Frasi e aforismi sulla rondine

Frasi e aforismi sulla rondine, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati si veda Frasi e aforismi sugli uccelli, Frasi e aforismi sulla primavera e Frasi e aforismi sul passero.

**

Frasi e aforismi sulla rondine

In primavera le ali delle rondini passano il tempo a inventare il cielo.
(Fabrizio Caramagna)

Nelle giornate di marzo le rondini si esibiscono in tornei in onore della primavera e i primi fiori sugli alberi applaudono divertiti.
(Fabrizio Caramagna)

La rondine è una sorta di amuleto. Quando arriva lei, nulla può fermare la primavera.
(Fabrizio Caramagna)

Con i loro voli le rondini cuciono e scuciono l’aria della sera.
(Fabrizio Caramagna)

Descrivono curve leggere nel cielo. Chissà se le rondini lo sanno che è venerdì.
(Fabrizio Caramagna)

La primavera è un’opera teatrale in più atti. Ogni giorno c’è l’entrata in scena di un attore diverso. Una gemma che si apre, una rondine che appare, un fiore che sboccia, una foglia che si schiude, una luce che brilla.
(Fabrizio Caramagna)

Rondine, rendimi uguale al tuo marzo.
(Fabrizio Caramagna)

Chissà se nei giorni di vento le millenarie statue di pietra invidiano i voli leggeri delle rondini?
(Fabrizio Caramagna)

Perfino le torri si inchinano davanti ai voli delle rondini.
(Fabrizio Caramagna)

Di corsa vanno i bambini sullo scivolo e poi risalgono ancora per gettarsi giù.
Lassù in cielo salgono le rondini su uno scivolo analogo e poi si lanciano verso il basso con lo stesso sorriso.
(Fabrizio Caramagna)

Migliaia di rondini sono venute a discutere al congresso dei poeti che si è tenuto questa settimana sotto la mia pelle.
(Fabrizio Caramagna)

I prodigi della migrazione.
Una rondine di venti grammi che riesce a volare tutti i suoi ottomila chilometri.
(Fabrizio Caramagna)

Dovremmo comportarci perchè le rondini siano fiere di noi, al loro ritorno.
E invece ogni volta trovano nuove guerre, odii e prepotenze, inquinamento e povertà.
(Fabrizio Caramagna)

Lei era attenta, delicata, curiosa, sensibile e appassionata.
Lei era gatto, nuvola e rondine.
Lei correva in un campo di grano e ogni volta che perdeva qualcosa (un nastro, un fazzoletto, un sorriso), tutto il mondo faceva a gara per cercarlo.
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.