Frasi e aforismi sui legami

Frasi e aforismi sui legami, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati si veda Frasi e aforismi sull’amore, Frasi e aforismi sulla coppia e Frasi e aforismi sulla cura e il prendersi cura.

**

Frasi e aforismi sui legami

Legati a qualcuno
che trovi il modo per legarti alle stelle.
(Fabrizio Caramagna)

I sorrisi, gli occhi lucidi e le affinità inspiegabili. Le uniche in grado di fregarsene dell’impossibile. E di intrecciare i nodi dell’amore.
(Fabrizio Caramagna)

Quando c’è equilibrio tra l’intrecciare e il non stringere troppo, e si sta bene con qualcuno. Questo è il legame.
(Fabrizio Caramagna)

Si scoprono più cose sciogliendo i legami che intrecciandoli.
(Fabrizio Caramagna)

Hai presente quando suoni più volte il campanello di uno sconosciuto per accendere la luce della scala. A volte ci leghiamo a persone che non sono fatte per noi, per il disperato bisogno di accendere una luce nella nostra vita.
(Fabrizio Caramagna)

Ero percorso da impulsi opposti. Ero in un luogo e mi vedevo altrove, cercavo legami e volevo spezzare catene, mi ancoravo a terra ma desideravo volare come una vela o un aquilone.
(Fabrizio Caramagna)

L’assenza di legami ci rende prigionieri della nostra solitudine.
(Fabrizio Caramagna)

Si confonde ancora promettere con dare e rimanere con legare.
(Fabrizio Caramagna)

E’ un tempo dove si consuma tutto rapidamente, come dominasse una voracità che distrugge.
Si consumano non solo oggetti, ma anche idee. Quanto dura un pensiero su internet? Neanche una giornata.
E i sentimenti? Basta un clic e si rescinde un legame che durava anni.
(Fabrizio Caramagna)

I legami amorosi stanno diventando un gioco a chi si stanca di più, o prima, o meglio dell’altro.
(Fabrizio Caramagna)

E poi viene un momento, in ogni storia d’amore, in cui l’abitudine guasta la spontaneità del volersi, trasforma la sfrontatezza in un composto sentimento.
(Fabrizio Caramagna)

Ogni giorno le novità si sbarazzano con disinvolta noncuranza degli interessi, delle attenzioni, dei legami che abbiamo accumulato con amorevole cura negli angoli della nostra mente.
E’ come se ogni giorno la novità svuotasse la mente e ci rendesse estranei e stranieri rispetto al giorno prima.
(Fabrizio Caramagna)

Nessuno vuole più responsabilità e legami.
Si gusta il piacere di un incontro senza un domani e quello – ancora meno impegnativo – di un incontro senza un oggi.
(Fabrizio Caramagna)

Per alcuni le relazioni sono come il montaggio di un film.
Tagliano subito, dove non capiscono
(Fabrizio Caramagna)

Il bambino getta il giocattolo in una vecchia scatola. Poi se ne va senza voltarsi.
Dev’essere lì, in un luogo dove nessuno lo cerca, che si butta via ciò che non si vuole più.
Giocattoli. Parole. Legami. Persone.
(Fabrizio Caramagna)

I nostri nonni passavano le giornate a cucire. Oggi invece il lavoro di cucire è così raro. Si preferisce strappare. I vestiti, i legami, le persone.
(Fabrizio Caramagna)

Perché un legame funzioni non bastano i sentimenti. Bisogna trovare la giusta distanza. Quella distanza esatta, millimetrica tra una persona e l’altra. Per alcune coppie è chilometri, per altre è centimetri.
(Fabrizio Caramagna)

Non il possesso ma l’appartenenza rende vero un legame.
Quando a muovere la coppia non sono leggi e ordini, ma il movimento condiviso di tanti sì possibili.
(Fabrizio Caramagna)

Un legame può non durare per sempre, ma il rispetto per chi c’è stato nel momento del bisogno deve essere conservato come una reliquia.
(Fabrizio Caramagna)

Il legame padre e figlio è congiunzione, armonia di punto e virgola, del punto che sostiene e protegge e della virgola che cerca nuovi spazi e nuove possibilità.
(Fabrizio Caramagna)

Lègami o legàmi, questa sera scegli tu.
(Fabrizio Caramagna)

Chissà dove si nascondono le ombre di notte. Magari tornano dentro il nostro corpo perchè sanno che non potremmo sopportare altri legami spezzati.
(Fabrizio Caramagna)

Non sai se la vita è un viaggio,
un sogno, un miracolo o una serie di tentativi di sfuggire al dolore,
se è una strada dritta verso l’orizzonte
o se è solo un groviglio.
Ma a volte ciò che conta non è trovare il senso.
L’importante non è sapere, ma essere.
Conta creare legami,
intrecciare la tua mano con quella di un altro.
Conta donare parole e atti di gentilezza.
Conta andare avanti e seminare
e seminare ancora.
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.