto il posto alla poesia molecolare del cibo.
Di fronte a un piatto imbandito il cuoco è un sacerdote
che celebra una cerimonia solenne
e guai chiamare il Tozzo di pane con il nome di Tozzo di pane.
(Fabrizio Caramagna)

Si dice che la miglior cucina sia quella che si fa sui fornelli o sulla brace. Ma l’amore si consuma crudo.
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.