Frasi e aforismi sulle dita

Frasi e aforismi sulle dita, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sulle mani, Frasi e aforismi sul tatto e Frasi e aforismi sulla pelle.

**

Frasi e aforismi sulle dita

Le dita di una mano: cinque punti cardinali che puntano verso l’infinito.
(Fabrizio Caramagna)

Certe dita femminili così affusolate e belle che neanche il tacco 12…
(Fabrizio Caramagna)

Le mani dicono con le proprie dita molte cose che non saprebbero dire altrimenti.
(Fabrizio Caramagna)

Raccontami di quando facciamo l’amore
e poi ci guardiamo
e prima che le parole dicano qualcosa
la felicità fa disegni di luce tra le nostre dita.
(Fabrizio Caramagna)

Sulle tue dita danzano le mie.
Chi è lo strumento e chi è la musica?
(Fabrizio Caramagna)

Le mie dita sfiorano la tua schiena e finalmente ora so come si sentono le onde quando raggiungono la riva.
(Fabrizio Caramagna)

Intrecciare le nostre dita è già brillare.
(Fabrizio Caramagna)

Il tocco delle dita sulla pelle, un brivido come se fuoco e ghiaccio insieme l’avessero attraversata.
(Fabrizio Caramagna)

Dio benedica le dita, così imprevedibili quando si trappa di mappare le vene sul collo.
(Fabrizio Caramagna)

Quando afferri le mie dita, una ad una, lentamente, per stringerle alle tue, la stanza perde la sua forma, si scioglie e si trasforma in un brivido sul collo.
(Fabrizio Caramagna)

Legare il dito mignolo al mignolo mi è sempre sembrato un gesto pieno di tenerezza, come a dire “stai tranquillo ti prendo io, ti custodisco con mano leggera, ti porto in giro a vedere i miei sogni”.
Sarà per questo che i bambini lo fanno spesso e gli adulti mai.
(Fabrizio Caramagna)

Poi scopri che la polvere sulle ali non è andata perduta nel tempo, e che ci sono giorni che ti macchia ancora le dita e ti fa venire voglia di volare.
(Fabrizio Caramagna)

Capire il prossimo è la cosa più difficile. Devi provare a mettere il tuo occhio e le tue orecchie e le tue dita in quello spazio misterioso tra la pelle di una persona e il suo cuore.
(Fabrizio Caramagna)

Ho steso il cielo sulle dita, vi ho appeso case e alberi e montagne, e l’orizzonte laggiù non è mai stato così vuoto e pieno di cose sorprendenti.
(Fabrizio Caramagna)

Ci sono così tante impronte qui in terra – sulle banconote, le tastiere, i vestiti – e quasi nessuna, lassù, nel cielo. Del resto, si sa, solo pochi riescono a toccarlo con un dito.
(Fabrizio Caramagna)

Ciao, piccolo stupore luminoso che ti aggiri silenzioso tra le mie dita.
Oggi mi fai compagnia insieme a un buon libro.
(Fabrizio Caramagna)

Ci mancherebbe solo che le dita abbiano le sopracciglia. Ma guardando i progressi della nail art, credo che sia solo questione di tempo.
(Fabrizio Caramagna)

Quando si prende una tazza di the o caffé, sembra sempre che il mignolo si pavoneggi di fronte alle altre dita.
(Fabrizio Caramagna)

I demoni hanno dita lunghe ed affusolate per raggiungere ogni parte del cuore e premere sulle ferite nascoste.
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.