Frasi e aforismi sul ridicolo

Frasi e aforismi sul ridicolo, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sulla mediocrità, Frasi e aforismi su esibizionismo e ostentazione e Frasi e aforismi sulla falsità e la finzione.

**

Frasi e aforismi sul ridicolo

Tra le messe in scena della vita, la più ridicola (e forse anche tragica) è l’ostentazione di ciò che non si è.
(Fabrizio Caramagna)

Voi andate. Io resto qui a godermi lo spettacolo dell’arroganza che si trasforma in ridicolo e delle maschere che cadono a una a una.
(Fabrizio Caramagna)

Niente rende tanto ridicolo e patetico un vecchio quanto il voler sembrare più giovane di quello che è.
(Fabrizio Caramagna)

Inutile salire su un piedistallo: la nostra ombra in basso ci prende in giro ancora di più.
(Fabrizio Caramagna)

La rabbia ci getta subito nel ridicolo. L’odio è più circospetto.
(Fabrizio Caramagna)

Quelli che vogliono sembrare giovani anche a costo di essere ridicoli, sembrano tanti piccoli travestimenti di una resa.
(Fabrizio Caramagna)

Gente che dopo l’autostima ha ceduto ai social anche tutti i diritti sul ridicolo.
(Fabrizio Caramagna)

Gli scrittori che passano il tempo a promuovere il proprio libro, vengono ricordati come insistenti fino al ridicolo. Ottengono l’esatto contrario di ciò che si erano prefissi: una macchia indelebile che rivela solo il modo in cui hanno perso la loro la dignità.
(Fabrizio Caramagna)

Anche vedere come si reagisce al ridicolo è un indicatore non trascurabile
Alcuni reagiscono con supponenza e arroganza, segno che sono abituati.
(Fabrizio Caramagna)

Vergognarsi non è più di moda. Oggi impera il ridicolo.
(Fabrizio Caramagna)

Molti hanno un forte senso di sé, pochi hanno il senso dell’umorismo, quasi nessuno ha il senso del ridicolo.
(Fabrizio Caramagna)

Il ridicolo è quando l’uomo si toglie la maschera e indossa la sua caricatura.
(Fabrizio Caramagna)

L’impegno ridicolo di molti dilettanti nel dimostrare allo specialista che ne sanno tanto quanto lui, e anche più.
(Fabrizio Caramagna)

Per alcuni da persona a personaggio il passo è breve. E da personaggio a ridicolo è ancor più breve.
(Fabrizio Caramagna)

Per andare sui social, bisognerebbe rendere obbligatoria l’acquisizione di altri due sensi: quello del ridicolo e quello della misura.
(Fabrizio Caramagna)

Di solito a non ridere mai è l’uomo ridicolo.
(Fabrizio Caramagna)

Il ridicolo è come l’etichetta lasciata per sbaglio penzoloni su un bell’abito da sera: tutti la vedono e si fanno un’idea di te anche se non te ne accorgi.
(Fabrizio Caramagna)

Si rendeva perfettamente conto del suo comportamento ridicolo, ma era incapace di modificarlo. Questo ridicolo era in lui, probabilmente, ciò che aveva di più vero nella sua personalità.
(Fabrizio Caramagna)

Secondo l’intelletto, quasi tutto è ridicolo. Secondo il cuore, quasi niente lo è.
(Fabrizio Caramagna)

E’ difficile disegnare i nostri limiti. La prudenza e il senso del ridicolo si fermano molto prima e hanno paura ad avvicinarsi. Il coraggio, la speranza e l’incoscienza vanno sempre oltre e quando ce ne rendiamo conto, si sono fermati troppo in là.
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.