Frasi e aforismi sulla televisione e la tv

Frasi e aforismi sulla televisione e la tv, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sulla pubblicità, Frasi e aforismi sulla comunicazione e il comunicare e Frasi e aforismi sull’apparenza.

**

Frasi e aforismi sulla televisione

In tv, non sapendo creare uno spettacolo divertente, creano un pubblico che si diverta agli spettacoli noiosi.
(Fabrizio Caramagna)

La televisione, piena di nulla, sprigiona un gran fascino. Come un buco nero.
(Fabrizio Caramagna)

Senza garbo, talento, eloquenza, senza un perché. Sono influencer, tronisti, veline, vincitori di reality. Popolari adesso. Ma in futuro pagine bianche sui libri di storia.
(Fabrizio Caramagna)

Agli spettatori viene concesso di guardare il Grande fratello così come al popolo veniva un tempo concesso di assistere alle feste dei principi. Oggi come ieri, rimane fermo il divieto di partecipare.
(Fabrizio Caramagna)

Coltivate la vostra ignoranza. Con tutti il letame della televisione, metterà dei rami profondi.
(Fabrizio Caramagna)

L’italiano è un popolo che ritiene di compensare il deficit di cultura umanistica con l’ipertrofia di cultura televisiva.
(Fabrizio Caramagna)

Molti italiani non solo non sanno che esiste la filosofia greca, ma pensano addirittura che la televisione sia un genere filosofico. E si fanno spiegare il mondo dalle soubrette.
(Fabrizio Caramagna)

Schiamazza contro il teatrino della televisione. Sta solo elemosinandovi una comparsata.
(Fabrizio Caramagna)

“E adesso parliamo…”. Dà le vertigini la scaletta dei telegiornali che, dopo la notizia di una catastrofe lontana e poi di un omicidio in famiglia, scende bruscamente di uno scalino e parla della medaglia d’oro per gli azzurri nei campionati di ciclismo su pista.
(Fabrizio Caramagna)

Zapping. Dicesi del capriccioso passaggio da un canale all’altro. Adesso si fa su internet, per strada, in amore. Ogni persona è lo zapping di qualcun altro.
(Fabrizio Caramagna)

Talvolta anche nel chiuso della camera
ci si può sentire criminali.
Sono le tre del pomeriggio di domenica
e comincia l’odio contro una voce in tv
che esclama “Tra pochissimo… in esclusiva solo per voi”.
(Fabrizio Caramagna)

Il mediocre che, dopo una giornata di routine, nel girotondo del proprio divano, davanti alla tv, non smette di provare vertigine.
(Fabrizio Caramagna)

Mi fanno pena le persone che sono unicamente nel salotto davanti al televisore, e in nessun altro tempo e luogo.
(Fabrizio Caramagna)

Siamo arrivati a mettere webcam dovunque, anche nelle zone più intime e riservate della nostra sfera privata, costruendoci trasmissioni e reality show di ogni tipo.
Quello che sembrava inaccessibile e non mostrabile al mondo, finisce per essere ripreso, vivisezionato, zoomato, superando ogni volta i confini della decenza e dell’inimmaginabile.
Di questo passo ci sarà una trasmissione in cui verrà installata una piccola webcam dentro una bara per filmare in tempo reale la decomposizione del cadavere. Le immagini saranno mostrate in tv e nelle dirette dei canali social. Il pubblico dovrà votare se eliminare il cadavere o farlo restare nella bara.
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.