Frasi e aforismi su persiane e tapparelle

Frasi e aforismi sulle persiane, le imposte e le tapparelle avvolgibili, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sulla finestra, Frasi e aforismi sulle tende e Frasi e aforismi sul balcone e la terrazza.

**

Frasi e aforismi sulle persiane

Quando abbassiamo velocemente una tapparella, sembra che vogliamo sorprendere il cielo che è rimasto nella stanza.
(Fabrizio Caramagna)

Gli atomi di luce che lottano l’uno contro l’altro per entrare attraverso la stretta fessura della persiana.
(Fabrizio Caramagna)

Le persiane socchiuse. La luce che filtra. E la bellezza si ferma tra le mie mani.
(Fabrizio Caramagna)

La misteriosa storia d’amore tra la luce e le persiane socchiuse.
(Fabrizio Caramagna)

La tapparella quasi tutta abbassata. La luce ha la forma di tanti puntini di sospensione
(Fabrizio Caramagna)

Ti svegli e apri le persiane. Il pulviscolo e la luce stanno giocando nell’aria, si divertono con niente…
(Fabrizio Caramagna)

Il gesto di chiudere le persiane, la sera, quel momento in cui mi sembra di lasciare il mondo fuori.
(Fabrizio Caramagna)

Se abbassi le persiane, la domenica pomeriggio pare un sogno.
(Fabrizio Caramagna)

La luce che diventa scura, i rumori rotti, l’odore della terra, il vento che scuote i rami, le persiane che sbattono. E poi una bufera d’acqua, il diluvio e il delirio.
(Fabrizio Caramagna)

C’è un vento che vuole strappare via le persiane e vedere nuda la casa.
(Fabrizio Caramagna)

La luna è curiosa e a volte si avvicina per vedere come dormono quelli che non abbassano le persiane e le tapparelle.
(Fabrizio Caramagna)

L’euforia delle masse, i vortici della superficialità, il divertimento a tutti i costi, io li ho sempre guardati dallo spiraglio tra le persiane.
(Fabrizio Caramagna)

Ho abbassato le aspettative, ho abbassato le tapparelle, mi sono messo sotto il piumone, ho spento la luce e nonostante questo ho paura che il mondo là fuori senta il rumore di me che, stasera, vado in frantumi
(Fabrizio Caramagna)

Ci sono sere così. In cui a niente serve accostare le persiane perchè il vuoto di fuori è passato dalle fessure e si è conficcato negli interstizi della casa. Inutile accendere le luci, provare a leggere un libro, meglio abbandonarsi al nulla, assecondarne il moto, ascoltare l’incomprensibile che sale dall’universo.
(Fabrizio Caramagna)

I periodi migliori sono quelli che, se chiudi le persiane di notte, continui a vedere il cielo stellato.
(Fabrizio Caramagna)

Le persiane sbattono contro il muro della casa. E’ il solo movimento che può permettersi ciò che è abbandonato.
(Fabrizio Caramagna)

L’eterno dilemma. Il romanticismo delle persiane o la comodità delle tapparelle che le chiudi da dentro?
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.