Frasi e aforismi sul trattenere

Frasi e aforismi sul trattenere, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sull’avere e il possesso, Frasi e aforismi sul lasciare andare e Frasi e aforismi sul rincorrere e l’inseguire.

**

Frasi e aforismi sul trattenere

Quando cerchi di trattenere una persona, la cosa più complicata è capire la differenza tra difficile, impossibile e inutile.
(Fabrizio Caramagna)

Ad attirarmi la chimica.
Ad attrarmi la mente.
Ad intrattenermi la fantasia.
A trattenermi la fiducia.
(Fabrizio Caramagna)

Non puoi legare il mare con un corda, non puoi trattenere un cuore quando decide di andarsene.
(Fabrizio Caramagna)

Non trattenere: lascia andare.
Emozioni, parole, lacrime, persone.
(Fabrizio Caramagna)

Che gusto c’è a trattenere desideri e a diluire emozioni? Bisognerebbe vivere tutto d’un fiato.
(Fabrizio Caramagna)

Investiamo troppe energie per conquistare e trattenere, poche per proteggere.
(Fabrizio Caramagna)

Tra saper tenere e trattenere c’è un abisso.
(Fabrizio Caramagna)

A volte bisognerebbe lasciare andare, altre trattenere.
Come il respiro. Ma non sappiamo mai quando è il momento.
(Fabrizio Caramagna)

Le mani ti rivelano chi andrà via e chi resterà: lo capisci da come stringono, da come accarezzano, da come trattengono, da come salutano.
(Fabrizio Caramagna)

Quando sai di non riuscire a trattenere nulla,
ma stringi i pugni per non perdere le ultime schegge di cuore rimaste.
(Fabrizio Caramagna)

Le mani. A volte sono stanche di sciogliere nodi e grovigli, di scrivere parole per nulla, di trattenere persone e occasioni.
A volte vorrebbero solo un po’ di calore e una spalla su cui riposarsi.
(Fabrizio Caramagna)

Le emozioni. Sapere esattamente quali trattenere e quali lasciar uscire. Un passo di qua ed è accoglienza da parte degli altri, un passo di là ed è giudizio e rifiuto.
(Fabrizio Caramagna)

Era così bella mentre cercava di trattenere il fiato e il mondo le girava intorno agli occhi.
(Fabrizio Caramagna)

Sei quella voglia che non riesco a trattenere.
(Fabrizio Caramagna)

Il sorriso è il modo con cui la bocca ammette la propria incapacità di trattenere la bellezza.
(Fabrizio Caramagna)

Carezze che scappano di mano a tradimento mentre la bocca è occupata a trattenere i baci.
(Fabrizio Caramagna)

Le parole non possiedono le cose. Le migliore delle parole è come una lente che lascia passare la luce senza trattenere il raggio.
(Fabrizio Caramagna)

Nei sogni c’è sempre vento. Per questo è impossibile trattenere qualsiasi immagine.
(Fabrizio Caramagna)

Abbi infinita compassione per coloro che urlano… e ancora più per coloro che trattengono le loro urla.
(Fabrizio Caramagna)

La felicità non si può trattenere, ci sfugge, è come acqua che scorre altrove dopo averci luminosamente rispecchiato per un istante.
(Fabrizio Caramagna)

Con la paura, il fiato trattenuto, ma senza smettere di sorprendersi. Che belli che sono gli inizi.
(Fabrizio Caramagna)

Ti ricordi la prima volta della luna su di noi, e le stelle che trattenevano il fiato.
Altroché se me lo ricordo.
(Fabrizio Caramagna)

I timidi amano in maniera silenziosa, riservata e discreta. Amano con la testa piena di parole e le mani dai gesti trattenuti.
(Fabrizio Caramagna)

Non trattenere un pregiudizio più a lungo di quanto tu possa trattenere un respiro.
(Fabrizio Caramagna)

Sfogliate con delicatezza i libri usati: alcuni di loro hanno trattenuto per sempre l’anima di qualche lettore.
(Fabrizio Caramagna)

Amo certi ponti. Trattengono il respiro e lo stupore di chi ci è passato sopra.
(Fabrizio Caramagna)

Un sospiro, una parola non detta, il niente impercettibile di un movimento trattenuto, e io capisco. E non è facile, dopo, non lo è mai.
(Fabrizio Caramagna)

Il sussiego è quasi sempre un broncio trattenuto.
(Fabrizio Caramagna)

Nella grande luce della primavera,
dopo essersi a lungo trattenuti,
esplodono i primi fiori della magnolia.
(Fabrizio Caramagna)

Alcuni segreti sembrano nuvole nere che trattengono molta pioggia.
(Fabrizio Caramagna)

Chiusa una relazione, spente le parole, restiamo noi e la vertigine del vuoto, del tempo che abbiamo trattenuto per non far scorrere niente.
(Fabrizio Caramagna)

Tutti quei tuoi gesti trattenuti o sprecati. La genesi di un romanzo incompiuto che continuerà a parlarti per una vita intera.
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.