Frasi e aforismi sul pagare

Frasi e aforismi sul pagare e il pagamento, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sul vendere, Frasi e aforismi sul comprare e l’acquistare, Frasi e aforismi sulle tasse e il fisco e Frasi e aforismi sui soldi e il denaro.

**

Frasi e aforismi sul pagare

L’uomo sa che deve morire un giorno. Ma questa amarezza non gli basta. Sa che domani pioverà. E che dopodomani dovrà pagare le tasse.
(Fabrizio Caramagna)

Nel matrimonio ci sono da pagare le rate del mutuo, le rate dei mobili e le rate dei regolamenti di conti.
(Fabrizio Caramagna)

Ho acquistato il resto della mia vita pagandola con comodissimi ormai.
(Fabrizio Caramagna)

Legge fondamentale del capitalismo moderno.
Nelle congiunture positive guadagnano i ricchi, durante le crisi pagano i poveri.
(Fabrizio Caramagna)

Possedere delle bollette che non si sono pagate è come avere dei nemici in casa.
(Fabrizio Caramagna)

Chi paga tutte le tasse è un altruista incompreso.
(Fabrizio Caramagna)

Le conseguenze sono come le tasse, c’è chi le paga anche per gli altri.
(Fabrizio Caramagna)

In un mondo pieno di conseguenze, la domanda “Chi paga?” non è mai una domanda sbagliata.
(Fabrizio Caramagna)

Delusioni che ti si siedono accanto, per ricordarti che le scelte fatte si pagano.
Tutte. Sempre.
(Fabrizio Caramagna)

La sincerità ha un prezzo, la lealtà ha un prezzo, il senso dell’onore ha un prezzo.
Ma chi è disposto a pagare oggi?
(Fabrizio Caramagna)

Nulla viene conquistato, tutto viene acquistato, pagando in contanti, a rate, in natura, con gli interessi, le more, il mutuo, l’usura.
(Fabrizio Caramagna)

Le meschinità che compiono certi ricchi per non pagare troppo caro giustifica tutte le avidità dei poveri.
(Fabrizio Caramagna)

Mi ha sempre colpito un proverbio che dice che se i ricchi potessero pagare i poveri per morire al loro posto, i poveri sarebbero tentati di farlo. Ma purtroppo è quello che già avviene in molte parti del mondo.
(Fabrizio Caramagna)

Università italiana. Si organizzano corsi accelerati di disoccupazione, di lavoro precario e sottopagato e di mancato rinnovo del contratto dopo mesi di sfruttamento lavorativo.
(Fabrizio Caramagna)

Sul lavoro quelli pagati poco sistemano i danni e l’incompetenza di quelli pagati tanto.
(Fabrizio Caramagna)

C’è una tale crisi… eppure la Chiesa può permettersi di avere a libro paga due Papi.
(Fabrizio Caramagna)

I cittadini pagano le tasse e i politici le spendono. Secondo il valido principio della divisione del lavoro.
(Fabrizio Caramagna)

Lo Stato mi esorta a usare tutti i miei diritti e mi incatena a tutti i miei doveri. Mi promette una pensione, ma mi getta nella catena del lavoro. Mi offre beni e servizi, ma mi fa diventare debitore. Mi paga il medico, ma mi rende malato di stress.
(Fabrizio Caramagna)

L’onestà non paga? Solo perché la trasparenza non è considerata moneta di scambio.
(Fabrizio Caramagna)

Gli errori fatti in due vanno pagati alla romana.
(Fabrizio Caramagna)

Dice la cicala alla formica: “Ho dissipato il capitale della mia esistenza cantando? Ho dilapidato il mio oro? Non importa: alla fine del viaggio, di fronte all’invisibile frontiera della morte, si passa senza pagare. Che te ne fai tu, o formica, dei tuoi tesori accumulati, quando verrà la tua ora?”
(Fabrizio Caramagna)

E’ l’arte del poco, il gioco del nulla.
A volte basta non pagare una portata al ristorante
o rubare la posta del vicino
e il piccolo mondo moderno
svela tutta la sua natura criminale.
(Fabrizio Caramagna)

Si possono scalare montagne barando sull’altimetro, navigare oceani dalla riva dei fiumi, amare qualcuno fingendosi presente.
Ma se si vive mostrando solo ciò che non si è, alla fine si paga il conto.
(Fabrizio Caramagna)

Quello che ho speso in psicologi, paure e occasioni mancate
è il prezzo che ho pagato per avere più sensibilità.
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.