Frasi e aforismi sul viaggio nel tempo

Frasi e aforismi sul viaggio nel tempo, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sul tempo, Frasi e aforismi sul viaggio e il viaggiare e Frasi e aforismi sui ricordi.

**

Frasi e aforismi sul viaggio nel tempo

Ho fatto un viaggio nel futuro: siamo lo zimbello dei posteri.
(Fabrizio Caramagna)

Ogni tanto mi piacerebbe poter viaggiare nel tempo, andare dal me del passato, mettermi un braccio intorno alle spalle e dirmi: “Sei preoccupato per tutto ciò che deve succedere? Tranquillo, dei tuoi sogni non se ne avvererà neanche uno ma non per questo smetterai di sognare. Farai tanti errori ma alcuni di essi saranno opportunità. E ciò che ti faceva più paura ti renderà solo più forte”.
(Fabrizio Caramagna)

Ci sono momenti in cui una luce particolare ti avvolge
e i ricordi si aprono,
e all’improvviso senti l’aria di un altro luogo, di un altro mese, di un’altra vita.
(Fabrizio Caramagna)

Adesso scrivo qualcosa su una macchina da scrivere, prendo i gettoni per andare a telefonare nella cabina sotto casa, metto un disco che gira sotto una puntina leggera, guardo un Concorde passare nel cielo e vado a fare un viaggio nel tempo.
(Fabrizio Caramagna)

Uno di quei giorni in cui non ti senti molto addosso il tuo secolo. E non c’è nessuna macchina del tempo per portarti nell’ottocento vittoriano o nella Roma imperiale.
(Fabrizio Caramagna)

Ho fatto un viaggio nel tempo. Il cielo era rosa, c’era una musica da brividi nel vinile che scorreva sotto il giradischi. E la felicità, quella la toccavo interamente perché era tutta mia.
(Fabrizio Caramagna)

Forse, in questo momento, non sei altro che tu a dieci anni a cui è consentito fare un viaggio nel futuro.
(Fabrizio Caramagna)

Se fosse possibile il viaggio nel tempo, dovrebbe esserci anche un confine di tempo oltre il quale non si può più andare, una data in cui tutti i suoni dell’uomo, il belare delle pecore, i canti degli uccelli, il ronzio degli insetti, il fruscio delle foglie non ci sono più – una data in cui non esiste il tempo.
(Fabrizio Caramagna)

Ti svegli. È una mattina del 2003. Tutto ciò che è successo da allora in poi – realizzi – era il sogno di stanotte. Qual è la prima cosa che fai?
(Fabrizio Caramagna)

Leggere è un viaggio nel tempo. Parti leggendo Umberto Eco del 1982 e ti ritrovi in Eraclito 2500 anni prima.
(Fabrizio Caramagna)

Il profumo del risotto di mia nonna di trentadue anni fa si propaga fino a qua.
(Fabrizio Caramagna)

L’odore di certi biscotti è un viaggio nel tempo.
(Fabrizio Caramagna)

Pane, burro e zucchero è un gran bel viaggio nel tempo.
(Fabrizio Caramagna)

Se rimango sveglio durante il cambio dell’ora legale è come se avessi fatto un viaggio nel tempo?
(Fabrizio Caramagna)

Una delle cose gratificanti del poter viaggiare nel tempo è il fatto di liberarsi dei contemporanei.
(Fabrizio Caramagna)

Sto organizzando il calendario settimanale della mia confusione. Dopo giovedì 25 settembre ho inserito un mercoledì 7 luglio di tanti anni fa che non ho vissuto, poi un viaggio nel futuro e infine un frammento di eternità insieme a te.
(Fabrizio Caramagna)

Purtroppo la consapevolezza non può fare viaggi nel tempo.
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.