Frasi e aforismi su marito e moglie

Frasi e aforismi su marito e moglie, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sul matrimonio, Frasi e aforismi sulla separazione e il divorzio, Frasi e aforismi sull’amante e Frasi e aforismi sulla coppia.

**

Frasi e aforismi su marito e moglie

Le donne si sposano non perché vogliono un uomo, ma perché vogliono un marito.
Gli uomini si sposano non perché vogliono una donna, ma perché vogliono una madre.
(Fabrizio Caramagna)

Molte donne si sposano sperando che il carattere dell’uomo cambi. Molti uomini si sposano sperando che la bellezza della donna non cambi. Molti matrimoni falliscono.
(Fabrizio Caramagna)

Dopo dieci anni di matrimonio è più facile amare la propria moglie che sussurrarle strane fantasie nell’orecchio.
(Fabrizio Caramagna)

Le mutande si sfilano alla fidanzata e si strappano all’amante. Quanto alla moglie, il marito spera sempre che non se le tolga.
(Fabrizio Caramagna)

I mariti indossano i pantaloni ma sono le mogli che decidono colore e modello.
(Fabrizio Caramagna)

Una signora racconta la sua vita matrimoniale: “Ho una donna che mi fa le pulizie, una donna che mi stira, una donna che mi guarda i bambini..”.
Probabilmente avrà anche una donna che le va a letto col marito.
(Fabrizio Caramagna)

La differenza tra la moglie e la suocera? Nessuna, tutte e due, a un certo punto, ci fanno desiderare una terza donna.
(Fabrizio Caramagna)

Alcuni amano dire “mia moglie” più di quanto amino la moglie.
L’idea di relazione supera il sentimento.
(Fabrizio Caramagna)

Ogni tanto mi viene il dubbio che nelle camere da letto di marito e moglie ci siano più parole non dette che orgasmi.
(Fabrizio Caramagna)

Amanti: insieme a letto, ma non in piazza. Marito e moglie: insieme in piazza, ma non a letto.
(Fabrizio Caramagna)

Gli uomini vedono le donne come: regine, principesse, muse, cuoche, colf, mamme, mogli, amanti, mistress… solo come donne no, deve essere troppo difficile per loro.
(Fabrizio Caramagna)

Visto che i mariti hanno il fantacalcio, le mogli si sono inventate il fanta-uomo: l’uomo che esiste solo nei loro desideri.
(Fabrizio Caramagna)

Preparavi la cena a tuo marito, accudendolo e versandogli il vino. Ma avevi il mio sapore sulla lingua.
(Fabrizio Caramagna)

Le domande di una moglie al proprio marito non sono domande, sono trappole.
(Fabrizio Caramagna)

I genitori italiani sono troppo mamma e papà, e troppo poco marito e moglie, e i figli se ne accorgono.
(Fabrizio Caramagna)

Quando marito e moglie vanno d’accordo, capisci che uno dei due ha mollato.
(Fabrizio Caramagna)

Le termiti, re e regina, celebrano il loro matrimonio divorandosi reciprocamente le ali. Esemplare preludio al matrimonio degli essere umani.
(Fabrizio Caramagna)

In trent’anni ha tradito sua moglie solo sette volte. In compenso non ha rotto nemmeno un bicchiere e l’ha accompagnata sempre all’Ikea il sabato pomeriggio.
Un matrimonio riuscito.
(Fabrizio Caramagna)

Una vecchia coppia cammina per strada, ma l’occhio del marito pende verso sinistra dove c’è una bella fanciulla e l’occhio della moglie pende verso destra dove ci sono le vetrine dei negozi. Se vivessero in un solo corpo come due siamesi, avrebbero uno sguardo strabico. Come molte altre coppie, del resto.
(Fabrizio Caramagna)

Le riunioni indette alle 7 di sera sono indicative solo del bisogno del capo di non rientrare a casa dalla moglie.
(Fabrizio Caramagna)

“Io sono portata per l’arte” mi dice.
“Portata dal tuo marito miliardario, perché per conto tuo…”
(Fabrizio Caramagna)

Molti matrimoni sono tenuti in piedi dal fatto che lei non riesce a mangiare tutto il tiramisù e lo fa finire al marito.
(Fabrizio Caramagna)

Una zitella è una vedova che ha perduto suo marito ancora prima di sposarlo.
(Fabrizio Caramagna)

Anziano e badante. L’evoluzione della solitudine dopo quella tra marito e moglie.
(Fabrizio Caramagna)

Se insieme alla storia dei condottieri, degli imperatori, dei grandi pensatori e degli esploratori, avessimo l’opportunità di leggere i pensieri dei legionari, dei vasai, dei falegnami, dei marinai, delle mogli sempre in casa, degli schiavi e dei prigionieri, chissà se non saremmo più consapevoli di ciò che è la storia.
(Fabrizio Caramagna)

Sentirsi colpevoli di non amare la propria moglie come meriterebbe è una componente indispensabile di un matrimonio che funziona.
(Fabrizio Caramagna)

I matrimoni sono come le fontane. Danno acqua o non ne danno. Se il tempo passa e i coniugi continuano ad andare a bere a quella fontana, il matrimonio è ancora vivo. Ma se i coniugi non vanno più, quel matrimonio è morto.
(Fabrizio Caramagna)

Per quanto si sforzi di essere professionale, è difficile per un cameriere non notare l’amore quando un anziano sceglie un dessert particolare per il solo fatto che quel quel dessert gli ricorda la moglie.
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.