Frasi e aforismi sulla gentilezza

Frasi e aforismi sulla gentilezza, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sull’empatia, Frasi e aforismi sulla delicatezza e Frasi e aforismi sulla sensibilità.

**

Frasi e aforismi sulla gentilezza

Lei è gentile, attenta, distratta, spensierata, stanca, leggera, adorabile, disordinata, ridente, ma soprattutto ama vivere ai margini.
Come le note nei libri, i papaveri solitari, i sentieri abbandonati, gli introversi, i diversi, i perduti.
(Fabrizio Caramagna)

Dovremmo riempire il cuore di gentilezza, la bocca di educazione, le mani di accoglienza e la testa di buoni libri.
Forse solo così potremmo tornare a essere umani.
(Fabrizio Caramagna)

Mi piace pensare che essere delicati e gentili sprigioni una magia invisibile che non può mai essere sconfitta.
(Fabrizio Caramagna)

Quelli che sono gentili anche se stanno attraversando l’inferno.
(Fabrizio Caramagna)

La gentilezza e la sincerità. Due grazie di diversa intensità, ma dallo stesso sapore.
(Fabrizio Caramagna)

Se avessi un giardino di parole, farei crescere parole come: onestà, gentilezza, meraviglia, per sempre.
(Fabrizio Caramagna)

Onestà, profondità, gentilezza. Questa è la mia trinità religiosa.
(Fabrizio Caramagna)

Una mente coraggiosa e un cuore gentile. Questa è la combinazione di cui mi fido.
(Fabrizio Caramagna)

Per me la gentilezza è come la rabbia: va sfogata. Con parole e con atti gentili.
(Fabrizio Caramagna)

Assumere una dose di gentilezza due volte al giorno, preferibilmente a cuore pieno.
(Fabrizio Caramagna)

La gentilezza è una ricchezza che il suo proprietario vuole sempre condividere.
(Fabrizio Caramagna)

Ho un debole per le persone con gli occhi color gentilezza.
(Fabrizio Caramagna)

Vuoi farti un regalo? Semina la gentilezza, cogli la gioia, coltiva la serenità.
(Fabrizio Caramagna)

Come son buffi quegli uomini che pensano di dimostrare la propria virile sicurezza in qualsiasi altro modo che non sia la gentilezza.
(Fabrizio Caramagna)

Il primo dovere che abbiamo verso la gentilezza è riconoscerla. Cominciamo dagli occhi dei bambini.
Il secondo è coltivarla. Si può farlo appena usciti di casa.
Il terzo dovere è insegnarla. Ai figli, agli amici, ai colleghi. Facciamola conoscere anche agli arroganti e agli egoisti. Magari un giorno la useranno.
Il quarto dovere è il più difficile. Pratichiamo la gentilezza verso il destino. Sempre. Anche quando il destino sembra assurdo. Anche quando ti scaraventa addosso una tempesta mai vista e intorno a te c’è solo buio.
Siamo gentili sempre con il destino. Impariamo ad accettare.
(Fabrizio Caramagna)

La vita ha due doni preziosi: la meraviglia à e la gentilezza. La prima l’ho trovata negli occhi dei bambini e la seconda nella mano di chi aiuta.
(Fabrizio Caramagna)

La vita è un vaso invisibile e tu sei ciò che vi getti dentro. Getta invidia, insoddisfazione e cattiveria e traboccherà ansia, getta gentilezza, empatia e amore e traboccherà serenità.
(Fabrizio Caramagna)

Non mi interessa se sei Pesci o Ariete o Sagittario.
Mi importa di più se il tuo segno ha voglia di lasciare un segno di gentilezza in questa vita.
(Fabrizio Caramagna)

Esiste l’altra faccia della medaglia e della luna, magari lasciamoci sfiorare dall’idea che esista anche l’altra faccia dell’arroganza: la gentilezza.
(Fabrizio Caramagna)

Vorrei aprire una banca della gentilezza e dirigere una ditta di trasporti dell’empatia.
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.