Frasi e aforismi sul merito

Frasi e aforismi sul merito, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sulla fortuna, Frasi e aforismi sul talento, Frasi e aforismi sulla stima e Frasi e aforismi sul mestiere.

**

Frasi e aforismi sul merito

Uno dei tanti misteri del nostro paese è rappresentato dal fatto che la parola “successo” è vista con approvazione e simpatia, mentre la parola “merito” è vista con disapprovazione.
(Fabrizio Caramagna)

Esporsi pubblicamente a favore di chi merita era fino a poco tempo fa una prassi normale, oggi è diventato un atto di coraggio.
(Fabrizio Caramagna)

In Italia non è possibile far passare il merito. E’ gia tanto che si riesca a smaltire la lunga fila di raccomandati.
(Fabrizio Caramagna)

La raccomandazione si arrampica là dove il merito non riesce ad arrivare.
(Fabrizio Caramagna)

L’arte di non scegliere un uomo di genio e di preferirgli un uomo mediocre è un’arte tutta politica.
(Fabrizio Caramagna)

Dalla cima del proprio successo è facile far credere agli altri di averne qualche merito. Molto più difficile è farlo credere a se stessi.
(Fabrizio Caramagna)

Per ottenere ciò che si merita in questa società bisognerebbe sempre disturbare, disturbare, disturbare. Ma si ha paura a disturbare non per orgoglio, ma per rispetto della libertà altrui. E si finisce per nascondere i propri meriti.
(Fabrizio Caramagna)

Sulle liste di proscrizione trovi sempre la gente migliore,
mentre quella degna di un ceffone figura nei comitati d’onore.
(Fabrizio Caramagna)

Ottenere l’immeritato è un modo di perdere.
(Fabrizio Caramagna)

La fortuna c’è sempre, anche quando l’uomo dice “questo l’ho fatto io” o “è tutto merito mio”, ma lui non è mai sicuro di quello che dice, dietro le sue spalle c’è sempre un respiro, un’ombra: è la fortuna.
(Fabrizio Caramagna)

Consideriamo l’infelicità come una punizione ingiusta. Mentre per la felicità, chi di noi non è persuaso di doverla meritare pienamente?
(Fabrizio Caramagna)

Perché delegare agli altri il potere di decidere sul nostro merito? In questo campo vorremmo sempre anteporre la dittatura del nostro io alla democrazia del giudizio altrui.
(Fabrizio Caramagna)

La presunzione è un omaggio esagerato che tributiamo ai nostri meriti.
(Fabrizio Caramagna)

Non c’è carica di allenatore di calcio o di presidente del consiglio che dubitiamo di meritare. Se non la ricopriamo, è perché nessuno ce l’ha offerta.
(Fabrizio Caramagna)

Ma alla fine che cosa ha fatto il buon Dio per meritare di essere chiamato Dio?
(Fabrizio Caramagna)

Rubare meriti, sottolineare errori, negare comprensione.
Ovvero le tre leggi del comportamento sul lavoro.
(Fabrizio Caramagna)

La meritocrazia è un’utopia insegnata in tutte le scuole.
(Fabrizio Caramagna)

Applaudire al merito, è condividerne il successo.
Ma applaudire alla raccomandazione o alla fortuna, è solo un cercare favori.
(Fabrizio Caramagna)

Verso la fine della vita, pochi uomini hanno l’onestà di dichiarare che avrebbero meritato meno di quanto hanno ricevuto.
(Fabrizio Caramagna)

Schopenhauer ebbe all’inizio meno lettori di quanti meritava. Dubito che al momento attuale si riconoscerebbe in tutti quelli che ha.
(Fabrizio Caramagna)

Le persone che non ti meritano lasciale andare. Lasciale al fiume, le porterà al mare. Il mare all’oceano. L’oceano ad un puntino insignificante nell’universo.
(Fabrizio Caramagna)

Non accontentatevi di essere amati. Meritatelo!
(Fabrizio Caramagna)

Le cose bene fatte puzzano di sudore e di merito.
(Fabrizio Caramagna)

Sto solo meritandomi di essere nato: ma più procedo, più dubito di riuscirvi.
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.