Frasi e aforismi sulla banalità e l’ovvio

Frasi e aforismi sulla banalità e l’ovvio, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sulla fantasia e l’immaginazione, Frasi e aforismi sulla mediocrità e Frasi e aforismi sulle chiacchiere.

**

Frasi e aforismi sulla banalità e l’ovvio

Perché la banalità piace? Perché permette di schiacciare il tasto off del cervello.
(Fabrizio Caramagna)

Niente è più mediocre della banalità, ma niente unisce di più le persone.
(Fabrizio Caramagna)

La banalità è una canzone sempre in testa alle hit parade.
(Fabrizio Caramagna)

Il banale avanza e la gente lo applaude, tra due ali di folla.
(Fabrizio Caramagna)

La mediocrità e la banalità piacciono, perché la massa cerca di specchiarsi nelle similitudini, non di confrontarsi con chi sta più in alto.
(Fabrizio Caramagna)

La maggioranza del mondo ha abbandonato il bello, l’originale, lo straordinario.
Preferisce il banale, perché non lo fa sentire inferiore.
(Fabrizio Caramagna)

Che sproporzione tra il numero delle parole possibili e la quantità delle banalità che diciamo ogni volta.
(Fabrizio Caramagna)

Il linguaggio si impoverisce, i luoghi comuni e gli stereotipi dilagano, preso si arriverà ad avere un modello di pensiero unico per tutti – la varietà delle menti ridotte a una sola forma – e per comunicare si useranno solo più le emoticon.
(Fabrizio Caramagna)

Prima a nessuno era permesso pensare liberamente; ora è permesso, ma in forma di banalità e emoticon.
(Fabrizio Caramagna)

Ci sedemmo dalla parte della meraviglia visto che i posti dell’ovvio erano tutti occupati.
(Fabrizio Caramagna)

A volte credo di avere la testa che gira in senso antiorario rispetto ai ragionamenti della gente.
(Fabrizio Caramagna)

Siamo troppo indulgenti con la banalità, un male silenzioso che uccide ogni giorno linguaggio e pensiero.
(Fabrizio Caramagna)

Se esistesse il vaso della parola, la banalità e le chiacchiere sarebbero debordate da tempo.
(Fabrizio Caramagna)

Ora metto in tasca l’Amleto e l’ombrello di Mary Poppins e vado di sotto a parlare con il Bianconiglio di questa storia dell’affollamento di luoghi comuni e di questi ragazzini – che qualcuno chiama poeti di instagram – che scrivono delle banalità spacciandole per poesia.
(Fabrizio Caramagna)

Ci sono aforisti a cui bisogna almeno riconoscere un merito: riescono a scrivere aforismi così banali che neppure la banalità riuscerebbe a far meglio.
(Fabrizio Caramagna)

Barcollò sul terreno della superficialità per poi scivolare sull’ovvietà e cadere quindi in un luogo comune.
(Fabrizio Caramagna)

Le banalità, anche se colorate, rimangono pagine bianche.
(Fabrizio Caramagna)

Tutte le mie frasi migliori sono disertori che non hanno risposto al richiamo della banalità.
(Fabrizio Caramagna)

Curioso come la banalità sia sempre affaccendata a esibire se stessa.
(Fabrizio Caramagna)

Sfidiamoci a colpi di fulmine.
Giusto per lasciare qualche impronta di noi nella banalità di questo mondo.
(Fabrizio Caramagna)

Prometto di sorprenderti adesso e ripetutamente.
Fino a che la banalità e l’ovvio non ci separi.
(Fabrizio Caramagna)

“Solo al mare ci sono colori così belli” dice una persona all’altra, e una volta di più mi chiedo come sia possibile ripetere senza mai stancarsi delle verità così ovvie ed elementari con l’inalterabile convinzione di colui che sta rivelando al mondo una scoperta sorprendente.
(Fabrizio Caramagna)

Raramente ho visto un uomo a tal punto privo di personalità, il fisico banale, i gusti comuni, il comportamento prevedibile, le idee omologate, privo di ambizioni… però possedeva degli addominali straordinari.
(Fabrizio Caramagna)

Quando esisterà, al modo dei correttori ortografici, un correttore che sottolineerà nei nostri scritti tutte le idee e le formulazioni banali, scopriremo con grande dispetto che persino i nostri pensieri più incongrui sono stati segnati in rosso.
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.