Frasi e aforismi sull’instabilità

Frasi e aforismi sull’instabilità e l’instabile, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sulla stabilità, Frasi e aforismi sull’insicurezza e Frasi e aforismi sull’equilibrio.

**

Frasi e aforismi sull’instabilità

Mi piace il sapore degli inizi, instabili eppure coraggiosi, quando le aspettative non hanno ancora la presunzione di essere loro a comandare.
(Fabrizio Caramagna)

Fuori dai confini prestabiliti. Nei percorsi accidentati. Tra le porte aperte all’improvviso, dietro la luce che sai.
Ti aspetterò lì.
(Fabrizio Caramagna)

L’attesa di un appuntamento è impregnata di desiderio. È morbida, tremante e instabile. È viva…
(Fabrizio Caramagna)

Se io e te fossimo un ponte, chissà che costruzione aerea e vertiginosa e tuttavia che mancanza di logica, spreco di materiali, equilibrio instabile sull’abisso.
(Fabrizio Caramagna)

Il maestrale ci dice che siamo instabili, che basta una raffica a scardinarci e non siamo al centro di nulla.
(Fabrizio Caramagna)

Molte coppie sono ferme nell’instabilità del “quasi”: quasi amare, quasi vivere, quasi essere felici.
(Fabrizio Caramagna)

Noi avvezzi all’instabilità che ci innamoriamo dei soffioni più fragili.
(Fabrizio Caramagna)

La giornata di domani vedrà condizioni di spiccata instabilità con nostalgia diffusa su tutto il versante dei ricordi.
(Fabrizio Caramagna)

La caratteristica di quest’epoca è l’instabilità in ogni campo: politica, economia, lavoro, amore, sicurezza. Persino il meteo è diventato più instabile.
(Fabrizio Caramagna)

L’instabilità di chi ha bisogno di molteplice relazioni per affermare una singola identità
(Fabrizio Caramagna)

Certe coppie hanno la stabilità di un castello di carte dentro un maestrale.
(Fabrizio Caramagna)

C’è sempre molto vento nelle vele della speranza,
ma il timone delle scelte è instabile
e l’ancora delle paura è una zavorra pesante.
(Fabrizio Caramagna)

Ci sono così tante occasioni, opportunità, attrazioni. Il bersaglio della felicità è sempre più grande ma la superficie è instabile, le freccette si piantano per pochi secondi e poi cadono subito.
(Fabrizio Caramagna)

Il dubbio è la crepa che minaccia la stabilità di un edificio di pensiero. Puoi cercare di nascondere la crepa o non pensarci, ma senti lo stesso lo scricchiolio.
(Fabrizio Caramagna)

La vertigine toglie l’equilibrio, lascia sospesi, rimanda il senso e la stabilità a momenti migliori.
(Fabrizio Caramagna)

In chi ha desiderato per tantissimo tempo, la realizzazione del desiderio costringe a interrompere l’abitudine di quel desiderio, e questa cosa può anche essere destabilizzante.
(Fabrizio Caramagna)

Rispetto al pessimismo, l’ottimismo è più volubile, imprevedibile e instabile. Deve continuamente rivedere le sue strategie di fronte ai rovesci della realtà. L’ottimismo è un lavoro rispetto alla testardaggine del pessimista.
(Fabrizio Caramagna)

Il colore viola unisce la calma e la profondità del blu all’invadente energia del rosso. Da qui, la sua instabilità: può essere frivolo come il fucsia, lucente come l’ametista, allegro come la lavanda, denso come la vinaccia o tenebroso e inquietante come il viola più cupo.
(Fabrizio Caramagna)

L’eleganza del compasso che, per disegnare cerchi perfetti, danza sull’equilibrio instabile delle punte.
(Fabrizio Caramagna)

L’equilibrio si trova solo dopo averlo perso. E si mantiene solo fino a quando non si cade di nuovo. L’instabilità è il suo modo di trovare un’identità.
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.