Frasi e aforismi sulla spiaggia

Frasi e aforismi sulla spiaggia, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sugli ombrelloni, Frasi e aforismi sulle conchiglie, Frasi e aforismi sugli scogli e Frasi e aforismi sul mare.

**

Frasi e aforismi sulla spiaggia

Gli ombrelloni e il cielo azzurro e i nostri corpi distesi sulla spiaggia sono in posa di fronte alla felicità.
(Fabrizio Caramagna)

In spiaggia non faccio nulla.
Resto a guardare ogni cosa
privo di responsabilità.
Accetto, medito, restituisco
all’aria la stessa aria
che mi accarezza.
(Fabrizio Caramagna)

Si sta fermi sulla spiaggia,
il pensiero si distende,
si riparano le cose
che le precedenti stagioni hanno guastato.
(Fabrizio Caramagna)

Nella notte il mare poteva essere in burrasca e il vento soffiare e le stelle sbattere sul cielo, ma le spiagge, prima o poi, si sarebbero svegliate al mattino con le impronte leggere dei bambini sulla sabbia. Era questa l’estate
(Fabrizio Caramagna)

Sulla spiaggia è bello allungarsi come un gatto, concentrati ad assaporare il cielo, la salsedine, l’aria.
I muscoli non più tesi, la mente che vibra calma, la pelle pronta a fissare nella memoria il goduto.
Abbiamo l’entusiasmo e la serenità di chi prova ad amarsi.
(Fabrizio Caramagna)

Chi si abbronza in spiaggia, sente passare sulla pelle calda tutte le forme dell’estate: le nuvole che respirano, il sole che si alza e poi scende, la brezza che soffia. E persino il tempo è uscito dagli orologi, e adesso scorre leggero e gioioso, e non è più ostile.
(Fabrizio Caramagna)

Per un bambino il mare è il luogo più divertente dell’universo. Ogni granello di sabbia e ogni spruzzo d’acqua sono un giocattolo in miniatura.
(Fabrizio Caramagna)

Da ore e ore dei bambini in spiaggia, con le loro palette, trasportano e disperdono sabbia.
Mica lo sanno di somigliare a delle clessidre luminose, che misurano l’eternità.
(Fabrizio Caramagna)

Ci sono insenature dove l’acqua pare una cosa da bere con gli occhi, come una luce mai vista.
(Fabrizio Caramagna)

Estate. Tra tutte la impronte lasciate dai bambini nelle spiagge e gli ombrelloni che il bagnino chiude e il sole che tramonta, da qualche parte è la felicità.
(Fabrizio Caramagna)

Trovo sulla spiaggia una pietra liscia e colorata.
Penso agli anni, ai secoli, ai millenni che ci sono voluti per darle quella forma che mi ha permesso di scoprirla.
Sta sulla mia mano con una posa severa. Dentro deve esserci ancora la vibrazione delle onde e delle correnti del mare.
Ma io non sento nulla. La poso per terra. Forse appena me ne andrò, parlerà di me – non vista – con le altre pietre delle spiaggia. Chissà cosa racconterà.
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *