Frasi e aforismi sulla nave e la barca

Frasi e aforismi sulla nave e la barca, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sul mare, Frasi e aforismi sulla vela e Frasi e aforismi sul porto.

**

Frasi e aforismi sulla nave e la barca

Adoro le navi lontane che spezzano l’orizzonte, come una virgola la frase.
(Fabrizio Caramagna)

Quando passa una barca lontana all’orizzonte, il mistero si fa più mistero.
(Fabrizio Caramagna)

E’ bella una barca che corre a forte andatura, e la prua spacca il mare come un ascia di legno, e sembra che faccia scintille, e dietro ci sono solo scie di bianca schiuma. E’ qualcosa che può far battere il cuore.
(Fabrizio Caramagna)

La scia di poppa candida di sale e solitudine,
la brezza come una creatura invisibile che la segue.
(Fabrizio Caramagna)

Ci sono barche che sono cariche di anni. E tutti i soli, tutte le lune, tutta l’acqua di mare, tutte le tempeste, tutti i venti ci sono passati sopra.
(Fabrizio Caramagna)

La notte separa la nave dal suo fanale. Che sembra vagare come una stella solitaria sul mare.
(Fabrizio Caramagna)

Che cosa sogna una nave? Sogna di tornare in porto? O forse di essere un sommergibile e sparire nei flutti in una notte di luna piena?
(Fabrizio Caramagna)

Disse la nave: “Cosa farò quando sarò arrivata laddove mai nessuno è giunto prima? Aiuterò anche le altre navi ad arrivarci? O ne approfitterò per conversare con il mistero? E quanto ci vorrà prima che torni la mia curiosità di andare oltre?”.
(Fabrizio Caramagna)

Della navigazione senza programma amo il rincorrersi delle onde di fianco alla barca. Non esiste tragitto, ma solo orizzonti da scoprire.
(Fabrizio Caramagna)

Remare sulla barca: si dà la schiena all’obiettivo, e si va di tutto il proprio corpo.
(Fabrizio Caramagna)

Il remo che si muove con forza, l’acqua con dentro nuvole immobili, spruzzi di cielo addosso.
(Fabrizio Caramagna)

A volte ricordiamo la fragilità di una barca in mezzo al mare, improvvisamente senza bussola e scaraventata lontano dai suoi punti di riferimento.
(Fabrizio Caramagna)

Io sono il fiume,
Tu la barca.
Noi, il percorso e il mare.
(Fabrizio Caramagna)

In una coppia uno è la nave e l’altro la rotta. Ma perché la coppia funzioni ci si deve scambiare i ruoli quando è necessario.
(Fabrizio Caramagna)

Sarebbe bello per un giorno assomigliare a una barca che va per mare senza ancora, diretta verso un altrove ignoto.
(Fabrizio Caramagna)

Occorre il coraggio di decidere e puntare la barca verso l’orizzonte anziché verso il porto.
(Fabrizio Caramagna)

E all’improvviso sei una barca trascinata nel deserto e davanti agli occhi hai un oceano mai visto, dune anziché onde, il fruscio della sabbia invece delle grida dei gabbiani. Da qualche parte cerchi un miraggio, per poter tornare a navigare.
(Fabrizio Caramagna)

Nel quadro inclinato la barca è sempre sul punto di naufragare.
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.