Frasi e aforismi sulla curiosità

Frasi e aforismi sulla curiosità e i curiosi, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sulla conoscenza e il sapere, Frasi e aforismi sulla fantasia e l’immaginazione e Frasi e aforismi sulla meraviglia.

**

Frasi e aforismi sulla curiosità

Era sera, tu avevi due occhi color meraviglia, un sacco di paure ma anche la curiosità degli inizi. C’era un vento a tenerci stretti, una luce strana a farci sorridere.
(Fabrizio Caramagna)

Il viaggio ha sempre gli occhi pieni di libertà, leggerezza e curiosità.
(Fabrizio Caramagna)

L’entusiasmo in groppa alla curiosità: una delle qualità dei bambini.
(Fabrizio Caramagna)

Il ruolo principale della scuola dovrebbe essere quello di mettere gli studenti in contatto con la propria curiosità.
(Fabrizio Caramagna)

Le finestre aperte d’estate sanno di condivisione. Di accoglienza. Di curiosità. Il mondo non è più estraneo ed entra dentro con tutto il suo fiato. E le tende sventolano di leggerezza e felicità.
(Fabrizio Caramagna)

Siamo tutti figli di due curiosi: Adamo ed Eva.
(Fabrizio Caramagna)

La curiosità diventa un difetto quando non è abbastanza grande.
(Fabrizio Caramagna)

Non sempre la curiosità è intelligente, ma l’intelligenza è sempre curiosa.
(Fabrizio Caramagna)

Le note a piè pagina. Quelle che si saltano sempre, se non si è curiosi, se non si è pazienti, se non si è lettori.
(Fabrizio Caramagna)

L’uomo è curioso, ma ciò che più dovrebbe incuriosirlo – la conoscenza di sé – non lo incuriosisce affatto.
(Fabrizio Caramagna)

L’adulterio è un pendolo tra il capriccio e la curiosità, la passione e il desiderio.
(Fabrizio Caramagna)

Si vorrebbe che le persone fossero curiose delle vita. E che fossero anche fedeli.
(Fabrizio Caramagna)

Il sipario è una lenta ghigliottina che taglia le teste dei curiosi.
(Fabrizio Caramagna)

Quella stupida curiosità che nasce soltanto per confermare in qualche modo i propri sospetti piuttosto che per dare il via a una vivace immaginazione.
(Fabrizio Caramagna)

Quell’illusorio, fragile e aleatorio “avvicinare le persone”. Le si avvicina per curiosità, noia, narcisismo, interesse, insoddisfazione. Ma quasi mai per comprenderle o aiutarle.
(Fabrizio Caramagna)

La curiosità è una dote, ma rovistare nella miseria altrui è solo meschineria.
(Fabrizio Caramagna)

Ci si pente più di esser stati curiosi che di essere stati indifferenti.
(Fabrizio Caramagna)

Alla nostra coscienza curiosa manca l’esperienza di un altro corpo.
E al nostro corpo curioso manca l’esperienza di un’altra coscienza.
(Fabrizio Caramagna)

Se la curiosità è un peccato, che dire della non curiosità?
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.