Frasi e aforisi sull’offesa

Frasi e aforisi sull’offesa e l’offendere, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sulla maleducazione e i maleducati, Frasi e aforismi sulla vendetta e Frasi e aforismi sull’attacco e l’attaccare.

**

Frasi e aforismi sull’offesa e l’offendere

Lo sbadiglio, ecco cosa regalano certe offese.
(Fabrizio Caramagna)

Offendere, che brutto aggettivo
(e per estensione sbraitare, inveire, insultare, accusare, attaccare)
(Fabrizio Caramagna)

“Muori male” e altre offese che danno la proporzione della barbarie in cui siamo piombati.
(Fabrizio Caramagna)

Prima di rimanerci male, guardate le timeline e la bacheca di chi viene a insultarvi e a provocarvi. In una buona percentuale dei casi, il problema non siete voi.
(Fabrizio Caramagna)

Le allusioni. Una di quelle strategie che nel mio lessico è sinonimo non solo di offesa, ma anche di arroganza e vigliaccheria.
(Fabrizio Caramagna)

L’offesa stupida ti dà fastidio per la stupidità e quella intelligente per l’offesa.
(Fabrizio Caramagna)

Non posso mandarti a quel paese e offenderti: sono ancora una persona gentile. Concedimi però il lusso di starti alla larga.
(Fabrizio Caramagna)

E’ sempre in nome di una morale che si offende o si fa gli offesi.
(Fabrizio Caramagna)

Pretendere delle scuse è spesso sopravvalutare l’offensore.
(Fabrizio Caramagna)

Il fanatismo è un’offesa alla ragione che finisce per trasformarsi in offesa al corpo dei reticenti e degli increduli, in campi di concentramento, in colpi alla nuca.
(Fabrizio Caramagna)

Ciò che non mi piace nell’offesa è che mi spinge a vendicarmi. Io non voglio rendermi simile a te. La mia vittoria ti assomiglia troppo, caro nemico, perché io non ci veda una sconfitta.
(Fabrizio Caramagna)

A volte si fanno guerre per un nonnulla.
E’ anche vero che ne evitiamo moltissime perché non siamo in grado di capire tutte le offese e le violenze che riceviamo.
(Fabrizio Caramagna)

L’odio su internet è come una sigaretta che gira tra compagni.
Ognuno aspira una boccata e scrive un insulto
in questo rito collettivo dove ciò che conta è sfogare la propria rabbia,
scaricare la propria frustrazione, riempire il proprio vuoto
e sentirsi per un attimo importante.
Non importa se poi la sigaretta finisce per bruciare vivo qualcuno.
(Fabrizio Caramagna)

C’è chi perdona l’offesa e chi usa il perdono per offendere.
(Fabrizio Caramagna)

Lunedì scaturisce dalla domenica senza far storie.
E ogni volta si prende gli insulti e le offese del mondo, e non si scompone mai.
(Fabrizio Caramagna)

Peccato per certe muri, che pur non nobili,
hanno la sventura di diventar sfondo inutile di offese e parolacce.
Ma il vento e la notte li perdoneranno.
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.