Frasi e aforismi sullo sporco e la sporcizia

Frasi e aforismi sullo sporco e la sporcizia, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sul pulito e la pulizia, Frasi e aforismi sulla spazzatura e l’immondizia, Frasi e aforismi sulla polvere e Frasi e aforismi sul disordine.

**

Frasi e aforismi sullo sporco e la sporcizia

Leggere un libro è sporcarsi gli occhi di inchiostro. Guardare il cielo è sporcarsi le mani e le labbra di azzurro
(Fabrizio Caramagna)

Io me lo ricordo il profumo del gelsomino. E le maniche corte. E la pelle arrossata dal sole. E i sorrisi. Quelli grandi. Quelli sporchi di futuro.
(Fabrizio Caramagna)

Le mani dell’albero hanno le unghie sporche di azzurro a furia di scavare dentro il cielo.
(Fabrizio Caramagna)

Lontano da te anche il cielo più nitido è un po’ sporco, e l’erba più morbida un poco punge e graffia, e ogni cosa sembra fuori dalla sua aurea misura.
(Fabrizio Caramagna)

Il traffico. Le macchine ovunque, i clacson arrabbiati, i marciapiedi sporchi, l’aria pesante, i pensieri cattivi, l’arroganza di chi vuole farsi strada a ogni costo. Se penso all’inferno in terra, per me è in una strada di una grande città.
(Fabrizio Caramagna)

Quando sono in città esco sul balcone e guardo in alto e non vedo le stelle e nemmeno la luna. Non vedo neanche il cielo, come se fosse stato coperto da qualche mano sporca. Tutto è velato dai riflessi di una luce grigia e smorta.
(Fabrizio Caramagna)

Un tempo il sesso era più sporco, ma in compenso l’aria era più pulita.
(Fabrizio Caramagna)

L’arroganza di sentirsi superiore, migliore degli altri, va lasciata fuori dalla porta, vicino alle scarpe, che sporca.
(Fabrizio Caramagna)

Guardare serie tv sul divano ed essere capaci di rendere luminosi dei pavimenti sporchi. Solo questo siamo capaci a fare nelle nostre case?
(Fabrizio Caramagna)

Sei simpatico come la righina di sporco che non sale sulla paletta.
(Fabrizio Caramagna)

Il disordine come un’entità viva, che ti si accomoda intorno a te, ti sparge i vestiti ovunque, ti scompiglia i capelli, ti stropiccia i panni asciutti e ti nasconde le chiavi.
(Fabrizio Caramagna)

Il suo letto e il suo cuscino erano così sporchi che alla fine gli acari hanno stabilito dei turni di pulizia.
(Fabrizio Caramagna)

Da grande voglio imparare ad attrarre il successo come le lenti degli occhiali attraggono lo sporco.
(Fabrizio Caramagna)

Neppure la sporcizia sfugge al concetto di diseguaglianza. In alcuni punti ce n’è di più.
(Fabrizio Caramagna)

Se i dipinti potessero parlare, ricorderebbero mani sporche, pennelli usurati, artisti senza soldi, stanze poco confortevoli.
(Fabrizio Caramagna)

Cose belle: le mani sporche di inchiostro dello scrittore, le mani sporche di gesso delle maestre, le mani sporche di cielo dei bambini.
(Fabrizio Caramagna)

L’acqua sporca, tornata nella nube, si veste con un abito bianco da sposa.
(Fabrizio Caramagna)

A volte tocca al giorno fare il lavoro sporco e alla notte ripulire il dolore.
(Fabrizio Caramagna)

E mentre giocava con i trifogli del prato, sporcandosi, soddisfatto, le ginocchia, la realtà gli sembrò in pace e straordinariamente luminosa.
(Fabrizio Caramagna)

Un bagno di sole primaverile, gli occhi sporchi di azzurro e le speranze sulla punta del cuore a spiccare il volo.
(Fabrizio Caramagna)

Quando mi sporco di pennarelli colorati le mani, le braccia, i gomiti, il collo e la maglietta, so di essere nel giusto.
(Fabrizio Caramagna)

Finché ci saranno un giardino e una torta a sporcare le mani di zucchero, le favole non finiranno mai.
(Fabrizio Caramagna)

Ho scoperto la luce e la profondità della mia anima,
solo quando qualcuno ha tentato di calpestarla, sporcarla e buttarla in un angolo,
dicendo che valeva meno di niente.
(Fabrizio Caramagna)

Il successo degli scrittori contemporanei ha a tal punto sporcato la storia della letteratura che ci vorranno almeno duecento anni per ripulire ogni cosa.
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.