Frasi e aforismi sulla partenza

Frasi e aforismi sulla partenza e il partire, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sul viaggio e il viaggiare, Frasi e aforismi sull’inizio e il ricominciare e Frasi e aforismi sulla valigia.

**

Frasi e aforismi sulla partenza

Della partenza mi piace il saluto dell’alba, l’odore delle valigie piene di vestiti e sogni, l’indugiare dei pensieri nei corridoi e nelle stanze di casa, sapendo che al ritorno saremo cambiati.
(Fabrizio Caramagna)

Delle partenze mi piace l’agitazione, il senso d’attesa, l’immaginazione che fantastica su mappe e atlanti, e l’anima che si incanta.
(Fabrizio Caramagna)

La verità è sempre partire. Restare è una bugia, un inganno, la costruzione di un muro che ci separa dal mondo.
(Fabrizio Caramagna)

Ho riempito le mie valigie di possibilità. Mi godo questa infinita lentezza che precede il viaggio, lancio in aria i dadi della curiosità e so che comunque andrà tutto bene.
(Fabrizio Caramagna)

“Partiamo?” mi dicesti, mentre preparavi la valigia. E dentro c’erano diversi sogni e una luce impacchettata con cura.
(Fabrizio Caramagna)

Prendo una valigia leggera e salgo sul treno, carrozza meraviglia, lato finestrino, vicino all’imprevedibile.
(Fabrizio Caramagna)

Una brezza d’aria fresca, la voglia matta di lasciarsi tutto alle spalle e una mattina in cui partiresti per sempre.
(Fabrizio Caramagna)

Il bello della fantasia è quel partire da un nessun luogo verso un altrove.
(Fabrizio Caramagna)

Di alcune partenze amo il filo dei pensieri cucito intorno alle valigie.
E la fantasia che si allunga verso l’orizzonte.
(Fabrizio Caramagna)

Nelle nostre cellule si agita la polvere di stelle lontane… di qui lo spaesamento, di qui il peso del mondo e a volte quell’improvvisa voglia di partire.
(Fabrizio Caramagna)

La sera prima di partire saluto sempre la casa, le sedie, le piante. E’ il minimo che posso fare per chi ha tacitamente promesso di restare.
(Fabrizio Caramagna)

Per cambiare epoca non c’è bisogno della macchina del tempo.
E’ sufficiente partire da Malpensa e atterrare dopo poche ore a Calcutta o in Iran.
(Fabrizio Caramagna)

Vorrei essere una nota musicale e partire insieme al vento, in compagnia dei fiumi che non trovano il mare, delle campane in rivolta contro le stagioni e di una compagnia di alberi folli.
(Fabrizio Caramagna)

Trasformare l’ohibò in un oblò e poi partire verso un’isola sconosciuta.
(Fabrizio Caramagna)

La partenza davvero intelligente è restarsene in vacanza.
(Fabrizio Caramagna)

Capodanno è una festa inventata perché tutti quanti il giorno dopo possano partire alla pari
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.