Frasi e aforismi sulle Langhe

Frasi e aforismi sulle Langhe e la città di Alba, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi su Torino, Frasi e aforismi sulle colline, Frasi e aforismi sul vino e Frasi e aforismi sul tartufo.

**

Frasi e aforismi sulle Langhe

Nelle Langhe sanno fare il vino ma anche i paesaggi.
(Fabrizio Caramagna)

Langhe che vai, spettacolo che trovi.
(Fabrizio Caramagna)

La bellezza salverà il mondo, ma anche il Barolo fa la sua parte.
(Fabrizio Caramagna)

Camminare nelle Langhe sottovoce con le vigne negli occhi.
E la collina trova sempre un modo per accarezzarti.
(Fabrizio Caramagna)

La vigna è un capolavoro, ma lo è anche la cantina che contiene i vini. Una specie di vigna interiore, più spirituale.

– Dove sei?
-In una terra che sa di tartufo e di vino, le colline sembrano voler sfiorare le nuvole e i colori sono pennellate di luce e di stupore.
(Fabrizio Caramagna)

Alba che dalle sue torri mi sorride e mi prende per mano ogni volta.
(Fabrizio Caramagna)

Alba ama il cibo con passione. Tartufi, ravioli del plin, tajarin, carne all’albese, fritto misto alla piemontese, finanziera, il bonet, le torte di nocciola. Qui il pasto è un rituale e la cucina raccoglie la parte vitale e carnale del territorio.
(Fabrizio Caramagna)

Alba non si visita. Alba si assaggia.
(Fabrizio Caramagna)

Il posto migliore per innamorarsi è davanti ad un piatto di tartufi.
(Fabrizio Caramagna)

E se proprio vuoi capire un tartufo, devi dimenticare tutto ciò che hai assaggiato prima.
Nessun cibo o gusto è comparabile al tartufo.
(Fabrizio Caramagna)

Portami dove le nuvole sono rosse, il cielo arancio ed le colline hanno il profumo del vino.
(Fabrizio Caramagna)

Cesare Pavese aveva ragione. Se guardo oltre le colline delle Langhe, con gli occhi chiusi vedo il mare.
(Fabrizio Caramagna)

Quando vediamo le colline delle Langhe così ben curate, tra file di vigneti a formare simmetrie di luci e colori, non possiamo non pensare a quanta fatica siano costati, e renderci conto, per l’ennesima volta, di quanta forma d’arte ci sia nel lavoro dei contadini rispetto a quello di qualsiasi altro mestiere.
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.