Frasi e aforismi sull’inetto e l’inettitudine

Frasi e aforismi sull’inetto e l’inettitudine, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sull’incapacità e gli incapaci, Frasi e aforismi sull’inadeguatezza e Frasi e aforismi sulla goffaggine e i goffi.

**

Frasi e aforismi sull’inetto e l’inettitudine

Non ce la facciamo, noi inetti e inadeguati. Ci proviamo ad arrivare alla fine del traguardo. Ma tutto accade sempre un po’ più in là.
(Fabrizio Caramagna)

Una volta ho indossato per sbaglio l’inettitudine; mi stava così bene ed era così comoda, che ora non riesco a mettere altro.
(Fabrizio Caramagna)

Fare ogni cosa senza farla mai veramente. Essere dovunque senza mai esserci veramente. Deve essere questa l’inettitudine.
(Fabrizio Caramagna)

L’inettitudine: quando vedi le tue azioni da dietro un vetro infrangibile, sai che sono sbagliate e vorresti modificarle, ma non puoi fare nulla per intervenire.
(Fabrizio Caramagna)

L’inetto trova il suo pieno compimento nell’inconcludenza.
(Fabrizio Caramagna)

L’inetto mette ostacoli a se stesso, l’ambizioso agli altri.
(Fabrizio Caramagna)

L’inetto. Quando fa, lo fa tiepidamente. Ma quando non fa, non lo fa con tutte le sue forze.
(Fabrizio Caramagna)

L’inettitudine è il regno dell’incompiuto.
(Fabrizio Caramagna)

Tutto ciò che l’inetto sa della vita è che la sta sprecando
(Fabrizio Caramagna)

L’inetto sbaglia talmente tanto e talmente bene che sono gli errori a imparare da lui.
(Fabrizio Caramagna)

Così inetto che pure l’ombra si è stancata di seguirlo.
(Fabrizio Caramagna)

Una contraddizione la mia vita.
Un lato manovra con naturalezza aderendo all’impulso delle vele
e muove felice verso isole e orizzonti.
L’altro lato è un inetto che naufraga in mare aperto
senza mai trovare un approdo.
(Fabrizio Caramagna)

Trovare ogni giorno scuse per la propria continua inettitudine è davvero estenuante.
(Fabrizio Caramagna)

“Mi spiace ma adesso non posso” disse l’inetto, “sono troppo impegnato a non farcela”.
(Fabrizio Caramagna)

L’inetto non se ne fa niente della forza. E’ già pieno di cose inutili.
(Fabrizio Caramagna)

L’inetto ha un talento tutto suo: riesce a crollare anche stando fermo sul posto.
(Fabrizio Caramagna)

L’inetto: la facilità con cui incappa nelle complicazioni.
(Fabrizio Caramagna)

L’inetto. Non riuscendo a spostare di una millimetro i suoi limiti, finisci per spostarsi lui, fino a farsi accerchiare.
(Fabrizio Caramagna)

L’inetto vive schiacciato dalla sua inconsistenza.
(Fabrizio Caramagna)

Era così inetto che, quando ti deludeva, ti deludeva a metà.
(Fabrizio Caramagna)

Precoce nell’inettitudine, in ritardo per tutto il resto.
(Fabrizio Caramagna)

Oramai era tardi. L’inetto rimandò a domani tutti i suoi buoni propositi di inconcludenza.
(Fabrizio Caramagna)

Ogni tanto affiora una voce in me. Mi dice:
“Sei inutile”
“Sei orribile”
“Nessuno ha bisogno di te”.
Eppure dentro di me
ci sono frammenti e atomi
di pianeti lontani,
di supernove luminose,
di galassie infinite.
I secoli e l’universo
hanno lavorato per creare ciò che sono.
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.