Frasi e aforismi sull’ego

Frasi e aforismi sull’Ego, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi su Narcisismo e egocentrismo, Frasi e aforismi sulla vanità, Frasi e aforismi su ostentazione ed esibizionismo e Frasi e aforisi sul selfie.

**

Frasi e aforismi sull’ego

Non è vero che il cuore si trova nello stesso punto, in ognuno di noi.
In alcuni è a pochi centimetri dall’Ego, in altri è a pochi centimetri dall’Anima.
(Fabrizio Caramagna)

Ego. Tre lettere, una parola, infinite maschere.
(Fabrizio Caramagna)

Certe persone, più che un ego, hanno un egosistema.
(Fabrizio Caramagna)

Siamo quasi tutti varianti dell’Io. Pochi sono varianti del Noi.
(Fabrizio Caramagna)

Pensano di essere polpa, sostanza pura, materia buona, ma in realtà cosa sono? Un ego che risuona vuoto.
(Fabrizio Caramagna)

L’epoca odierna è tutto un “fatti più in là che altrimenti non mi si vede”. Egoismo, ostentazione e arroganza pur di mostrare il proprio ego.
(Fabrizio Caramagna)

Vanità, maschere, finzioni dell’ego. Tutta zavorra da lasciar cadere. Solo a quel punto prenderemo quota.
(Fabrizio Caramagna)

Attenzione: la ricerca costante d’approvazione può causare dipendenza. Tenere lontana da un ego infiammabile.
(Fabrizio Caramagna)

Notorietà: barattolo di ego con data di scadenza.
(Fabrizio Caramagna)

L’esposizione permanente del proprio ego sui social conduce a costruire una facciata di apparenza che rare volte si rende conto della propria caducità.
(Fabrizio Caramagna)

Quelle strade così strette che quando passa un narcisista resta incastrato con il suo ego.
(Fabrizio Caramagna)

Nel narcisista l’Io si è dilatato al tal punto che non c’è più posto per il Noi.
(Fabrizio Caramagna)

Se cresce l’ego, tutto il resto nel corpo deperisce e muore. L’ego è un parassita cieco e insaziabile. Si fa ospitare recitando, a seconda della convenienza, il ruolo del salvatore o della vittima.
(Fabrizio Caramagna)

Quando l’ego inizia a diventare troppo grande, ruba spazio a ogni cosa, soprattutto al cuore.
(Fabrizio Caramagna)

L’autocelebrazione se la gioca solo con la autocommiserazione e la lamentela. In entrambi i casi, c’è un ego pieno di sé.
(Fabrizio Caramagna)

Vanità: zona erogena dell’ego.
(Fabrizio Caramagna)

Il permaloso ha idee talmente radicate nel suo ego da non permettere a nessuno di sradicarle.
(Fabrizio Caramagna)

In questa epoca gli uomini hanno perso il loro volto. Si incontrano solo uomini-ego, uomini-corpo, uomini-lupo. Essi amano come può amare un ego, un corpo o un lupo.
La donna guarda l’orizzonte e aspetta un uomo che forse non esiste più
(Fabrizio Caramagna)

Un ego smisurato nuoce gravemente alla sua salute.
Se accoppiato con una mente ristretta nuoce alla salute degli altri.
(Fabrizio Caramagna)

La pubblicità: “Non ho nulla contro il tuo ego caro, consumatore, solo vorrei che fosse anche un po’ mio, giusto il tempo di venderti questo prodotto…”
(Fabrizio Caramagna)

Non c’è tregua alla voglia di postare sui social,
non c’è sosta all’annuncio delle nostre gesta,
in questa continua inserzione
dove promuoviamo il nostro sé,
scrivendo tra le righe: “Io, io, io…”.
(Fabrizio Caramagna)

Se l’inventore della saliera, del cucchiaio e della pantofola avesse avuto l’ego trionfante dell’inventore dell’Ipad, vi lascio immaginare quante celebrazioni e quanti tributi.
(Fabrizio Caramagna)

Io-io, io-io, io, in nessun’altra epoca della storia
c’è stato un suono così invadente.
Nel Medioevo nessuno diceva Io-Io, al massimo intonava Dio-Dio.
Nella sua istintività, nella sua ripetizione ipnotica,
nella sua convinzione feroce,
questo suono non appartiene al regno dei mammiferi.
Sembra piuttosto uno di quei suoni arcaici che hanno preceduto l’avvento dell’umanità.
Quello di un dinosauro o di qualche altro rettile predatore,
che con uno scatto di mascelle diceva “io” e annientava l’avversario.
(Fabrizio Caramagna)

Un’azione caritatevole accresce l’altra persona. Un’elemosina accresce solo il nostro ego.
(Fabrizio Caramagna)

Una creazione che miri a soddisfare i bisogni dell’ego dell’autore è solo evacuazione.
(Fabrizio Caramagna)

Molti editori amano circondarsi di nomi noti come se fossero i gradini che portano il loro ego sul punto più alto del pulpito.
(Fabrizio Caramagna)

Quasi tutte le lodi sono tributate in vista di una ricaduta positiva sul nostro ego. Quando diciamo “Sei bravo, sei bello, sei intelligente”, stiamo dicendo: “Io sono in grado di giudicarti tale perché ho l’autorità e la sapienza per farlo”.
(Fabrizio Caramagna)

Quando l’ego si mette al centro del mondo, la felicità finisce in periferia.
(Fabrizio Caramagna)

O vuola essere al centro del mondo o si barrica in casa, l’ego: non concepisce alternative.
(Fabrizio Caramagna)

Non è il destino a impedirci di cambiare atteggiamento, ma solo l’ego.
(Fabrizio Caramagna)

Che arte raffinata parlare all’altro senza parlare al proprio ego.
(Fabrizio Caramagna)

Vivi se ami, se sogni, se l’ego si libera dei giochini circoscritti e banali dell’apparenza e dell’insopportabile peso di dover dimostrare qualcosa a tutti i costi.
(Fabrizio Caramagna)

Essere invisibili al proprio tempo: scacco e ferita per l’ego, difesa e nido per l’anima.
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.