Frasi e aforismi sulla pubblicità

Frasi e aforismi sulla pubblicità, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sull’apparenza, Frasi e aforismi sulla comunicazione e Frasi e aforismi sulla falsità e la finzione.

**

Frasi e aforismi sulla pubblicità

La pubblicità è un invito.
La pubblicità dice: “Entra, ti renderò speciale”.
(Fabrizio Caramagna)

La pubblicità è una macchina adibita alla persuasione. Ognuno di noi è accompagnato da centinaia di messaggi che, giornalmente, inducono a suscitare in noi bisogni che non abbiamo per comprare anche quello che non ci serve. Spendo, dunque sono.
(Fabrizio Caramagna)

Un tempo l’industria fabbricava i suoi prodotti per gli uomini. Poi un giorno ha capito che era meglio fabbricare gli uomini per i suoi prodotti. Di qui la pubblicità, il marketing, la televisione, i media e la manipolazione delle menti.
(Fabrizio Caramagna)

La pubblicità è ciò che metti nelle teste vuote per mantenerle vuote.
(Fabrizio Caramagna)

La pubblicità crea il superfluo per far dimenticare il necessario.
(Fabrizio Caramagna)

La pubblicità compra bisogni inesistenti per venderli a prezzi altissimi.
(Fabrizio Caramagna)

Rinunciare, ecco il verbo che la pubblicità non vorrebbe mai sentire.
(Fabrizio Caramagna)

Gli stupidi sono una “specie protetta”. Guai se si estinguessero. Che cosa farebbero politici, pubblicitari e manipolatori?
(Fabrizio Caramagna)

La pubblicità ci fa cambiare i gusti. La propaganda le opinioni.
(Fabrizio Caramagna)

La pubblicità: “Non ho nulla contro il tuo ego caro, consumatore, solo vorrei che fosse anche un po’ mio, giusto il tempo di venderti questo prodotto…”
(Fabrizio Caramagna)

La pubblicità manda sempre questo messaggi subliminale: “Se non lo fate siete inutili, se lo fate siete superflui ma almeno la vostra vita ha uno scopo”.
(Fabrizio Caramagna)

Bene di noi lo pensa solo la pubblicità.
(Fabrizio Caramagna)

Ciò che mi dice la pubblicità di quell’automobile o di quel profumo è: “Tu hai uno spirito debole e influenzabile e io ti sto manipolando, piccola testa vuota!”. Possibile che me ne accorga solo io e che, ogni volta che veda quel prodotto pubblicizzato, sia così disgustato da questo sciocco tentativo di manipolazione da comprare qualunque cosa al mondo tranne quel prodotto?
(Fabrizio Caramagna)

La critica letteraria una volta era un’arte drammatica. Adesso è solo una farsa o un ramo della pubblicità.
(Fabrizio Caramagna)

Gli scrittori che passano il tempo a promuovere il proprio libro, vengono ricordati come insistenti fino al ridicolo. Ottengono l’esatto contrario di ciò che si erano prefissi: una macchia indelebile che rivela solo il modo in cui hanno perso la loro la dignità.
(Fabrizio Caramagna)

Non è vero che siamo tutti il film di qualcuno.
Alcuni sono solo la pubblicità.
(Fabrizio Caramagna)

Propagare le nostre parole senza propagandarle. E’ così difficile oggi.
(Fabrizio Caramagna)

Andava controcorrente. Nelle pubblicità dei prodotti per il bagno tifava sempre per i batteri.
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.