Frasi e aforismi sulla consolazione e il conforto

Frasi e aforismi sulla consolazione e il conforto, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sull’aiuto e l’aiutare, Frasi e aforismi sull’amicizia e gli amici e Frasi e aforismi sul bisogno.

**

Frasi e aforismi sulla consolazione e il conforto

Che ne sai di quelli che avrebbero voglia di una carezza, di una parola di conforto, di quelli che in certi instanti avrebbero bisogno di tutto il bene del mondo, ma stanno zitti , ed è come se non esistessero.
(Fabrizio Caramagna)

Somigli a quel conforto che arriva quando fuori c’è la tempesta.
(Fabrizio Caramagna)

Ascoltare, essere attenti, consolare, perdonare, accompagnare, abbracciare, aiutare sono verbi che a volte dimentichiamo. Bisognerebbe scriverli su una parete accanto alla porta di casa, e leggerli ogni volta che usciamo nel mondo.
(Fabrizio Caramagna)

Sere che portano parole luminose, gesti autentici, mani aperte.
Sere che proteggono e consolano.
(Fabrizio Caramagna)

Consolare è quasi così dolce come essere consolati.
(Fabrizio Caramagna)

Quattro caviglie intrecciate nel letto sono sufficienti a consolare due creature.
(Fabrizio Caramagna)

Si ha un bel dire: non ci si consola con gli alberi e i fiori. Ma basta che una pianta ci faccia una confidenza sul suo destino, e questo ci rende felici tutto il giorno.
(Fabrizio Caramagna)

C’è dell’orgoglio nel volersi inconsolabile.
(Fabrizio Caramagna)

Nelle confidenze con i nostri amici, l’esagerazione di un dolore rende la consolazione più efficace.
(Fabrizio Caramagna)

Il miglior modo per consolare un bambino che piange è non consolarlo, ma fare in modo che rida per qualcos’altro. La stessa cosa fanno a volte i politici con gli adulti.
(Fabrizio Caramagna)

Ci consoliamo di non aver fatto quello che volevamo dicendo che abbiamo voluto quello che abbiamo fatto.
(Fabrizio Caramagna)

Le nostre piccole curiosità soddisfatte sono l’esile consolazione del grande Perché senza risposta.
(Fabrizio Caramagna)

Dopo una perdita,
si rimane sospesi dentro un solo respiro.
Gli attimi interrogati più volte,
e nessuno che dia una parola di conforto,
una spiegazione che faccia capire.
(Fabrizio Caramagna)

Mi chiedo chi conforta il mare quando è in burrasca
e le sirene cercano un rifugio in qualche faro abbandonato.
(Fabrizio Caramagna)

Il tempo ci consola di essere inconsolabili.
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.